Guardiani della Galassia Vol. 3, il trailer spiegato a mia nonna

Guardiani della Galassia Vol. 3, il trailer spiegato a mia nonna

Di DocManhattan

Oggi è un giorno se non impegnativo, almeno particolarmente impegnato per mia nonna. In scia al veloce spiegone sul trailer di Transformers: Il Risveglio, arriva infatti quello per Guardiani della Galassia Vol. 3. In cui Bowie è un’astronave, Peter Quill è triste e tutti sono proprio convinti che Rocket farà una brutta fine nel film…

Guardiani della Galassia vol 3 trailer spiegato Bowie

THERE’S A STARMAN, WAITING IN THE SKY

Su quella che ha tutta l’aria di essere una città della Terra vediamo planare la Bowie, la nuova nave dei Guardiani della Galassia, già vista nello speciale natalizio su Disney+. Ricordiamo che quella classica, la Milano, è rimasta – scassata – su Berhert in Guardiani della Galassia Vol. 2, perché Rocket non ha fatto in tempo a ripararla. Negli ultimi due film degli Avengers e in Thor: Love & Risateregistrate, gli Avengers stessi e la banda di Starlord hanno usato invece la Benatar. Ma si vede che consumava troppo.

Guardiani della Galassia vol 3 trailer spiegato costumi

“LA GALASSIA RECLAMA I SUOI GUARDIANI…”

…dice Peter nell’inquadratura successiva, con i Guardiani avvolti in delle tute blu scuro e vinaccia, da poliziotti delle stelle. Sono un omaggio ai Guardiani a fumetti di Dan Abnett e Andy Lanning, la coppia di sceneggiatori che nel 2008, sulle pagine di Annihilation: Conquest, hanno dato vita alla nuova formazione della squadra. Quella poi portata nell’MCU, e che oggi conosce tutto il pianeta.

Dopo l’equivoco della pallonata con gli abitanti della cittadina (decisamente non terrestri), segue tutta una carrellata di volti tristi. Peter, ma soprattutto un roditore dai tratti familiari. Vedremo il passato di Rocket, pare, e unendo i puntini – James Gunn ha dichiarato che questo sarà l’ultimo film dei Guardiani, visto che ha un certo ruolo ora per i film della Distinta Concorrenza; nell’inquadratura precedente con la squadra Rocket non c’è – in tanti pensano che il procione dal grilletto facile doppiato in originale Bradley Cooper ci lascerà le penne. Cioè, il pelo. Riprendiamo il discorso tra un attimo.

Guardiani della Galassia vol 3 trailer spiegato

Dopo aver reso omaggio ai Teletubbies a 2001: Odissea nello spazio,

Guardiani della Galassia vol 3 trailer spiegato

aver salutato Gamora (che è morta, e infatti questa è quella del passato, riportata in pista Avengers: Endgame) che guarda con trasporto le polaroid scattate in quell’estate del ’94 a Trebisacce (CS), e aver fatto una veloce capatina a Knowhere con Nebula che porta in braccio – stile Pietà di Michelangelo – un Quill presumibilmente svenuto, si torna infatti da Rocket, che “ha smesso di scappare”, dice. Uhm.

Guardiani della Galassia vol 3 trailer spiegato

DARWINISMO IN FAST FORWARD

Questo soggetto, incorniciato da un altro omaggio a 2001 di Kubrick, la ginnastica a gravità ridotta, è invece l’Alto Evoluzionario interpretato da Chukwudi Iwuji (John Wick – Capitolo 2, Peacemaker). Creato da Stan Lee e Jack Kirby sulle pagine di Thor nel 1966, l’Alto Evoluzionario è nei fumetti Marvel un genetista nato in Inghilterra ma ben presto stancatosi del nostro pianeta, tanto da portare i suoi esperimenti nello spazio. Esperimenti che includevano innanzitutto lo sviluppo evolutivo accelerato di animali, trasformati in creature antropomorfe da lui chiamate Nuovi Uomini (New Men).

E quale animale trasformato in una creatura antropomorfa da “scienziati alieni” abbiamo nei Guardiani?

Guardiani della Galassia vol 3 trailer spiegato Rocket storia

Quello che vediamo abbracciato a una lontra, che si chiama Lylla, nei fumetti è in giro dall’82 ed è l’erede del più grande impero galattico… nella produzione dei giocattoli. La storia d’amore di Lylla e Rocket è stata raccontata anche nel videogioco ad episodi Guardians of the Galaxy: The Telltale Series.

Sempre Rocket dice “Voleremo via insieme, un’altra volta”. E lo dice con gli occhi lucidi, ferito, steso su un tappeto di bossoli dei colpi esplosi, in quello che ha proprio tutta l’aria di essere il suo saluto non solo ai compagni, ma al pubblico. Mettiamoci quelle immagini di Peter (accanto a quelli che sembrano proprio dei tubi di un macchinario per la rianimazione) e Mantis disperati, e tutto sembra spingere in una direzione.

Non fosse che l’MCU ci ha abituato ai trailer trappola e, soprattutto, così sembra DAVVERO tutto già scritto. Magari non sarà Rocket a passare a miglior vita. O forse non toccherà *solo* a Rocket. Certo che un finale dalla componente drammatica, per una squadra sgangherata di eroi casinisti, sarebbe forte (oltre che l’esatto contrario della parabola seguita nell’MCU da Thor, da figura shakespeariana a macchietta). Del resto, i Guardiani sono così amati dai fan dell’MCU che la componente cuore e famiglia, per dirla alla Toretto, potrebbe funzionare. Vedremo.

Guardiani della Galassia vol 3 trailer spiegato Adam Warlock

GOLDEN BOY

Ah, sì. Nel trailer c’è anche l’Adam Warlock di Will Poulter (Maze Runner,Black Mirror: Bandersnatch), con la pelle dorata e il simpatico teschietto al collo da tamarro delle giostre. Chi sia nei fumetti Adam Warlock e che ci facesse una sua imbozzolatissima versione in una scena mid-credits di Guardiani vol. 2 lo si riepilogava qui.

Guardiani della Galassia vol. 3 arriverà in sala da noi il prossimo 3 maggio.

LEGGI ANCHE

X-Men ’97: che fine ha fatto Xavier (e perché ora c’è Magneto con gli X-Men)? 16 Febbraio 2024 - 10:44

Come si era conclusa la vecchia serie animata degli anni 90? Il Professor Xavier era davvero morto? (No)

Shōgun, il Game of Thrones dei samurai (niente spoiler, tranquilli) 8 Febbraio 2024 - 8:58

Abbiamo visto Shōgun, la miniserie in arrivo su Disney+ il 27 di questo mese, e ci è decisamente piaciuta.

Masters of the Air e altre serie Apple TV+ notevoli 1 Febbraio 2024 - 9:58

I cieli della Seconda Guerra Mondiale, le avventure di Ted Lasso e tanto, tanto altro. Di cui nessuno probabilmente vi parla.

We Are the World: tutto in una notte 30 Gennaio 2024 - 16:37

Il documentario che spiega come We Are the World fu provata e incisa da 40 stelle della musica in un'unica notte.

Dune – Parte Due, cosa e chi dovete ricordare prima di vederlo 27 Febbraio 2024 - 11:57

Un bel ripassino dei protagonisti e delle loro storie, se è passato un po' di tempo da quando avete visto Dune.

City Hunter The Movie: Angel Dust, la recensione 19 Febbraio 2024 - 14:50

Da oggi al cinema, per tre giorni, il ritorno di Ryo Saeba e della sua giacca appena uscita da una lavenderia di Miami Vice.

X-Men ’97: che fine ha fatto Xavier (e perché ora c’è Magneto con gli X-Men)? 16 Febbraio 2024 - 10:44

Come si era conclusa la vecchia serie animata degli anni 90? Il Professor Xavier era davvero morto? (No)

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI