Condividi su

04 gennaio 2013 • 17:00 • Scritto da Valentina Torlaschi

Da Educazione Siberiana al nuovo film di Sorrentino, guida al cinema italiano del 2013

Dalla nuova pellicola di Gabriele Salvatores tratta dal best-seller di Nicolai Lilin a La grande bellezza, ossia la commedia surreale diretta da Paolo Sorrentino con Servillo e Verdone come protagonisti. Ma anche il noir Il cecchino di Michele Placido e le nuove commedie di Zalone, Virzì e Veronesi. Ecco cosa ci riserverà il cinema italiano del 2013.
0

Continuiamo con il nostro viaggio nel grande cinema del 2013, e per orientarvi ecco ovviamente le nostre preziose guide ai film suddivise per genere: così, dopo quelle relative ai fil di fantascienza, alle commedie, agli horror, ai cinecomic, agli action, e ai fantasy, ecco ora quella per i film italiani.

Dalla storia di criminalità e amicizia Educazione Siberiana di Gabriele Salvatores fino al nuovo film dell’acclamato Paolo Sorrentino che va sotto il titolo di La grande bellezza (commedia grottesca con Toni Servillo e Carlo Verdone come protagonisti) passando per le pellicole di Muccino, Brizzi, Fabio Volo, Alessandro Gassman, Daniele Luchetti e molti altri, ecco l’elenco dei principali film italiani del 2013. Non dimenticatevi poi di votare al sondaggio finale in fondo ala pagina e segnalare qual è il film che più attendete.

Quello che so dell amore Jessica Biel Gerard Butler Foto dal Film

QUELLO CHE SO SULL’AMORE (10 gennaio)
Ok, metterlo tra i film italiani non è una scelta corretta perché, a parte la nazionalità del regista Gabriele Muccino, non c’è nessun altro “elemento italico-nostrano” in questa pellicola. Uscito a dicembre negli States raccogliendo magri incassi (12,7 milioni di dollari) e critiche ben poco entusiasmanti (l’indice di gradimento su Rotten Tomatoes si aggira sul 4%), questa commedia romantica (in originale Playing for Keeps) è il terzo film americano del nostro Muccino (regista che divenne famoso con L’ultimo bacio), dopo La ricerca della felicità e Sette anime. Una pellicola che vanta un cast davvero stellare e che vede come protagonisti Gerard Butler e Jessica Biel. I due vestono rispettivamente i panni di un ex-calciatore ora allenatore di una piccola squadra per bambini e della rispettiva ex-moglie. Ambientato nella profonda provincia americana, il film seguirà il travagliato legame tra loro: corteggiato senza esclusione di colpi dalle avvenenti mamme dei giovani giocatori che allena, Butler cerca invece di riallacciare il rapporto con la ex-moglie (Biel) e il figlio, dopo averli troppo trascurati troppo a lungo, rischiando di perderli per sempre. A completare il cast all-star troviamo poi Catherine Zeta-Jones, Uma Thurman e Dennis Quaid.

QUI il trailer italiano
QUI Gerard Butler e Jessica Biel parlano del film

Generazione Mille euro Immagini del film 07

PAZZE DI ME (24 gennaio)
La nuova commedia di Fausto Brizzi (Notte prima degli esami, Maschi contro Femmine) è il racconto di un uomo (l’ex non-giovane e “solito idiota” Francesco Mandelli, qui al suo primo film da protagonista assoluto) che è quotidianamente travolto dalla sua famiglia composta di sole donne. Sul ricco fronte femminile del cast troviamo Valeria Bilello, Loretta Goggi, Claudia Zanella, Chiara Francini, Marina Rocco, Lucia Poli e Paola Minaccioni.

QUI il trailer italiano del film

Matrimoni e Disastri Fabio Volo Foto Dal Film 09

STUDIO ILLEGALE (febbraio)
Fabio Volo, ovvero il personaggio di casa nostra che divide e genera tifi da stadio per odio e amore al pari di Inter e Milan, torna sul grande schermo come protagonista di questa “tragicommedia piena di lavoro, di frustrazioni e di cravatte” (tratta da un blog poi diventato un libro da 50mila copie vendute edito da Marsilio). Il film lo vede nei panni di un avvocato ambizioso e che sacrifica la sua vita sociale pur di far carriera, fino a quando succederà qualcosa di inaspettato… Alla regia Umberto Carteni che aveva già diretto Diverso da chi?

Il volto di un'altra Alessandro Preziosi Laura Chiatti foto dal film 3

IL VOLTO DI UN’ALTRA (febbraio)
La commedia visionaria e surreale di Pappi Corsicato (presentata anche all’ultimo Festival di Roma) che vede come protagonisti Laura Chiatti e Alessandro Preziosi nei panni di una conduttrice tv dalla fama in declino e del di lei marito che è un chirurgo estetico. Entrambi sono pronti a tutti pur di ottenere successo.

QUI il teaser trailer
QUI la nostra recensione dal Festival di Roma

La Peggior Settimana Della Mia Vita Alessandro Siani foto dal film 3

IL PRINCIPE ABUSIVO (14 febbraio)
La commedia che segna il debutto alla regia del celebre comico Alessandro Siani che veste qui anche i panni del protagonista. Ossia di un poveraccio qualsiasi che viene scelto come partner, assolutamente senza amore, da una Principessa (Sarah Felberbaum) che lo trasforma a mezzo per rilanciare la sua popolarità regale in calo… Nel cast anche Christian De Sica.

Educazione siberiana John Malkovich foto dal film 1

EDUCAZIONE SIBERIANA (28 febbraio)
L’attesa pellicola che Gabriele Salvatores (regista, tra gli altri, di Happy Family, Come Dio comanda, Io non ho paura, Quo vadis, baby? e – ricordiamolo! – Premio Oscar con Mediterrenao nel 1992) ha tratto dall’acclamato ominimo libro di Nicolai Lilin. Una storia di amicizia e criminalità in un remoto angolo di Russia. Nel cast anche John Malkovic nei panni del tatuato (come vuole la tradizione siberiana) Nonno Kuzja. Ambientato a cavallo degli anni ’90, la pellicola segue le avventure di Kolima e dei suoi compagni tra risse, accoltellamenti, ubriacature e bagni al fiume, ma soprattutto porta lo spettatore a conoscere la comunità dove vive il ragazzo: quella dei “criminali onesti“. Ossia una famiglia allargata di fuorilegge che ha un’etica e dei rituali ben precisi: si venerano le armi, i tatuaggi, si rispettano i disabili e gli anziani ma si disprezzano invece (con eventuale licenza di uccidere) i poliziotti, i comunisti, gli arricchiti. I rumour lo candidano già al prossimo Festival di Berlino.

QUI il trailer
QUI un approfondimento sul libro

Una famiglia perfetta Marco Giallini foto dal film 7

TUTTI CONTRO TUTTI (28 febbraio)
Rolando Ravello dirige e interpreta questa commedia amara sulla crisi che innesca guerre tra poveri divertenti e tragiche al tempo stesso. Protagonista è Agostino, un operaio che, al ritorno dalla comunione del figlio, trova la propria casa occupata da un’altra famiglia. Decide così di restare assieme a moglie, figli e nonno sul pianerottolo finchè i nuovi inquilini non si decideranno a restituirla… Nel cast Kasia Smutniak e Marco Giallini.

Amore 14 Veronica Olivier Raniero Monaco di Lapio Giuseppe Maggio Foto Film 21

UNIVERSITARI (28 febbraio)
Federico Moccia (scrittore di Tre metri sopra il cielo nonché regista di Scusa ma ti chiamo amore e altri teen-movie sbacabotteghino degli ultimi anni) torna al cinema con un’altra storia di vita di ragazzi che, orami cresciuti, sono arrivati all’Università. Protagonisti sono infatti Carlo, Faraz e Alessandro, tre studenti fuori sede che dividono una casa. Convivere tra maschi è facile, ma quando poi il padrone di casa decide di affittare anche a delle ragazze gli equilibri cambiano…

AMICHE DA MORIRE (7 marzo)
Una commedia tutta al femminile diretta dalla giovane regista Giorgia Farina (qui al suo esordio al lungometraggio dopo diversi corti presentati ai Festival internazionali) e ambientata in una Puglia divisa tra modernità e tradizione. Qui si snodano le vite di tre donne che, malgrado le notevoli diversità, si trovano costrette a far fronte comune per salvarsi la pelle… C’è infatti Gilda (Claudia Gerini), una bellezza verace venuta dal continente che da anni sbarca il lunario facendo il mestiere più antico del mondo, Olivia (Cristiana Capotondi), una giovane moglie da manuale, bella ed elegante che suscita le invidie delle donne per la sua vita idilliaca accanto a un bel marito, Crocetta (Sabrina Impacciatore) il brutto anatroccolo che si mormora porti iella a qualsiasi sventurato le si avvicini e tenti di conquistarla. A complicare la situazione ci sarà infine un Commissario di Polizia (il “Freddo” Vinicio Marchioni) che intuisce che le tre nascondono un segreto…

ildivo_sorrentino

LA GRANDE BELLEZZA (11 aprile)
Torna uno dei nostri registi più acclamati all’estero: Paolo Sorrentino. E lo fa con una commedia dai toni grotteschi e surreali ambientata a Roma con protagonista un giornalista di costume interpretato dall’attore feticcio Toni Servillo (è la quarta collaborazione tra Sorrentino e Servillo dopo L’uomo in piùLe conseguenze dell’amore e Il Divo). Ma la sorpresa di questo film arriva dal resto del cast che vede due interpreti solo apparentemente estranei all’universo del regista napoletano: Sabrina Ferilli e Carlo Verdone, rispettivamente nei panni di una diva misteriosa e di uno scrittore di scarso successo ma gran presenzialista.

RAZZA BASTARDA (18 aprile)
Presentato nella sezione Prospettive Italia al festival di Roma, l’esordio alla regia di Alessandro Gassman è un dramma cupo e dalla forte resa formale tratto dalla fortunata pièce teatrale Roman e il suo cucciolo. Ambientato nella periferia più degradata di Latina, il film è uno spaccato contemporaneo che guarda tanto all’Odio di Kassovitz quanto alla tv cinica di Ciprì e Maresco, narrato con gli occhi di un uomo buono e pessimo, dal disperato bisogno di affetto e dalla profonda tristezza nei confronti di ciò che non può dare al figlio.

QUI la nostra recensione dal Festival di Roma

NUOVO FILM DI DANIELE LUCHETTI (maggio)
Con il titolo provvisorio Storia mitologia della mia famiglia il regista Daniele Luchetti firma un nuovo film con protagonisti Kim Rossi Stuart e Micaela Ramazzotti. Dopo gli apprezzati Mio fratello è figlio unico e La nostra vita (film che è riuscito a far vincere ad Elio Germano il premio per la Miglior Interpretazione Maschile al Festival di Cannes 2010), il regista racconta ancora una storia familiare ma questa volta filtrata dallo sguardo di un bambino di dieci anni. Il film è girato tra Roma, Follonica, Milano e la Camargue francese.

Il cecchino Mathieu Kassovitz foto dal film 1

IL CECCHINO (giugno)
Dopo due grandi pellicole come Romanzo Criminale e Vallanzasca – Gli angeli del male, Michele Placido torna alla regia per dirigere un altro film che punta sul fascino criminale: Il Cecchino (Le Guetteur). Trattasi di una produzione francese realizzata anche con la collaborazione di Rai Cinema. Scritto da Cédric Melon e Denis Brusseaux, il film racconta la storia di una banda di rapinatori di banche che, in seguito ad uno scontro con la polizia, si vedono costretti a cambiare i loro piani, rifugiandosi presso lo studio di un corrotto medico. Cacciati e braccati, il cerchio si chiude sempre più, mentre gradualmente viene portato alla luce il loro passato e la spirale discendente di violenza che si scopre essere partita dalla guerra in Afghanistan. Nel cast internazionale troviamo sia importanti attori francesi, come Daniel AuteuilOlivier Gourmet e Mathieu Kassovitz, ma anche volti noti del panorama italiano, come Violante Placido e Luca Argentero. Un film costato ben 14 milioni di euro, già uscito in Francia e presentato al Festival di Roma.

QUI Michele Placido e Luca Argentero presentano il film al Festival di Roma

Che Bella Giornata Checco Zalone Foto film 01

ANCORA ESISTO (31 ottobre)
Torna Checco Zalone sempre diretto dal fedele Gennaro Nunziante che aveva già firmato le fortunatissime pellicole con protagonista il comico pugliese Cado dalle nubi e Che belle giornata (film da 43 milioni di euro di incasso!). Dopo che l’uscita del film è stata posticipa di ben 10 mesi (dal Natale 2012 a ottobre 2013) anche le indiscrezione sulla trama che parlavano di un film che ironizzasse sulla crisi economica sembrano ora ormai non più attendibili. Tutto è ancora avvolto nel mistero; non resta che attendere.

Tutti i santi giorni Paolo Virzì foto dal set 1

IL CAPITALE UMANO (ottobre)
Dopo le deliziose commedie Tutta la vita davanti, La prima cosa bella e Tutti i santi giorni, il regista livornese Paolo Virzì dovrebbe ora cambiare tono e genere con una storia abitata da atmosfere drammatiche. Tratto dal romanzo Il Capitale Umano scritto da Amidon Stephen, il film dovrebbe raccontare delle conseguenze sulle persone della grande ansia del denaro nell’epoca dei grandi crolli finanziari; nel cast Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino e Valeria Bruni Tedeschi.

La fine è il mio inizio Elio Germano foto dal film 6

L’ULTIMA RUOTA DEL CARRO (2013)
Nuova commedia diretta da Giovanni Veronesi con Elio Germano (il protagonista), Alessandra Mastronardi (Angela, la compagna di Elio), Ricky Memphis (Giacinto, l’amico di sempre) ed inoltre Sergio Rubini. Proponendosi come un sincero omaggio alla grande commedia all’italiana, la pellicola racconta la storia di Ernesto, un semplice autista di camion che per quarant’anni ha girato tutta l’Italia, su e giù per le scale, a caricare e scaricare mobili, mille traslochi, duemila case. Un viaggio nella storia italiana: dall’Italia della tv in bianco e nero anni ’60, a quella dalle tinte cupe anni ’70, dal rampantismo degli anni ’80, e gli anni ’90 di Berlusconi. Attraverso il suo sguardo semplice e nella sua posizione “accanto al finestrino”, Ernesto vede scorrere il tempo come fosse sul ciglio della strada. Tra scandali e malaffare, speranze e delusioni, burrasche e schiarite, è uno dei tanti eroi del quotidiano che nonostante tutto sono riusciti a schivare gli ostacoli più insidiosi restando fedeli alla famiglia, agli amici, e ai propri ideali.


UN GIORNO DEVI ANDARE (2013)
Terzo film per il regista emiliano Giorgio Diritti da molti considerato come il grande erede di Ermanno Olmi (si vedano i suoi bellissimi film precedenti come Il vento fa il suo giro e L’uomo che verrà). Protagonista è Jasmine Trinca nei panni di Augusta: una giovane donna italiana di poco più di trenta anni che giunge in Amazzonia per reagire ad alcune vicende personali particolarmente dolorose. Dopo aver inizialmente affiancato una suora amica della madre nel lavoro con le comunità indigene, se ne distacca nel desiderio di un’esperienza che risponda in modo semplice al suo bisogno di ritrovare un senso nella vita. Dal contatto totale con la natura selvaggia della Foresta Amazzonica all’incontro con le piccole comunità indios, la ragazza cercherà una riconciliazione con se stessa e con Dio. La pellicola sarà presentata in anteprima all’imminente Sundance Film Festival.

Votate il nostro sondaggio!

 

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *