Sarah Jessica Parker e Kim Cattrall: com’è nata la faida tra le due star di Sex and the city

Sarah Jessica Parker e Kim Cattrall: com’è nata la faida tra le due star di Sex and the city

Di Gian Marco Novelli

Tra la fine degli anni ’90 e l’inizio dei primi anni 2000 ha debuttato sulla rete via cavo HBO il primissimo show capace di narrare senza filtri l’universo femminile: Sex and the city. Infatti, prima di esso avevamo avuto già delle serie televisive con donne protagoniste, ad esempio Buffy l’ammazzavampiri e Streghe, ma nessuno ne aveva mai sviluppato una su delle donne single di mezza età alle prese con amore, lavoro e tanto sesso. L’amicizia tra Carrie (Sarah Jessica Parker), Charlotte (Kristin Davis), Miranda (Cynthia Nixon) e Samantha (Kim Cattrall) ha segnato un prima ed un dopo per il piccolo schermo; infatti, negli anni successivi sono molti i titoli nati sulla scia del successo di Sex and the city, come ad esempio Desperate Housewives e Girls.

L’incredibile riscontro della serie ha portato dopo la sua conclusione alla produzione di ben due film per il grande schermo, entrambi con ottimi incassi, distribuiti rispettivamente nel 2008 e nel 2010. Inoltre, la rete televisiva The CW ha sviluppato anche uno show prequel delle avventure di Carrie Bradshaw chiamato The Carrie Diaries, andato in onda per due stagioni tra il 2013 e il 2014. Per anni si è vociferato della messa in produzione di un terzo capitolo cinematografico, si parlava persino di una sceneggiatura già pronta, che però non ha mai visto luce. Scopriamo insieme i reali motivi di questo mancato terzo film ed i risvolti futuri creatisi intorno al marchio Sex and the city.

Una faida che ha impedito il terzo capitolo del film

Mentre si stava discutendo di un eventuale terzo capitolo cinematografico di Sex and the city, Kim Cattrall (interprete di Samantha Jones) cominciò a rilasciare numerose interviste in cui mostrava qualche perplessità su un suo eventuale coinvolgimento. Con il passare dei mesi (e degli anni) queste perplessità si sono tramutate in certezze, a tal punto che l’attrice ha più volte espresso il desiderio di non essere più associata al marchio, mostrando comunque eterna gratitudine al ruolo da lei interpretato nella serie. E allora perché così tanta chiusura nei confronti di un eventuale ritorno in un terzo film? È presto detto, la Cattrall non condivideva la sceneggiatura del terzo capitolo scritta per il personaggio di Samantha ed inoltre non poteva più sopportare di lavorare con la co-star Sarah Jessica Parker. Ciò ha rappresentato un colpo al cuore per i fan di primissima data, i quali avevano sempre immaginato un’amicizia forte tra le attrici, così come quella che legava i personaggi da loro interpretati.

Nel 2017 in un’intervista fu proprio Kim Cattrall a dichiarare di non essere mai stata amica delle altre tre attrici, parlando di aver avuto con loro esclusivamente un legame lavorativo. L’attacco, quindi, fu frontale a tutte e tre le sue co-star, ma negli anni l’attenzione dei media e del pubblico si è concentrata maggiormente su una presunta faida scatenatasi tra la Cattrall e Sarah Jessica Parker. In particolare, nel 2018 a seguito della morte di Christopher Cattrall (fratello di Kim), Sarah Jessica Parker decise di esprimere la propria vicinanza all’ex compagna di set attraverso un commento pubblico su Instagram; Kim Cattrall non la prese bene e fece un POST,  attaccando senza mezzi termini la Parker:

Non ho bisogno del tuo amore o del tuo supporto in questo tragico momento @sarahjessicaparker. Oggi mia madre mi ha chiesto: ‘Quando quella @sarahjessicaparker, quell’ipocrita, ti lascerà in pace?’. Le tue continue richieste di aiuto sono un doloroso promemoria di quanto tu sia stata crudele allora e adesso. Lasciatemi chiarire questo punto. (Se non l’ho già fatto) non sei la mia famiglia. Non sei mia amica. Quindi ti scrivo per dirti un’ultima volta di smettere di sfruttare la nostra tragedia per ripristinare il tuo personaggio di “brava ragazza”.

And just like that… un sequel senza Samantha

Dopo lo scontro sui social media tra le due attrici, i fan della serie sembravano aver perso le speranze di vedere un continuo – cinematografico o televisivo – delle avventure di Carrie e co. Nel 2021 arrivò, però, una notizia che nessuno si sarebbe mai aspettato: la neonata piattaforma streaming HBO MAX (ora divenuta solo MAX) annunciò la messa in produzione di un sequel ufficiale di Sex and the city, chiamato And just like that. La notizia fece il giro del mondo, attirando fin da subito molte critiche e perplessità a causa del mancato coinvolgimento di Kim Cattrall al progetto; l’attrice ha infatti  rifiutato qualsiasi proposta economica, decidendo di non tornare a vestire i panni di Samantha Jones. Vedere Carrie, Charlotte e Miranda senza Samantha è stato quasi un incubo ad occhi aperti per i fan di lunga data, i quali non si sarebbero mai aspettati una scelta del genere. La produzione dello show e la stessa Sarah Jessica Parker si sono comunque sempre dichiarati favorevoli ad un ritorno di Kim Cattrall nelle ipotetiche successive stagioni del nuovo show.

Nonostante alcune critiche, la prima stagione di And just like that è stata un grande successo di pubblico, tanto da spingere HBO MAX ad ordinare prontamente un secondo ciclo di episodi. Il debutto della seconda annata, in onda proprio in queste settimane, è stato però preceduto da una notizia bomba (che ha convinto persino i più indecisi a guardarla): il ritorno di Kim Cattrall in una scena. L’attrice ha deciso di accettare le molteplici richieste della produzione, ponendo però una condizione: non dover condividere il set con Sarah Jessica Parker e con tutto il resto del cast. Per tale motivo gli sceneggiatori hanno optato per la scena di una telefonata tra Carrie e Samantha, girata dalle attrici in due momenti diversi; non la reunion migliore del mondo per gli spettatori ma, nonostante ciò, ci auguriamo che questo sia solo l’ìnizio di un disgelo tra la Cattrall e tutto il cast, in primis Sarah Jessica Parker.

La seconda stagione di And just like that va in onda ogni venerdì in contemporanea con gli Stati Uniti su Sky Italia e NOW. Occhi puntati al 25 agosto, giorno in cui verrà trasmesso il finale di stagione con il ritorno “parziale” di Kim Cattrall e la sua Samantha Jones.

LEGGI ANCHE

Expats: la recensione della nuova struggente miniserie targata Nicole Kidman 25 Febbraio 2024 - 16:30

Nicole Kidman nel duplice ruolo di attrice e produttrice porta su Prime Video una storia estremamente toccante e con molteplici spunti di riflessione: Expats.

Breaking Bad, ecco la reunion ai SAG Awards 25 Febbraio 2024 - 12:00

Il cast di Breaking Bad ha presentato la categoria del Miglior Ensemble in una Serie Drammatica ai SAG Awards: ecco il video.

SAG Awards 2024: da Oppenheimer a The Bear, tutti i vincitori 25 Febbraio 2024 - 8:23

Si è svolta nella notte la cerimonia di premiazione della 30ª edizione degli Screen Actors Guild (SAG) Awards. Ecco tutti i vincitori.

Iwájú: la prima clip e il trailer della serie animata targata Disney+ 24 Febbraio 2024 - 13:00

Il 3 aprile arriverà su Disney+ (in Italia) la nuova serie animata fantascientifica Iwájú, ecco la prima clip e il trailer.

City Hunter The Movie: Angel Dust, la recensione 19 Febbraio 2024 - 14:50

Da oggi al cinema, per tre giorni, il ritorno di Ryo Saeba e della sua giacca appena uscita da una lavenderia di Miami Vice.

X-Men ’97: che fine ha fatto Xavier (e perché ora c’è Magneto con gli X-Men)? 16 Febbraio 2024 - 10:44

Come si era conclusa la vecchia serie animata degli anni 90? Il Professor Xavier era davvero morto? (No)

Deadpool & Wolverine, il trailer spiegato a mia nonna 12 Febbraio 2024 - 9:44

Tutto quello che abbiamo scovato nel teaser di Deadpool & Wolverine.

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI