L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Warner Bros. Discovery: HBO Max e Discovery+ in una nuova piattaforma, il lancio nel 2023

Warner Bros. Discovery: HBO Max e Discovery+ in una nuova piattaforma, il lancio nel 2023

Di Marlen Vazzoler

Nell’estate del 2023 Warner Bros. Discovery ha intenzione di lanciare una nuova piattaforma che combinerà HBO Max e Discovery+, il nome non è stato ancora svelato.

JB Perrette, CEO e presidente di WBD per lo streaming globale e l’interattività, lo ha annunciato ieri sera nel corso della chiamata agli utili del secondo trimestre di WBD.

Ha affermato che i due servizi sono “unici” e “complementari”, ma ha ammesso che sono molto diversi in termini di modalità di fruizione dei contenuti da parte degli abbonati.

Perrette ha sottolineato che HBO Max è più orientato alla visione di programmi come Succession e l’imminente serie House of the Dragon, mentre Discovery+ è più orientato alla “visione confortevole”, che favorisce la fidelizzazione degli abbonati. Ha aggiunto:

“Si tratta di due componenti fondamentali e potenti di un business di abbonamento forte e sostenibile. Insieme alla nostra collezione di franchise e personaggi di marchi riconosciuti a livello mondiale, è una combinazione senza precedenti in un mercato già affollato”.

Abbonati

Nel secondo trimestre, WBD ha dichiarato che gli abbonati a HBO Max, HBO e Discovery+ sono stati complessivamente 92,1 milioni, con un aumento di 1,7 milioni rispetto ai 90,4 milioni del trimestre precedente. Rispetto a un anno prima, gli abbonati sono aumentati del 22%, pari a 75,8 milioni su base proforma.

Zaslav ha ammesso che il servizio di streaming raggiungerà il pareggio solo quando aggiungerà altri 40 milioni di abbonati, probabilmente nel 2024 o 2025.

Struttura

Gli esecutive hanno rivelato che il servizio utilizzerà la struttura tecnologica di Discovery+, puntando a incorporare molte delle amate funzioni di HBO Max.

I massimi dirigenti di Warner Bros. Discovery hanno confermato a TheWrap che ci saranno in futuro altri licenziamenti, soprattutto in ambito unscripted, dal punto di vista tecnologico, del marketing e del back office. E la reazione degli uffici della HBO a New York e Los Angeles è stata specifica.

“Stanno tutti impazzendo”, ha detto un importante agente di Hollywood, e che: “Tutto quello che so è che stanno per fondere HBO Max con HBO, e ci saranno dei licenziamenti”.

La speranza è di ridurre i deficit di ogni singolo servizio, come le prestazioni e i problemi dei clienti di Max e le limitate funzioni per i consumatori di Discovery+.

Ha dichiarato un insider della società:

“Tutti alla Warner Bros. Discovery sono nervosi al momento, e [stanno] iniziando a valutare opzioni di lavoro alternative nel caso in cui vengano licenziati. Sembra che con l’acquisizione di HBO Max non si occupino più di show scripted, quindi in generale meno show scripted”

Secondo due fonti di The Wrap il taglio del personale impegnato nello sviluppo a HBO Max ammonterà al 70%.

“HBO Max ha un team di sviluppo, che comporta un sacco di spese generali. E perché serve un team di sviluppo sia per HBO che per HBO Max? È ridondante. Basta che il team di Casey Bloys si occupi dello sviluppo di tutte le serie televisive”.

Un portavoce dell’azienda ha però smentito la cifra del 70% di licenziamenti, affermando che ce ne saranno alcuni nello sviluppo non sceneggiato, ma soprattutto nel settore tecnico, nel marketing e nel back office.

Il team

Zaslav ha aggiunto che la maggior parte del top team del Chief Content Officer Casey Bloys di HBO & HBO Max è stata “blindata”, anche se si è rifiutato di fare i nomi dei dirigenti.

Ha anche rivelato che tutti i creativi dell’azienda si incontrano ora una volta alla settimana nel lotto dello studio.

“È un’iniziativa che abbiamo avviato con me sul campo, di persona, oltre alle molteplici riunioni generali dello staff. Ma le riunioni creative tutti insieme sono state davvero efficaci e un modo per parlare non solo di storytelling, ma anche di come condividere i contenuti e di come aiutarci a vicenda con i grandi talenti”.

HBO e HBO Max

Parlando di Bloys e del suo team, Zaslav ha rivelato che “spenderemo molto di più” nel 2022 e 2023 rispetto al 2020 e 2021. Ha spiegato:

“La qualità è quello che conta. La qualità è quello che Casey e la sua squadra stanno consegnando. È la migliore squadra del settore. Stiamo raddoppiando la squadra di HBO. Sono tutti vincolati da un contratto e spenderemo molto di più quest’anno e l’anno prossimo rispetto a quanto abbiamo speso l’anno scorso e l’anno precedente”.

Zaslav ha poi respinto le voci secondo cui la programmazione di HBO Max sarebbe stata ridotta in modo significativo. Ha detto:

“Oggi c’è stato un po’ di fermento su HBO Max, inizieremo a fare meno serie e la nostra strategia è quella di abbracciare e sostenere e poi guidare l’incredibile successo che HBO Max sta avendo. Il merito è della cultura e del gusto di Casey [Bloys] e del team, che non solo leggono i copioni, ma lottano con tutti i creativi per rendere il contenuto e la narrazione i più forti possibili. È un momento davvero unico. Pensiamo che sia una risorsa straordinaria, un vantaggio straordinario”.

Secondo le fonti di Deadline la spesa per i contenuti di HBO Max dovrebbe aumentare, anche se l’impatto dell’aumento sarà probabilmente attenuato dall’inflazione.

Tagliati i contenuti per ragazzi

In questi giorni HBO Max ha cancellato Gordita Chronicles e la serie prescolare Little Ellen di Ellen DeGeneres, non sono cancellazioni isolate ma fanno parte di un progetto più ampio.

Lo streamer ha dichiarato tramite un portavoce che: “La programmazione live-action per bambini e famiglie non farà parte della nostra programmazione nell’immediato futuro”.

Il direttore finanziario di Warner Bros. Discovery, Gunnar Wiedenfels, ha confermato che i contenuti per bambini e di animazione, sia per lo streaming che per le reti lineari, saranno tagliati senza un adeguato investimento a loro favore.

Wiedenfels ha aggiunto che questi risparmi includeranno anche i tagli ai film in streaming, la chiusura di CNN+, l’uscita dai contenuti locali nei mercati internazionali e la ristrutturazione del portafoglio di contenuti scripted sulla rete lineare.

Ha aggiunto che l’azienda si appresta anche a ridurre significativamente le vendite di contenuti esterni, in quanto darà la priorità a HBO Max. In particolare, verranno bloccati i nuovi accordi di licenza.

LANCIO

Perrette ha spiegato che, man mano che il lavoro di sviluppo e i test saranno completati, esplorerà anche i modi per accelerare il lancio.

Ha dichiarato:

“Il nostro obiettivo principale per il lancio sarà nei mercati in cui HBO Max è già stato lanciato. Prevediamo di lanciare il servizio in sequenza a partire dagli Stati Uniti la prossima estate. L’America Latina seguirà più avanti nel corso dell’anno. I mercati europei con HBO Max seguiranno all’inizio del 24, con ulteriori lanci e territori chiave dell’Asia-Pacifico e alcuni nuovi mercati europei in arrivo nel 2024”.

L’attuale piano 2025 non include UK, Germania e Italia, a causa degli accordi di produzione esistenti con Sky. Perrette ha aggiunto che ci sono “significative opportunità di espansione” in futuro.

Prevedono di aggiungere più di 40 milioni di abbonati entro il 2025, portando il totale a circa 130 milioni di abbonati globali.

Perette ha dichiarato che Warner Bros. Discovery fornirà maggiori dettagli sui suoi potenziali piani FAST durante la giornata dedicata agli investitori prevista per la fine del 2022.

Negli Stati Uniti, gli operatori del segmento FAST in rapida crescita includono Pluto TV di Paramount, Tubi di Fox, Freevee di Amazon (ex IMDb TV) e Roku Channel.

L’offerta

Zaslav ha inoltre dichiarato che, quando il nuovo servizio avrà preso piede, l’azienda ha intenzione di fornire l’opzione di streaming gratuito e supportato da pubblicità con alcuni dei suoi contenuti, nell’ambito di un “approccio diversificato” allo streaming.

Ha spiegato:

“La nostra strategia di streaming si è evoluta nel corso dell’ultimo anno e riflette l’importanza del servizio,
piuttosto che la dipendenza dallo [streaming]”

Infine ha aggiunto che l’azienda lancerà il suo servizio gratuito o “FAST”, quando il servizio SVOD sarà saldamente affermato sul mercato:

“Vediamo un potenziale reale e stiamo esplorando l’opportunità di un’offerta di streaming [TV] FAST, ovvero gratuita e supportata da annunci, che dia ai consumatori che non vogliono pagare un abbonamento l’accesso ai contenuti della grande libreria.”

Fonti Deadline, The Wrap, The Wrap, The Wrap, Deadline

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Steve Martin ha intenzione di ritirarsi dopo Only Murders in the Building 10 Agosto 2022 - 21:30

Il veterano attore, comico e sceneggiatore ha deciso che non cercherà altri ruoli dopo che sarà finita la serie Hulu

Pennyworth: la serie cambia titolo, ecco il trailer della stagione 3 10 Agosto 2022 - 21:15

La stagione 3 di Pennyworth, la serie prequel di Batman incentrata sulle avventure del giovane Alfred, arriverà su HBO Max a ottobre.

House Of Hammer: il trailer della docuserie su Armie Hammer e la sua famiglia 10 Agosto 2022 - 20:30

Le accuse di abusi mosse contro Armie Hammer non sarebbero che la punta dell'iceberg nella storia della famiglia Hammer

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.

MCU, perché è molto importante aver annunciato due nuovi film degli Avengers 25 Luglio 2022 - 10:06

Quello che mancava nell'MCU: una nuova pianificazione, per i prossimi tre anni, con due film degli Avengers in chiusura.