Condividi su

30 aprile 2018 • 12:15 • Scritto da Lorenzo Pedrazzi

Agents of S.H.I.E.L.D. – Il riferimento a Infinity War e le possibili ripercussioni

Il diciannovesimo episodio di Agents of S.H.I.E.L.D. contiene un riferimento ad Avengers: Infinity War, ma quali saranno le ripercussioni sul futuro della serie?
0

GUARDA ANCHE: Lo spot del ventesimo episodio di Agents of S.H.I.E.L.D.

Come probabilmente già sapete, Agents of S.H.I.E.L.D. è ambientato nel Marvel Cinematic Universe, ovvero il medesimo universo che ospita i film dei Marvel Studios, da Iron Man agli Avengers. Il rapporto fra tale contesto narrativo e lo show, però, è sempre stato altalenante: quattro anni fa, il tie-in con Captain America: The Winter Soldier fu effettivamente significativo, poiché la caduta dello S.H.I.E.L.D. influenzò lo status quo della serie in modo profondo, cambiandole il volto; in seguito, i legami si sono fatti sempre più labili, con riferimenti più o meno vaghi a Age of Ultron, Ant-Man, Civil War e Doctor Strange (quest’ultimo sfiorato dal punto di vista “tematico”, con l’introduzione di Ghost Rider e del sovrannaturale). Il dubbio dei fan è quindi legittimo: come si comporterà Agents of S.H.I.E.L.D. di fronte ai cataclismi di Avengers: Infinity War? L’episodio più recente, Option Two, potrebbe fornirci un primo indizio…

ATTENZIONE: SPOILER SU AGENTS OF S.H.I.E.L.D. E INFINITY WAR!

Nel corso della puntata, Daisy (Chloe Bennet) incontra Tony Caine (Jake Busey) per salvare la vita di Coulson (Clark Gregg), proprio mentre gli alieni stanno attaccando il Faro. Tra i due personaggi ha luogo il seguente dialogo:

Tony: «Alieni, insomma. Hai visto tutta quella roba assurda che sta succedendo a New York?

Daisy: «No, non riesco a guardare i notiziari, mi mandano fuori di testa.

Pur non essendoci conferme, è abbastanza sicuro che Tony si riferisca all’astronave circolare che sorvola New York nelle prima battute di Infinity War, e alla battaglia che coinvolge Iron Man, Doctor Strange, Wong, Spider-Man, Cull Obsidian ed Ebony Maw. La citazione è molto velata, ma l’isolamento della squadra durante l’assedio del Faro (completamente sigillato e senza la possibilità di comunicare con l’esterno) rende credibile l’ignoranza di Coulson e soci rispetto alla battaglia di New York. Ciò significa che, in teoria, gli episodi correnti di Agents of S.H.I.E.L.D. si svolgono in parallelo al film, e quindi gli autori dovranno riconoscerne gli eventi… ma come?

A questo punto, si aprono diversi scenari. Restano solo tre puntate della quinta stagione e, come fa notare Matt Webb Mitovich su TV Line, esse potrebbero svolgersi nello stesso arco temporale di Infinity War, quindi prima che Thanos schiocchi le dita e spazzi via metà della popolazione dell’universo: se così fosse, la serie potrebbe affrontarne le conseguenze nell’eventuale sesta stagione, facendo sparire alcuni membri della squadra. È improbabile che accada nell’epilogo della quinta, dato che gli autori l’hanno concepito come un “soddisfacente” finale di serie, in caso di cancellazione. Questo, però, comporterebbe alcuni problemi: se alcuni personaggi dello show dovessero realmente sparire per effetto delle azioni di Thanos (come accaduto a Spider-Man, Star-Lord, Pantera Nera, Doctor Strange e altri eroi nel film), allora gran parte della sesta stagione dovrebbe trascorrere senza di loro, e sarebbe un colpo davvero pesante… a meno che gli autori non decidano di elidere solo personaggi secondari, come Piper e Davis, ma equivarrebbe a barare. Si suppone che Avengers 4 rimetterà le cose a posto, ma la sua uscita è attesa fra un anno, quando l’eventuale sesta stagione di Agents of S.H.I.E.L.D. sarà quasi al termine.

Ovviamente c’è un’altra soluzione: gli showrunner potrebbero semplicemente ignorare le conseguenze di Infinity War, giocando sull’opacità della timeline. Le parole di Tony ci fanno pensare agli eventi del film, soprattutto per la coincidenza della sua uscita nelle sale di tutto il mondo, ma il riferimento non è esplicito, quindi gli autori potrebbero semplicemente fare gli gnorri, e sostenere che quella frase non si riferiva a Infinity War. Sarebbe deludente, ma è un’opzione da non sottovalutare.

Insomma, è troppo presto per fare previsioni credibili: dovremo attendere i prossimi episodi – e forse la prossima stagione, ammesso che la serie venga rinnovata – per avere un quadro più chiaro.

LEGGI ANCHE:

Riprese finite per la quinta stagione di Agents of S.H.I.E.L.D.

Agents of S.H.I.E.L.D. potrebbe essere rinnovata per la stagione 6

Craig Parker sarà l’alieno Taryan in Agents of S.H.I.E.L.D.

La recensione del 100° episodio di Agents of S.H.I.E.L.D.

Gli autori di Agents of S.H.I.E.L.D. sono preparati nel caso la quinta stagione fosse l’ultima

Vi ricordo che la squadra della serie è composta principalmente da Coulson (Clark Gregg), May (Ming-na Wen), Fitz (Iain De Caestecker), Daisy (Chloe Bennet), Simmons (Elizabeth Henstridge), Mack (Henry Simmons) ed Elena “Yo-Yo” Rodriguez (Natalia Cordova-Buckley). Nick Blood è tornato nel ruolo di Lance Hunter. Dove Cameron presta il volto a Ruby. Craig Parker interpreta l’alieno Taryan.

Fonti: TV Line; ScreenRant

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *