L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Olivia Wilde e la strana busta ricevuta al CinemaCon: erano documenti legali di Jason Sudeikis

Olivia Wilde e la strana busta ricevuta al CinemaCon: erano documenti legali di Jason Sudeikis

Di Marco Triolo

Non sarà lo schiaffo di Will Smith, ma la scenetta avvenuta nei giorni scorsi al CinemaCon di Las Vegas, durante la presentazione di Don’t Worry Darling da parte della regista Olivia Wilde, è stato comunque uno schiaffo morale per tutti i coinvolti. In primis per Olivia Wilde, che si è vista consegnare, mentre era sul palco di fronte a una platea di quattromila persone, una misteriosa busta con su scritto “Personale e riservato”. Subito si è pensato che la busta, fatta scivolare sul palco da una persona non identificata, contenesse uno script. Ma poi si è scoperto che, invece, conteneva dei documenti legali concernenti l’affidamento dei figli avuti da Wilde con Jason Sudeikis, da cui si è separata nel 2020.

L’attrice e regista ha raccolto la busta chiedendo: “Questa è per me?”. L’ha poi aperta e ha proseguito senza scomporsi la presentazione di Don’t Worry Darling. L’incidente potrebbe spingere gli organizzatori a rivedere le misure di sicurezza dell’evento e, soprattutto, la politica delle ammissioni. Se non si è membri dell’industria, per accedere al CinemaCon bisogna acquistare un badge. Gli organizzatori non sono riusciti a identificare la persona in questione, né a sapere come sia entrata nel Colosseum del Caesars Palace. Ed è un bel problema. Mitch Neuhauser, Managing Director del CinemaCon, ha dichiarato:

Mai nella storia della convention era accaduto che un delegato si fosse avvicinato al palco senza essere autorizzato a farlo. Alla luce di questo incidente, stiamo rivalutando le nostre procedure di sicurezza per assicurare l’incolumità di tutti i partecipanti.

Jason Sudeikis non ne sapeva nulla

La mossa di consegnare i documenti a Olivia Wilde durante il panel del CinemaCon è stata orchestrata dai legali di Jason Sudeikis, ma la star di Ted Lasso, a detta sua, non ne sapeva nulla. Stando al portavoce dell’attore, Sudeikis “non era a conoscenza del tempo e del luogo in cui la busta sarebbe stata consegnata, dato che questo spettava solamente alla compagnia di notifica coinvolta”. Sudeikis “non tollererebbe mai che i documenti le venissero consegnati in modo così inappropriato”. A quando pare, l’attore è molto contrariato da quanto avvenuto.

Un episodio davvero increscioso, che mette ancora una volta in luce la disparità di trattamento tra uomini e donne in un’industria che ha ancora un percorso lungo davanti. Tanto di cappello a Olivia Wilde per aver reagito con tale professionalità di fronte a un fatto così umiliante.

Fonte: Deadline

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Echo – Le riprese continuano, ecco il nuovo logo 25 Maggio 2022 - 14:30

La head writer Marion Dayre pubblica una foto dal set di Echo che svela il nuovo logo della serie Marvel per Disney+.

Fabio Rovazzi, Lillo e Michela De Rossi parlano di Con chi viaggi, la nostra intervista 25 Maggio 2022 - 13:30

La nostra Sonia Serafini ha incontrato Fabio Rovazzi, Lillo e Michela De Rossi e ha parlato con loro di Con chi viaggi. La video intervista.

It’s a Jurassic World… ma sarebbe niente senza Jurassic Park 25 Maggio 2022 - 12:45

Sono passati quasi trent'anni, ma il primo Jurassic Park è ancora un gioiello. Ecco come nasce un capolavoro

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.