Condividi su

19 novembre 2018 • 20:00 • Scritto da Andrea Suatoni

Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald – Tutte le teorie dopo il film

Sono moltissime le teorie generate dai fan dopo la visione del secondo capitolo di Animali Fantastici: eccole tutte riportate nel nostro speciale!
0

—–ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER—–

Il secondo capitolo di Animali Fantastici, prequel della saga di Harry Potter incentrato sull’ascesa e la futura sconfitta del mago oscuro Gellert Grindelwald e dei valorosi maghi che si sono opposti a lui, è finalmente arrivato nei cinema lo scorso 15 Novembre. La nuova saga cinematografica ambientata nel Wizarding World, il mondo magico ideato da J. K. Rowling, è stata creata direttamente per il cinema proprio dall’autrice, che con Animali fantastici: I crimini di Grindelwald ha introdotto moltissimi nuovi elementi nella storia, che hanno portato a moltissime interessanti teorie: eccole quindi tutte raccolte – vi raccomandiamo di non leggerle se non avete ancora visto il film – nel nostro speciale!

AURELIUS SILENTE

Al termine del film, scopriamo finalmente il vero nome di Credence (stando alle parole di Grindelwald): si tratta di Aurelius Silente, fratello del professor Albus Silente di cui mai si era parlato prima. Chi potrebbe essere? Non si tratta sicuramente di un figlio del padre di Albus, Ariana ed Aberforth, poiché la nascita di Credence dovrebbe essere avvenuta dopo il 1907 (vista l’età del personaggio e le dichiarazioni dell’attore Ezra Miller) e Percival Silente fu rinchiuso ad Azkaban nel 1890. Anche la loro madre, Kendra, morì prima di poter generare un figlio (nel 1899, a causa di Ariana).
Alcune teorie minori lo vorrebbero figlio di Grindelwald stesso e di Ariana Silente, la sorella di Albus morta in giovane età (ma in questo caso, il cognome di Aurelius dovrebbe essere Grindelwald), di Aberforth Silente (il futuro proprietario del pub Testa di Porco) o addirittura dello stesso Albus, ma in tutti i casi dovremmo ignorare che il mago oscuro si riferisce ad Albus come il fratello di Credence/Aurelius.
La teoria maggioritaria vorrebbe invece che l’Obscurus di Credence sia lo stesso che albergava in Ariana, e che il rapporto cui Grindelwald fa menzione possa derivare da esso, considerato un Silente a causa dell’eredità Oscuriale della ragazza. Ma questo non spiega il nome con il quale viene chiamato Credence, Aurelius.
Infine, non è da sottovalutare l’idea che Grindelwald abbia semplicemente mentito…

LA FAMIGLIA LESTRANGE

All’interno del film scopriamo che Leta e Corvus erano gli ultimi Lestrange considerati ancora in vita; Leta morirà nell’epilogo, mentre il triste destino del vero Corvus ci viene rivelato da lei stessa. Se quindi la famiglia Lestrange si è estinta, da dove arrivano i Lestrange che incontreremo in futuro, nella saga di Harry Potter, come il marito di Bellatrix o il giovane Lestrange senza nome che affianca Tom Riddle (Voldemort) in alcuni flashback dei suoi anni ad Hogwarts?
Potrebbe trattarsi di un errore, ma sono in molti a pensare invece che Corvus Lestrange possa essere ancora vivo.

SILENTE E GRINDELWALD

Il rapporto fra Silente e Grindelwald è stato per anni oggetto di discussioni fra i fan, e J. K. Rowling ha rivelato l’omosessualità del primo, innamorato del secondo. Tale rapporto viene confermato nella scena in cui Albus specchia sé stesso nello Specchio delle Brame, ma ancora molto è rimasto da chiarire: Grindelwald corrispondeva lo stesso amore? Ne era a conoscenza? Ed il patto di sangue che i due hanno sottoscritto deriva forse da questo?

NAGINI

Il personaggio di Nagini è stato in Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald solamente introdotto, in attesa di approfondimenti futuri. E’ molto probabile che prima della fine della saga assisteremo al primo incontro fra Nagini (in forma umana) e Voldemort, che come sappiamo in futuro, dopo la definitiva trasformazione in serpente della donna, ne farà un suo Horcrux.

OSCURIALI E HORCRUX

Una teoria vedrebbe una connessione fra Obscurus ed Horcrux: in pratica, alla morte dell’Oscuriale, il suo Obscurus porterebbe con sé un pezzo dell’anima del suo precedente contenitore. Tale teoria si connetterebbe di nuovo ad Ariana Silente e al fatto che l’Obscurus di Credence sia lo stesso parassita magico che affliggeva la ragazza: in tal modo, come già affermato poco sopra, almeno una parte di Credence sarebbe da considerare come appartenente alla famiglia Silente.
In futuro, Albus Silente riconoscerà il legame fra Harry Potter e Voldemort (che ne aveva fatto involontariamente un suo horcrux), forse proprio perché ne aveva visto uno simile in passato…

L’HORCRUX DI SILENTE

Una diversa teoria riguardo l’Obscurus di Ariana vedrebbe lo stesso come un vero e proprio Horcrux di Albus Silente: in vista della morte di Ariana a causa del suo Obscurus, Albus e Gellert avrebbero iniziato un rituale sulla ragazza per creare un Horcrux che avrebbe potuto salvarla. Aberforth li avrebbe interrotti equivocando il rituale ed avrebbe attaccato per difendere sua sorella; durante la lotta, una “maledizione vagante” (come scritto dalla Rowling) avrebbe colpito Ariana, uccidendola. Se tale maledizione fosse stata opera di Albus, avrebbe potuto incidentalmente (ed inconsapevolemente, come nel caso di Voldemort con Harry) completare il rituale di costruzione dell’horcrux.
Il piano di Grindelwald, l’unico ad essersi accorto del fatto, sarebbe quindi quello di mettere Albus ed il suo Horcrux l’uno contro l’altro, per poi poter uccidere il vincitore e liberarsi così del suo principale nemico.

ARIANA E’ ANCORA VIVA

Sappiamo bene che una delle teorie principali riguardo Ariana, all’epoca del primo Animali Fantastici (ed oggi data praticamente come sicura) era che la ragazza fosse una Oscuriale, al pari di Credence. Sappiamo inoltre che la ragazza morì fra i 14 e i 16 anni durante una battaglia magica fra Albus, Aberforth e Gellert: ma se non fosse così? Secondo alcuni, Ariana Silente potrebbe ancora essere viva in segreto, forse libera dall’Obscurus che la affliggeva (sappiamo infatti tramite Newt Scamander che è possibile liberare un Oscuriale del suo parassita).

SECONDA GUERRA MONDIALE

Il fatto che Gellert Grindelwald potesse essere un veggente era già stato intuito da alcuni nel primo Animali Fantastici, e nel secondo film troviamo praticamente la conferma di tale teoria: il mago conosce infatti ciò che sconvolgerà il mondo umano fra il 1939 ed il 1945, ovvero la Seconda Guerra Mondiale. Secondo alcuni, il ruolo di Grindelwald in questa guerra potrebbe essere stato determinante, portando all’ascesa del nazismo in un parallelo con il mondo magico riguardo l’idea di una razza superiore (quella dei maghi).

QUEENIE E’ LA MADRE DI PITON

Queenie è una Legilimens, è cioè capace di leggere i pensieri altrui: la stessa caratteristica che in futuro sapremo appartenere a Severus Piton. Una teoria minoritaria che potrebbe però avere un fondo di verità vedrebbe la madre di Piton, Eileen Prince, essere proprio Queenie.
Sappiamo che Queenie è ora un’alleata di Grindelwald, e che Eileen Prince è nata nel 1929, ovvero due anni dopo il passaggio della ragazza al lato oscuro. Secondo alcuni Queenie potrebbe aver cambiato nome per più di una ragione (per nascondere il suo passato di sostenitrice di Grindelwald, o magari per sfuggire alla sua ira dopo essere tornata fra le fila dei “buoni”) e la data di nascita della sua nuova identità sarebbe da considerare come un nuovo punto di partenza per la sua nuova vita. In futuro potrebbe aver incontrato un nuovo babbano (magari dopo la morte di Jacob, vista la differenza di longevità fra umani e maghi), ovvero Tobias Piton, ed avergli dato un figlio.
A supporto di questa tesi, il fatto che Eileen – di cui pochissimo si conosce – sembrerebbe essere la prima ed unica Prince esistente nel Wizarding World.

LEGGI ANCHE:

La nostra Recensione di Animali Fantastici

Tutto ciò che bisogna sapere e ricordare per vedere il secondo Animali Fantastici

Claudia Kim è Nagini in Animali fantastici: I crimini di Grindelwald

Le nostre interviste sul Red Carpet di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald

La colonna sonora di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald disponibile online

I collegamenti fra Animali Fantastici ed Harry Potter in un video

Ecco la sinossi ufficiale:

Animali fantastici: I crimini di Grindelwald della Warner Bros. Pictures è la seconda delle cinque nuove avventure del Wizarding World™ di J.K. Rowling.

Alla fine del primo film, il potente Mago Oscuro Gellert Grindelwald (Johnny Depp), viene catturato dal MACUSA (Il Magico Congresso degli Stati Uniti d’America), con l’aiuto di Newt Scamander (Eddie Redmayne). Tuttavia, come aveva minacciato di fare, Grindelwald riesce a fuggire dalla detenzione e inizia a radunare i suoi seguaci, la maggior parte dei quali ignari delle sue vere intenzioni: riunire dei maghi purosangue per governare su tutti gli esseri non-magici.

Nel tentativo di contrastare i piani di Grindelwald, Albus Silente (Jude Law) recluta il suo ex studente Newt Scamander, che accetterà di aiutarlo, inconsapevole dei pericoli che si troveranno ad affrontare. Si creeranno divisioni, l’amore e la lealtà verranno messi a dura prova anche tra gli amici più stretti e in famiglia, in un mondo magico sempre più minaccioso e diviso.

Il film presenta un cast corale guidato da Eddie Redmayne, Katherine Waterston, Dan Fogler, Alison Sudol, Ezra Miller, con Jude Law e Johnny Depp. Fanno parte del cast anche Zoë Kravitz, Callum Turner, Claudia Kim, William Nadylam, Kevin Guthrie, Carmen Ejogo e Poppy Corby-Tuech.

Animali fantastici: I crimini di Grindelwald è diretto da David Yates, tratto da una sceneggiatura di J.K. Rowling, e prodotto da David Heyman, J.K. Rowling, Steve Kloves e Lionel Wigram.

Animali fantastici: I crimini di Grindelwald, secondo dei cinque film di cui sarà composta la saga, è nelle sale dal 15 novembre 2018. QUI trovate la pagina Facebook italiana. Per maggiori informazioni potete inoltre consultare la scheda del film sul sito Warner Bros.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su FacebookTwitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *