Condividi su

15 maggio 2011 • 18:22 • Scritto da Claudia

Luca Baggiarini ci parla di Inglorious Hunterz, la prima web-serie B-Movie

Luca Baggiarini, video maker indipendente ed amico di ScreenWEEK ci presenta la sua ultima originalissima creatura, Inglorious Hunterz, la prima web-series horror tutta italica di cui vi mostriamo per intero la prima puntata!!!
Post Image
4

Qualche tempo fa vi abbiamo proposto una interessate intervista, che potrete (ri)leggere QUI, a Luca Baggiarini, videomaker indipendente ed amico di ScreenWEEK (insettomalvagio il nick con cui firma i suoi commenti ai post del nostro blog), creatore e regista di La legione fantasmaIndiana jones e il segreto della legione fantasma, ClaustrophobiaPredatus.

Dalla nostra ultima intervista Luca non si è fermato un attimo e dopo aver partecipato a molti Festival, raccogliendo vari successi ultimi dei quali il Premio degli organizzatori alla 4a edizione del Bravo ma basta Film Festival

ed il premio come miglior mediometraggio alla XII edizione Festival Intercomunale Cinema Amatoriale di Brescia, entrambi  i premi ricevuti per Predatus.

Le sue ambizioni nel frattempo sono cresciute notevolmente ed oggi con piacere vi propongo la nuova intervista  in cui Luca Baggiarini ci presenta in esclusiva la sua ultima originalissima creatura, Inglorious Hunterz, davvero unica nel suo genere!!!


Ciao Luca e ben ritrovato!!! Puoi raccontare ai nostri nonchè tuoi amici di ScreenWEEK cos’è Inglorious Hunterz?

Inglorious Hunterz è la prima web series horror tutta italica, nata da un gruppo affiatato di nerd, affiancati da  me, regista creativo appassionato di b-movie e di cinema vecchia scuola (Carpenter, Raimi, Jackson, Romero, Tarantino, Spielberg) a cui è stata a aggiunta una manciata di zombi, nazisti, dischi volanti e personaggi bizzarri in salsa romagnola.

Ma chi sono questi Nerd?

Andrea Biondi, ideatore e sceneggiatore della serie che ha attualmente scalzato lo storico Dungeon Master del gruppo, Stefano Rossini, che comunque non se l’è presa e continua ad essere co-ideatore e co-sceneggiatore.

Gli altri attori e giocatori nerd sono: Andrea Morolli, Luca Zamagna, Marco Marsili, Roberto Angelini, Federica Castellani, Claudio Zulato e Claudia Santucci.

Com’è nata l’idea di Inglorious Hunterz?

Predatus ha riscosso numerosi successi e così il gruppo, ormai collaudato, ha deciso di lavorare ad altri progetti ed a questo punto i nerd, forti di anni di giochi e letture dal Richiamo di Cthulhu a Sine Requie, passando per le più bizzarre ambientazioni Weird War II di Gurps e simili, hanno deciso di sviluppare un progetto di ampio respiro.

Nasce così Inglorious Hunterz a metà tra il divertimento tra amici e un po’ di voglia di tirarsela davanti al mondo e soprattutto di fronte al triste panorama cinematografò italiano.

L’idea è quella di mischiare le ormai classiche suggestioni di storia alternativa della seconda guerra mondiale in un’ambientazione alla Romero. Le ispirazioni sono numerose, e forse la prima che salta all’occhio è con il bellissimo Sine Requie, opera italiana tra le più interessanti degli ultimi anni. Ma le citazioni si sprecano. Si va da z-movie quali l’Occhio nel triangolo, a mostri nazisti di ogni sorta.

 

Puoi raccontarci brevemente la trama di Inglorious Hunterz?

La storia è ambientata negli anni della seconda guerra mondiale, in Italia. Il periodo è imprecisato. Ma qualcosa è andato storto. Un evento misterioso, forse un progetto nazista, ha risvegliato i morti dalle loro tombe. Morti che ora vagano liberi per la terra in cerca di carne umana.

Un gruppo di cacciatori di zombi composto da ex fascisti, partigiani, civili e soldati vaga tra le lande devastate dalla guerra e dalla furia dei morti per raccogliere quello che può per sopravvivere. I pericoli da affrontare sono innumerevoli. La guerra, ancora in corso, i nazisti vivi, i nazisti morti e gli zombi!

Puoi raccontarci chi sono i personaggi impegnati nella web-series?

Certamente:

  • Gloriano Pelloni, vitellone riminese, sbruffone e fatalista. Ama le donne, mangiare, e soprattutto vivere in pieno la vita.
  • Romano Tebaldi, ex fascista della Decima, facente parte di un corpo militare specializzato in fenomeni occulti.
  • Luca Moragna, ex alpino dell’esercito regolare italiano. Personaggio solare sorridente e coraggioso, esperto tiratore e conoscitore di piste.
  • Claudio Moragna, fratello di Luca, più vecchio di qualche anno, ex pugile di provincia. Testa calda e carattere sanguigno.
  • Sara Angelucci, energica e intraprendente partigiana, decisa a mettere il proprio destino nelle sue sole mani.
  • Elena Orfagni, intrigante donna dal passato burrascoso. Ex-crocerossina.
  • Padre Sebastiano Benelli, cappellano militare che ha subito la guerra e il risveglio dei morti e ha fatto della loro eliminazione la sua crociata personale.
  • Jacque de la Roche, francese, pilota d’aereo e cacciatore aerei tedeschi. Usa armi e accessori modificati da lui.

Quanto durerà la web-series?

La web series prevede 4/6 puntate da 15 minuti ciascuna.

Ringrazio Luca per la sua disponibilità rinnovandogli il mio personale in bocca al lupo per questo nuovo progetto!!!

Vi ricordo che sul nostro blog tematico Episode39, trovate la scheda della serie Inglorious Hunterz, la scheda della prima puntata ma anche la gallery e tante altre utili info.

QUI il sito ufficale dove troverete il trailer premiere e la featurette premiere.

Ora però mettetevi comodi e preparatevi a gustarvi la prima puntata intitolata I Predatori


Cosa ve ne pare di questo nuovo progetto, vi piace l’idea di una web-series trasmessa gratuitamente? E della trama che ne dite? Raccontateci  tutte le vostre impressioni nel box infondo alla pagina!!!

Condividi su

4 commenti a “Luca Baggiarini ci parla di Inglorious Hunterz, la prima web-serie B-Movie

  1. cazzo, niente male! 2 appunti: dovete fare pratica sui finti combattimenti, sono troppo finti (non siamo dalle parti di jesus christ vampire hunter ma quasi) e c’è qualcosa che non và nell’audio. Gli effetti sonori sono adattissimi, ma ad esempio nell’assalto nella casa ho dovuto tenere il volume alto prima che arrivassero gli zombie, per capire cosa si dicessero i personaggi e abbassarlo al minimo durante l’assalto perchè i poveri speaker del mio laptop “gracchiavano”. Gracchiamenti che si sono ripetuti anche per il resto dell’episodio.
    Però è proprio figo, complimenti insetto! (e non ho preso nessuna citazione, se non la maschera del frate/leatherface/la maschera di ferro?)

  2. si si i problemi audio ci sono ..(ma dal prossimo episodio spariranno spero) come primo numero forse soffre di ingenuita’ (vedi i combattimenti)’. nessuno di noi e’ un professionista..ma dalla prossima faremo di meglio promesso…
    per le citazioni…ci sono ma non sono le “solite” sono talmente amante di autori come spielberg jackson e raimi che le citazioni sono veramente da malato :) … una su tutte, la canzone che parte con il grammofono e’ “parlami d’amore mariu'” nella versione di Mario Lanza (cantante anni 50 italoamericano) citatissimo in “creature del cielo” dello stesso P.Jackson :)
    e siamo solo all’inizio…:) ci saranno grosse nelle prossime puntate si avra’ piu chiarezza sul “mondo” di Inglorious Hunterz…
    sono felice pero’ ch epiaccia cosi’ tanto…e’ una serie non convenzionale, autoprodotta, e legata al cinema old style lontano dal mood videoclipparo…
    e’ un esperimento spero per ora riuscito:)

  3. @Insettomalvagio Screenweek sarà lieto di continuare a seguire il tuo progetto così da poter verificare tutti i sicuri miglioramenti e commentarli insieme!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *