L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Hulu ordina la serie di Lee Daniels su Sammy Davis Jr.

Hulu ordina la serie di Lee Daniels su Sammy Davis Jr.

Di Marco Triolo

Il progetto era in ballo da tempo, ma ora è arrivato l’ordine ufficiale di Hulu: la serie su Sammy Davis Jr. prodotta da Lee Daniels si farà. Sarà composta da otto episodi e interpretata dal cantante e attore Elijah Kelley (Hairspray, The Butler) nei panni del celebre performer.

Lee Daniels dirigerà i primi due episodi. Kelley produrrà e collaborerà alle musiche originali della serie. Inizialmente, il progetto vedeva coinvolta anche la Playtone di Tom Hanks, ma Deadline non ne fa menzione ora. La serie su Sammy Davis Jr. sarà prodotta da 20th Television e basata sul libro In Black and White: The Life of Sammy Davis, Jr. di Wil Haygood.

La sinossi ufficiale:

Sammy Davis Jr. iniziò da bambino come star dei palchi vaudeville e divenne uno dei più famosi uomini di spettacolo afro-americani degli anni ’50 e ’60 (e l’unico membro nero del Rat Pack di Frank Sinatra). Allo stesso tempo, passò gran parte della sua carriera circondato da controversie e derisioni – tra le storie d’amore con star del cinema bianche, il matrimonio con l’attrice svedese May Britt, la sua conversione all’ebraismo, l’amicizia con i Kennedy (e in seguito Richard Nixon) e i suoi problemi con alcol e droghe.

Attualmente non si sa né dove né quando si svolgeranno le riprese. Da noi potrebbe arrivare su Disney+.

Un vero pioniere

Sammy Davis Jr. fu uno dei primi artisti afro-americani a sfondare la barriera dei pregiudizi razziali per registrare un forte consenso presso il pubblico bianco. Fu grazie all’amicizia con Frank Sinatra e al suo ingresso nel Rat Pack che divenne una vera celebrità. E si costruì anche una carriera al cinema, apparendo nell’originale Ocean’s 11, ovvero Colpo grosso, oltre che in Tre contro tutti e La corsa più pazza d’America.

Davis era noto per due importanti storie d’amore interrazziali, in un’epoca in cui in molti stati americani ancora vigeva la segregazione. La prima con l’attrice Kim Novak, che Davis fu costretto a terminare dopo aver ricevuto minacce di menomazioni fisiche da gangster al soldo del presidente della Columbia Pictures Harry Cohn. La seconda con la svedese May Britt, che Davis infine sposò e da cui ebbe tre figli negli otto anni di matrimonio.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

I 30 anni di Alien 3: com’è invecchiato il divisivo sequel di David Fincher? 22 Maggio 2022 - 11:00

Sono passati trent'anni dall'uscita di quello che forse è il sequel meno originale della saga di Alien. Ma se la merita questa reputazione?

Spider-Man 4 – Il presidente di Sony Pictures è ottimista sul sequel 22 Maggio 2022 - 10:00

Tom Rothman spero di cominciare a lavorare su Spider-Man 4, e che gli attori torneranno nei rispettivi ruoli.

Box Office Italia: Top Gun Maverick vola in prima posizione grazie alle anteprime 22 Maggio 2022 - 9:43

Le anteprime nazionali di Top Gun: Maverick sono riuscite a togliere Doctor Strange nel Multiverso della Follia dalla vetta del podio.

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.

She-Hulk, il trailer spiegato a mia nonna 18 Maggio 2022 - 8:43

Finalmente la She-Hulk di Tatiana Maslany in azione e... ma chi sono tutti quei tizi?

Bang Bang Baby, episodi 6-10: una chiusura col botto (no spoiler) 16 Maggio 2022 - 14:45

Sì, anche il secondo blocco di episodi di Bang Bang Baby, la serie di Prime Video, merita assolutamente la visione.