Condividi su

31 dicembre 2015 • 00:13 • Scritto da Marlen Vazzoler

I Migliori Film del 2015 secondo ScreenWEEK: la classifica di Marlen #SwTop10

Le classifiche dei redattori di ScreenWeek.it - Scopri la Top10 dei migliori film dell'anno, e prepara la tua lista con la Top10 del 2015!...
0

Anche quest’anno arriva il difficilissimo compito di creare una Top 10 dei migliori film del 2015, dopo la lista di Daniele / Leotruman, quella di Roberto Recchioni e quella di Filippo, arriva anche la mia.

Non solo fare una classifica è un’impresa ardua, ricordare le opinioni, le sensazioni provate dopo aver visto un film diversi mesi fa, risvegliate da una seconda visione, a questo dobbiamo aggiungere una lunga serie di delusioni cinematografiche. Per me il 2015 è stato l’anno del disappunto, in quanto pochissime promesse fatte da studio e filmaker sono state mantenute. Quella poi che dovrebbe essere una pratica saltuaria, quella di staccare il cervello per godersi un film, l’ho praticata fin troppo spesso per i miei gusti.

Il 2015 è stato così costellato da pellicole che alla fine si erano piacevoli, o ben realizzate ma poche sono riuscite a far nascere dentro di me delle sensazioni, delle emozioni. E per me che mi immergo in un film con tutto il mio essere, vivere un esperienza sterile o dove mi viene da inveire contro lo schermo perché non mi piace quello che vedo, è la cosa peggiore che possa capitarmi.

Nella mia lista troverete titoli più o meno noti, ma soprattutto grandi assenti molto apprezzati da amici e dal grande pubblico. Sono diventata esigente? Da alcuni titoli in questa lista direi proprio di no, sono cambiati i miei gusti? Nemmeno. Che non capisca più il cinema? Spero di no. Penso che alla fine tutto si riduca a un semplice gusto personale, che sarà molto diverso dal vostro.

Quest’anno potete creare anche voi la vostra Top10 personale! Vai su ScreenWEEK.it, loggati o crea in pochi istanti il TUO PROFILO personale, e vai nella sezione LISTE!

Segui il percorso guidato, e in pochi click potrai farlo anche tu!

10- GOING CLEAR: SCIENTOLOGY E LA PRIGIONE DELLA FEDE

Le testimonianze di otto ex-membri di Scientology sono state raccontate in questo documentario di Alex Gibney, realizzato dalla HBO. Un tema interessante quello della fede cieca, qui raccontato con arguzia e precisione. Guardando Going Clear non possiamo fare a meno di meravigliarci e di rimanere a bocca aperta mentre seguiamo l’evoluzione di questa organizzazione.

09- BIRDMAN

Un grande esercizio di stile di Alejandro G. Iñárritu, con delle ottime interpretazioni da parte di tutto il cast, tra queste emergono quelle di Michael Keaton, Edward Norton e Emma Stone. E poi jazz, jazz e ancora jazz, in particolare le note dei tamburi di Antonio Sánchez che ti prendono e ti travolgono, in un turbinio di satira sul mondo della celluloide, sulla fama e sulle aspettative del pubblico.

08- MAD MAX: FURY ROAD

Guardando questo nuovo capitolo delle avventure di Max, questa volta interpretato da Tom Hardy, i nostri sensi vengono letteralmente investiti da luci e suoni, non da parole, perché non devono essere usate a sproposito, ma solo quando ce né bisogno. La fotografia di John Seale, assieme al montaggio di Margaret Sixel uniti alle musiche di Junkie XL creano un esperienza sublime orchestrata da quel genio di George Miller. Il miglior sequel dell’anno.

07- OPERAZIONE U.N.C.L.E.

Una commedia d’azione ben diretta da Guy Ritchie, con una bellissima colonna sonora realizzata da Daniel Pemberton. L’accoppiata Henry Cavill e Armie Hammer è rinfrescante e divertente, Hugh Grant dona quel piccolo tocco che rende il tutto perfetto. Appena finito il film ero pronta a vedere un altro episodio.

06- CITIZENFOUR

Secondo e ultimo documentario di questa Top 10, il film di Laura Poitras comincia lentamente quasi in sordina, pian piano entriamo in questo buco nero aperto una persona misteriosa, che si fa chiamare Citizen Four. Assieme a lei, Glenn Greenwald e a Ewen MacAskill voliamo fino a Hong Kong e conosciamo Edward Snowden, un uomo che ha deciso di rinunciare alla sua vita per fare in modo che la gente potesse scoprisse quello che stava realmente accadendo, dietro la rete, dietro le linee telefoniche. Un grande esempio di coraggio, di giornalismo che ti fa rimanere incollato davanti allo schermo, sempre più incredulo man mano che si dipana una delle storie più importanti del nostro secolo.

05- WHIPLASH

Alcuni interessanti movimenti di macchina, un grande duello recitativo tra Miles Teller e J. K. Simmons, vinto a piene mani da quest’ultimo. Il film di Damien Chazelle, basato in parte sulla sua personale esperienza scolastisca presenta la trasformazione di un idolo in un mostro, di una passione in un ossessione che può rovinarti la vita o peggio causare la tua morte. Il duello finale a ritmo di Jazz è una delle scene più belle viste quest’anno, resa possibile solo grazie al perfetto montaggio di Tom Cross.

04- YOUTH – LA GIOVINEZZA

Da dove cominciare? L’interpretazione di Michael Caine è letteralmente sublime, il motore di questo film, ben supportata da Rachel Weisz, Harvey Keitel e da un incredibile Jane Fonda, in una piccola parte che ruba letteralmente la scena. Mi è piaciuta molto la fotografia di Luca Bigazzi e diversi passaggi della sceneggiatura di Paolo Sorrentino che alterna tra la commedia e il dramma con grande delicatezza, per parlare della vita e della morte. Come dice Mick, le emozioni non sono sopravalutate, sono tutto quello che ci è rimasto.

03- JOHN WICK

Il thriller d’azione di Chad Stahelski e David Leitch ci insegna una cosa: non toccare l’auto e il cane di uno sconosciuto, specialmente se il suo nome è John Wick. Azione, combattimenti ben coreografati, un ritmo incalzante a ritmo di musica pop e rock e un Keanu Reeves in ottima forma. Era da così tanto tempo che non lo vedevamo protagonista di un film che mettesse davvero in risalto le sue capacità, certo non vincerà un Oscar per questo ruolo, ma è perfetto. La ciliegina sulla torta? Lance Reddick nei panni del concierge Charon.

02- FURY

Un film di guerra dal ritmo serrato, scritto e diretto da David Ayer. Fantastiche le interpretazioni dei cinque protagonisti, in particolare quelle di Shia LaBeouf e Jon Bernthal. Attraverso gli occhi dei membri del carro armato Fury, esploriamo gli orrori della seconda guerra mondiale ed assistiamo all’evoluzione di un innocente ragazzo in un soldato. Una scrittura potente che da risalto non solo alle scene di guerra ma anche a quelle più ‘quotidiane’ come al pranzo nella città appena liberata con Emma e Irma. Fantastica colonna sonora di Steven Price.

01- KINGSMAN – SECRET SERVICE

Mentre e dopo la visione del film di Matthew Vaughn mi sono resa conto di aver visto la mia pellicola preferita del 2015. Spionaggio, omaggi a James Bond ma senza cadere nel banale, l’indimenticabile cattivo con la zeppola interpretato da Samuel L. Jackson. E poi due grandi sorprese: Colin Firth come attore di un film d’azione, confesso che vorrei vederlo in altre pellicole di genere, e poi il giovane Taron Egerton.
Script brillante, belle scene d’azione e la trovata geniale per le teste che scoppiano, per raggirare il rating.

DELUSIONI (rispetto alle aspettative): Pitch Perfect 2, I Cavalieri dello Zodiaco – La leggenda del Grande Tempio, Exodus – Dei e Re, Humandroid, Avengers: Age of Ultron Spectre, Star Wars: Il Risveglio della Forza

MENZIONI SPECIALI: Il film più strano di quest’anno è senza dubbio The Lobster, ho apprezzato i primi 2/3 di Fantastic 4 – I fantastici quattro e poi Mission: Impossible – Rogue Nation e Spy

QUI LA TOP10 DEI COOL & THE GAME

QUI i 10 POSTER PIU’ BELLI DEL 2015

QUI I 10 TRAILER PIU’ BELLI

QUI LE 10 SCENE D’AZIONI PIU’ SPETTACOLARI

Crea la tua Top10 di fine anno su ScreenWEEK! Loggati o crea il tuo account in pochi istanti (A QUESTO LINK), clicca poi nella sezione “Profilo Personale” su LISTE per creare la tua Top10 di fine anno!

lista-top-10-marlen

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.

ScreenWeek è anche su Facebook, Twitter e Instagram #SwTop10

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *