Condividi su

15 settembre 2017 • 16:00 • Scritto da Lorenzo Pedrazzi

Stranger Things 2 – I fratelli Duffer svelano due pagine della sceneggiatura

I fratelli Duffer hanno svelato su Entertainment Weekly due pagine della sceneggiatura di Stranger Things 2, insieme ai loro appunti.
0

GUARDA ANCHE: I character poster di Stranger Things 2

Una quarantina di giorni ci separa da Stranger Things 2, che debutterà su Netflix il prossimo 27 ottobre, ma nel frattempo i fratelli Matt e Ross Duffer ci svelano due pagine della sceneggiatura.

La scena in questione ha come protagonisti Dustin (Gaten Matarazzo), Mike (Finn Wolfhard), Lucas (Caleb McLaughlin) e Will (Noah Schnapp) nel The Palace, la sala giochi che vedremo nella seconda stagione. I ragazzi scoprono che un certo Mad Max ha superato il punteggio di Dustin nel cabinato di Dig Dug, videogioco arcade della Namco, e chiedono a Keith chi sia questo misterioso giocatore. Keith, un ragazzo che lavora al The Palace, è disposto a rivelarne l’identità in cambio di un appuntamento con Nancy (Natalia Dyer), ma Mike non ha alcuna intenzione di “prostituire” sua sorella. Mentre discutono, Will ha un’inquietante visione del Sotto Sopra: fuori dalla sala giochi comincia a nevicare (in ottobre), e i suoi amici scompaiono nel nulla.

Questa scena è piuttosto importante, poiché introduce il personaggio di (Mad) Max (Sadie Sink), ragazzina che entrerà nel gruppo e farà invaghire sia Dustin sia Lucas. Oltre alle due pagine, Entertainment Weekly ha pubblicato anche gli appunti degli showrunner:

– In quanto appassionati di arcade, Matt e Ross Duffer ci tenevano a introdurre una sala giochi. Ogni cabinato era funzionante, quindi si poteva giocare tra un ciak e l’altro!

Keith è un personaggio nuovo: è più grande dei “nostri ragazzi”, ma è anche meno maturo, e l’unica cosa che gli piace più dei Cheetos è Nancy.

– Ogni volta che i giovani protagonisti si trovano di fronte a un dilemma, ognuno di loro propone un punto di vista e soluzioni diverse, in modo da innescare conflitti che definiscono i rispettivi caratteri. In questo caso, gli showrunner volevano sottolineare l’istinto protettivo di Mike nei confronti di Nancy.

– La parola wastoid è uno slang divenuto popolare dopo Breakfast Club, uscito nel febbraio del 1985: qualche mese più tardi rispetto all’ambientazione di Stranger Things 2 (ottobre 1984). I fratelli Duffer hanno voluto inserirlo ugualmente perché lo trovano “un insulto grandioso”, e anche per rendere omaggio al compianto John Hughes.

– La frase “Concentriamo la nostra attenzione su Will” è indicativa di ciò che accadrà in questa stagione, la cui trama è incentrata sul percorso di Will per riprendersi dal trauma del Sotto Sopra. “Will è stato salvato dal Sotto Sopra, ma questo non significa che sia in salvo…”.

Potrete vedere le due pagine di sceneggiatura sotto la sinossi ufficiale:

È il 1984, e i cittadini di Hawking, Indiana, sono ancora sotto shock a causa degli orrori del malvagio Demogorgone e dei segreti nascosti nel Laboratorio di Hawkings. Will Byers è stato portato in salvo lontano dal Sottosopra, ma non c’è pace: c’è un entità sinistra, ancora più grande, che minaccia i sopravvissuti.

Untitled Screenplay
Untitled Screenplay

LEGGI ANCHE:

Il trailer di Stranger Things 2 dal Comic-Con

Poster e data di uscita per Stranger Things 2

Svelato il nome del nuovo mostro di Stranger Things

Nuovi dettagli e spoiler sulla seconda stagione di Stranger Things

Finite le riprese della seconda stagione di Stranger Things

Primo teaser per la seconda stagione di Stranger Things

Stranger Things non durerà più di 4 o 5 stagioni

Le foto ufficiali della seconda stagione di Stranger Things

Andrew Stanton e Rebecca Thomas tra i registi della seconda stagione di Stranger Things

Nuove foto e dettagli sulla seconda stagione di Stranger Things

La recensione della prima stagione di Stranger Things

Un video virale dedicato alla scomparsa di Barb

Creata dai fratelli Matt e Ross Duffer (Wayward Pines), la serie è ambientata nel 1983: a Hawkins, in Indiana, il piccolo Will Byers sparisce in circostanze misteriose, e i suoi migliori amici s’imbarcano in una grande avventura per ritrovarlo, scoprendo un’inquietante trama che coinvolge spaventose forze sovrannaturali, esperimenti governativi top secret e una ragazzina molto strana. Anche Joyce (Winona Ryder), madre del piccolo disperso, comincia a indagare insieme alla polizia. Insomma, Stranger Things è un’appassionata lettera d’amore ai film con cui molti di noi sono cresciuti, ma è anche il racconto formativo di tre bambini che si inoltrano in un mondo enigmatico e minaccioso.

Nel cast figurano anche Matthew Modine (Dr. Brenner), David Harbour (Chief Hopper), Charlie Heaton (Jonathan Byers), Natalia Dyer (Nancy Wheeler), Millie Bobby Brown (Eleven), Finn Wolfhard (Mike Wheeler), Caleb McLaughlin (Lucas Sinclair), Gaten Matarazzo (Dustin Henderson), Noah Schnapp (Will Byers) e Cara Buono (Karen Wheeler). Nella seconda stagione si aggiungeranno Sadie Sink (Max), Dacre Montgomery (Billy), Paul Reiser (Dottor Owens), Sean Astin (Bob Newby), Linnea Berthelsen (Roman), Brett Gelman (Murray Bauman) e Will Chase (Neil Mayfield). Gli episodi saranno 9 e si svolgeranno nel 1984, a un anno di distanza dalla prima stagione.

La regia degli episodi è curata da Matt e Ross Duffer, Shawn Levy, Andrew Stanton e Rebecca Thomas.

stranger-things-2-ghostbusters

Fonte: Entertainment Weekly

Se le serie TV sono il tuo pane quotidiano e non puoi farne a meno, non perderti #BingeLove, la sketch comedy targata ScreenWEEK.it, e iscriviti al nostro gruppo dedicato alle serie TV, costantemente aggiornato con tutte le novità legate al mondo del piccolo schermo!

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *