Hugh Grant è di poche parole, la sua intervista agli Oscar diventa virale

Hugh Grant è di poche parole, la sua intervista agli Oscar diventa virale

Di Lorenzo Pedrazzi

A ogni edizione degli Oscar c’è sempre qualcuno che, volente o nolente, riesce a guadagnarsi le prime pagine senza essere candidato. Nel caso di Hugh Grant, però, l’attore inglese non voleva attirare così tanto l’attenzione… anzi, probabilmente non voleva nemmeno uscire di casa.

Invitato alla cerimonia di ieri sera per presentare la categoria delle Migliori Scenografie, Grant è stato intervistato sul red carpet da Ashley Graham, conduttrice di Countdown to the Oscars, ma è chiaro fin dalle prime battute che l’ex divo delle commedie romantiche avrebbe preferito essere altrove.

Grant non è minimamente impressionato dagli Academy Awards, che paragona a una «fiera della vanità». Si riferisce al romanzo di William Makepeace Thackeray (in originale Vanity Fair), ma l’intervistatrice crede stia parlando dell’omonima rivista, sponsor della serata. Quando gli viene chiesto se abbia particolari aspettative, e se spera che vinca qualcuno in particolare, lui risponde: «No, nessuno in particolare». È palesemente a disagio – altri direbbero malmostoso – e il resto dell’intervista non migliora. Domandatogli cosa stia indossando, Hugh Grant replica «Il mio completo!», e poi afferma di non ricordare chi sia il sarto. Infine, Graham gli chiede come sia stato recitare in Glass Onion, ma l’attore continua a non avere molto da dire:

«Beh, [nel film] ci sono a malapena, compaio per tipo tre secondi.»
«Però ti sei divertito, giusto?»
«Beh… quasi.»

Da notare la sua espressione sorniona quando Graham lo saluta.

Ovviamente su internet si sono scatenate le critiche, ma anche i sostenitori non mancano. C’è da dire che, per quanto l’intervistatrice abbia solo fatto il suo lavoro, le domande non erano proprio irresistibili: si tratta sempre della solita banalità da cerimonia, piena di frasi fatte e sorrisi forzati. Hugh Grant non ha voluto nascondersi dietro la retorica, e ha risposto senza troppi filtri (peraltro con una sottile ironia che gli statunitensi, abituati a controllare ogni minimo aspetto di questi eventi, difficilmente capiscono o accettano).

«Praticamente uno scroto»

Il sarcasmo – stavolta autoironico – si è ripetuto sul palco. Affiancato da Andie MacDowell, l’attore ha dichiarato:

Lo scopo [della nostra presenza qui] è duplice. Il primo è sottolineare la vitale importanza di una buona crema idratante. Andie ne ha usata una ogni giorno per tutta la sua vita, io invece no. Lei è ancora bellissima. Io sono praticamente uno scroto.

Insomma, la star di Notting Hill ha davvero lasciato il segno sulla cerimonia… anche se, forse, non era questa la sua intenzione.

Cliccate qui per l’elenco dei vincitori.

Fonte: The Guardian

LEGGI ANCHE

Sherlock: Mark Gatiss su un potenziale film 15 Aprile 2024 - 20:00

Rivedremo mai Benedict Cumberbatch e Martin Freeman nei panni di Sherlock Holmes e del dottor John Watson? Mark Gatiss su un potenziale film

Da Rick and Morty a One-Punch Man: Dan Harmon e Heather Anne Campbell riscriveranno la sceneggiatura 15 Aprile 2024 - 19:15

Cambio di sceneggiatore per il film live action hollywoodiano di One-Punch Man, a bordo le menti dietro a Rick and Morty

Una Storia Nera: dal libro al grande schermo, il trailer del film di Leonardo D’Agostini 15 Aprile 2024 - 18:30

Una Storia Nera, tratto dall'omonimo romanzo di Antonella Lattanzi, è il nuovo film diretto da Leonardo D’Agostini, con Laetitia Casta e Andrea Carpenzano.

Il Regno del Pianeta delle Scimmie, una nuova clip e uno spot in italiano 15 Aprile 2024 - 17:45

Sono disponibili una nuova clip, uno spot e il poster italiano de Il Regno del Pianeta delle Scimmie, in uscita l'8 maggio nelle sale.

X-Men ’97 – Episodio 3: omaggi e citazioni 28 Marzo 2024 - 8:31

Curiosità, riferimenti, easter egg e omaggi ai fumetti nel terzo episodio di X-Men '97.

Kong contro Mechani-Kong: l’altro King Kong giapponese – Godzillopedia capitolo 4 26 Marzo 2024 - 8:00

Il secondo film della giapponese Toho dedicato a King Kong: Kong contro Mechani-Kong.

X-Men ’97 è una bomba (la recensione senza spoiler dei primi tre episodi) 20 Marzo 2024 - 8:01

X-Men '97 è la migliore cosa che potesse capitare a un vecchio fan dei mutanti Marvel, animati, a fumetti o entrambe le cose.

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI