Condividi su

13 dicembre 2014 • 10:00 • Scritto da Valentina Torlaschi

Ancora sul futuro di Spider-Man: Andrew Garfield licenziato?

Dall'attacco hacker ai sistemi informatici della Sony emergono altri dettagli sul futuro dell'Uomo Ragno: dalle conversazione via mail tra Sony e Marvel intercettate emergerebbe la volontà di fare un nuovo casting per il personaggio di Spider-Man escludendo Andrew Garfield dal futuro della saga. E poi..
Post Image
9

amazing-spider-man-peter

La Sony è stata recentemente colpita da un attacco di hacker che hanno messo mano a mail e informazioni riservate: un brutto episodio per la major che però – spiace per loro ma è così – sta regalando ai fan molte notizie e retroscena interessanti, in particolare sul futuro della saga di Spider-Man in cui potrebbero essere coinvolti Sam Raimi o i fratelli Russo (qui e qui i dettagli). Ma non solo, perché ora tramite Latino Review e Mashable arrivano nuovi dettagli.

Il succo della faccenda è questo: la Sony vorrebbe cambiare attore per il personaggio dell’Uomo Ragno. Basta con Andrew Garfield, bisogna fare un re-casting. Dalle mail riportate da Mashable si evince che la Sony vorrebbe far comparire il nuovo Uomo Ragno (non quello di Grafield, insomma) già in Captain America: Civil War ma le tempistiche sarebbero davvero proibitive visto che la release di Cap 3 è fissata per maggio 2016 e bisognerebbe lavorare sul re-casting, nuovo costume, nuova sceneggiatura…
Da Latino Review emerge ancora una volta il progetto della Sony di collaborare con la Marvel per introdurre Spider-Man nell’universo cinematografico Marvel (nonostante la casa delle idee abbia apertamente criticato molte scelte della Sony nel costruire il franchise dell’Uomo Ragno) e l’intenzione sarebbe quella di dare un “nuovo inizio” alla storia di Spider-Man. Non un reboot vero e proprio quanto una serie di film sulle origine del personaggio, su come questo giovane ragazzo scopre i suoi super-poteri e cerca di gestirli; niente Garfield, e niente romance. L’aspetto romantico che tanto spazio aveva avuto nei due The Amazing Spider-Man di Marc Webb viene accantonato. Dalle mail trafugate è però emerso che la Presidente Sony Amy Pascal fosse estremamente contraria, anzi infuriata all’idea del licenziamento di Garfield.

La situazione del futuro di Spider-Man si fa sempre più contorta e complicata. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi. Nel frattempo vi ricordiamo che The Amazing Spider-Man 2: Il Potere di Electro è disponibile in Blu-ray™, DVD e versione Combo Blu-ray™ 3D + Blu-ray™ 2D (QUI trovate maggiori informazioni).

Fonte: CBM

Condividi su

9 commenti a “Ancora sul futuro di Spider-Man: Andrew Garfield licenziato?

  1. L’uomo ragno/peter parker sarà nel terzo film su capitan america ma non sarà andrew garfield a interpretare il personaggio quindi ci sara un nuovo attore,io ne ho in mente due attori che sono logan lerman e daniel radcliffe.

  2. Caro Carlo Buttarelli, escludendo l’ipotesi che tu sia un veggente o un cartomante, ti consiglierei di non scrivere degli “pseudo-riassunti” di ciò che la Marvel, la Sony o la Fox intende fare con i propri film perchè può fare irritare molto le persone che leggono questi articoli. Ti faccio un semplice esempio: molte volte ho visto alcuni tuoi commenti in cui dicevi “Andrew Garfiled/L’uomo ragno/Peter Parker sarà in The Amazing Spiderman 3, nei Sinistri Sei, in Venom” e in tutte quelle schifezze di film che la Sony intende produrre e realizzare solo per tenersi il personaggio. Poi compaiono notizie del genere…è tutte quelle cose che scrivevi erano solo parole prove di senso. Quindi ti pregherei di non fare commenti del genere anche con i prossimi film come Dr Strange o Ant Man. Grazie

  3. Io non capisco, il primo film che mi è piaciuto di spidy, una sintonia perfetta di attori e trama… Un appassionato come me che sente queste parolee da svenire!!

  4. Io terrei la bilogia e terrei Garfield. Semplicemente lo butterei dentro in Civil War. Fare i Sinistri Sei da una parte e Civil War dall’altra. Poi The Amazing Spider-Man 3, magari nel 2017 o nel 2018, con Spider-Man contro i Sinistri Sei e poi a formare un alleanza strana contro a Venom e i simbionti (nel film ovviamente Gwen clone e Black Cat) ma Garfield va tenuto. È bravo

  5. Licenziarlo sarebbe il primo passo per riparare le cose… Tra lui e Tobey Maguire la differenza è stata netta, e questa comunque è l’ennesima notizia che certifica la morte del progetto reboot targato Sony, creato solo per fare soldi facili sfruttando l’onda lunga del successo dei cinecomics di questi ultimi anni. Ne sono dimostrazione chiara anche le voci di un ritorno di Raimi alla regia dopo due capitoli deludenti.

  6. Giovi 88, concordo con te sulla differenza netta tra Maguire e Garfield ma secondo me la bilancia pende dalla parte del secondo, questo non volendo intendere che gli Amazing siano film migliori di Spider-Man 1 e 2. Sia Peter che Gwen li trovò però molto più azzeccati e coinvolgenti rispetto ai vecchi Peter e MJ. Riguardo la questione Civil War anche per quella, narrativamente, tenere Garfield farebbe molto comodo: la morte di Gwen crea la situazione perfetta per precipitare il personaggio nello scenario della guerra civile, quindi credo sinceramente che toglierlo sia un’idiozia, a meno di non proseguire la storyline dello smascheramento anche nei successivi film solo di Spidey con il nuovo attore.

  7. Kevin feige ovvero il presidente della marvel,i marvel studios e la sony vogliono logan lerman come nuovo uomo ragno/peter parker e quindi togliere Andrew garfield e annullare the amazing spider man 3 però non possono fare così scusate ma tobey maguire ha fatto tre film sull’uomo ragno e andrew garfield solo due no pure andrew merita un terzo film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *