Condividi su

14 agosto 2018 • 23:30 • Scritto da Andrea Suatoni

Ant-Man and the Wasp: la spiegazione delle scene post-credit

Sono due le scene post-credit al termine di Ant-Man and the Wasp: se volete conoscerne il significato o se semplicemente amate gli spoiler, eccole spiegate nel nostro speciale!
0

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER

E’ arrivato finalmente oggi 14 Agosto anche in Italia Ant-Man and the Wasp il secondo film del Marvel Cinematic Universe dedicato al supereroe in miniatura, Ant-Man (Paul Rudd), accompagnato stavolta da una Hope Van Dyne (Evangeline Lilly) totalmente pronta a vestire anch’essa i panni della supereroina Wasp.
La pellicola ha visto i due eroi affrontare la nuova villain Ghost (Hannah John-Kamen) e salvare dal regno quantico Janet Van Dyne (Michelle Pfeiffer), rimasta in quella dimensione per anni.
Due sono le scene post-credit inserite al termine del film: una di queste si è rivelata estremamente interessante per i fan del MCU, connettendo Ant-Man and the Wasp alle storyline di Avengers: Infinity War e fornendo alcuni indizi sul futuro dell’universo unito!

UNO SCHIOCCO DI DITA

Al termine del film, dopo i titoli di mid-credit costruiti con delle suggestive miniature, troviamo Scott insieme ad Hank Pym (Michael Douglas), Janet ed Hope intento ad un nuovo viaggio nel regno quantico: la missione è quella di immagazzinarne l’energia in un dispositivo così da poter aiutare l’ormai ex “cattiva” del film Ghost, così come avevamo già visto fare a Janet nell’epilogo della pellicola.
Scott viene spedito all’interno del regno mentre gli altri monitorano la situazione dall’esterno; l’intento degli eroi va a buon fine e non rimane altro da fare se non estrarre Ant-Man e riportarlo alla dimensione cui appartiene. Hope fa partire il conto alla rovescia: Cinque, Quattro, Tre… Per poi fermarsi all’improvviso. Inizialmente Scott pensa ad uno scherzo, ma poi così come gli spettatori si rende conto che non c’è più nessuno ad ascoltarlo: Janet, Hope ed Hank sono letteralmente scomparsi, lasciando dietro di sé null’altro che polvere.

Tutti coloro che conoscono le vicende narrate in Avengers: Infinity War hanno subito compreso l’accaduto: la scena che abbiamo appena visto è  evidentemente contemporanea alla guerra in Wakanda, dove gli Avengers sono caduti sotto la forza di Thanos e delle Gemme dell’Infinito al gran completo sul suo Guanto dell’Infinito: Scott è entrato sfortunatamente nel regno quantico proprio a pochi secondi dallo schiocco di dita che ha obliterato metà della vita nell’universo, ed i suoi 3 amici sono da contare fra i caduti, letteralmente disintegrati dal volere di Thanos.

Scott Lang è quindi ora intrappolato in un’altra dimensione, pronto per essere salvato da Iron Man o da qualcun altro degli Avenger rimasti in vita… Inoltre, così come accaduto a Janet, il suo soggiorno nel regno quantico potrebbe dotarlo di nuovi poteri, utili per l’eventuale confronto finale contro Thanos in Avengers 4.

A RITMO DI BATTERIA

Al termine dei titoli di coda, gli spettatori hanno potuto vedere solamente una breve scena, nella quale dopo una rapida occhiata ad un notiziario che illustra l’ecatombe globale compiuta da Thanos su scala globale, una delle formiche giganti di Scott è intenta a suonare la sua batteria (scena in realtà già apparsa in uno dei trailer). Un trend che il Marvel Cinematic Universe sta tristemente nelle ultime pellicole rendendo un’abitudine, a tratti frustrando le aspettative dei fan (che in massa si aspettavano l’entrata in scena di Brie Larson nelle vesti di Captain Marvel, il cui film stand-alone sarà nei cinema a Marzo 2019)

LEGGI ANCHE:

Il nostro incontro con Evangeline Lilly e Paul Rudd per Ant-Man and the Wasp

Uno spot di Ant-Man and the Wasp celebra il successo internazionale del film

Uno spot esteso di Ant-Man and the Wasp dedicato al Regno Quantico

La descrizione e la spiegazione della scena mid-credits di Ant-Man and the Wasp

Umorismo e superpoteri nella nuova featurette di Ant-Man and the Wasp

Hope affronta Wasp nella clip di Ant-Man and the Wasp

Nuovo trailer italiano e poster per Ant-Man and the Wasp

Tutto si può miniaturizzare nella nuova featurette di Ant-Man and the Wasp

La banda si perde in chiacchiere nella terza clip di Ant-Man and the Wasp

Ant-Man and the Wasp avrà due scene post-credits, ecco i primi commenti della stampa

La seconda clip di Ant-Man and the Wasp; inoltre, l’elenco del cast svela un altro villain

La prima clip di Ant-Man and the Wasp

Il terzo trailer di Ant-Man and the Wasp

Ecco quanto durerà Ant-Man and the Wasp

I character poster di Ant-Man and the Wasp

Un easter egg di Iron Man 2 anticipò l’introduzione di Bill Foster in Ant-Man and the Wasp

Il secondo trailer di Ant-Man and the Wasp

Il primo trailer di Ant-Man and the Wasp

Nel cast di Ant-Man and the Wasp figurano molti attori del primo film, ovvero Evangeline Lilly (Hope Van Dyne / Wasp), Paul Rudd (Scott Lang / Ant-Man), Michael Douglas (Hank Pym), Michael Peña (Luis), Tip “T.I.” Harris (Dave), David Dastmalchian (Kurt) e Judy Greer (Maggie), cui si aggiungono Hannah John-Kamen (Ghost), Randall Park (Jimmy Woo), Walton Goggins (Sonny Birch), Michelle Pfeiffer (Janet Van Dyne, la prima Wasp), Laurence Fishburne (Bill Foster) e Sean Kleier.

La regia è nuovamente di Peyton Reed, mentre la sceneggiatura è stata affidata a Andrew Barrer e Gabriel Ferrari, a partire da una storia di Paul Rudd e Adam McKay.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *