L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Better Call Saul, stagione 6: bentornato, Jimmy (no spoiler)

Better Call Saul, stagione 6: bentornato, Jimmy (no spoiler)

Di DocManhattan

E così è iniziata. Il primo di una serie di martedì su cui si snoderà la corsa verso il gran finale di una delle mie serie preferite. Non solo degli ultimi anni, si badi, ma probabilmente di sempre. Better Call Saul avrebbe dovuto essere quando l’abbiamo vista arrivare, sei anni fa, un semplice spin-off di Breaking Bad, con la storia dell’avvocato traffichino Saul Goodman e dei suoi completi inguardabili. E invece. Stagione dopo stagione, le vicende di Jimmy McGill/Saul Goodman e dei vari comprimari dello show di Vince Gilligan e Peter Gould sono diventate molto altro. Al punto da lasciarsi alle spalle perfino l’ingombrante eredità di Breaking Bad, anche quando continuano a giocare con volti e storie noti. Al punto da lasciarci, noi spettatori, un pezzo di cuore.

VINO, ROSE E BAFFI

Oggi, dopo l’anno di buco a causa della produzione di El Camino (vabbè…) e dopo lo spavento che ci ha fatto prendere Bob Odenkirk per i problemi di salute che ha avuto, la giostra è ripartita. Sono arrivati su Netflix “Wine and Roses” e “Carrot and Stick”, i primi due dei tredici episodi della sesta e ultima stagione di Better Call Saul.

Un primo lotto di episodi che ci terrà compagnia a cadenza settimanale da qui fino a maggio, seguito da un secondo blocco tra luglio e agosto. Per chiudere tutto, collegare i fili ancora penzolanti, dare un passato ai personaggi già visti in Breaking Bad, e un destino a tutti gli altri. Perché, sì, di carne al fuoco ce n’è tanta… e dov’è che eravamo rimasti?

Better-Call-Saul Stagione 6

LALO CONTRO TUTTI

Nel 2020, avevamo lasciato le pedine della storia sparpagliate al di qua e al di là del confine con il Messico. Jimmy ancora scosso da quella lunga scarpinata nel deserto, durante la quale aveva salvato la buccia per un pelo; Kim alle prese con la sua scelta di lasciare la Schweikart & Cokely e dedicarsi solo ai casi delle persone in difficoltà; Ignacio “Nacho” Varga e Mike Ehrmantraut coinvolti a vario titolo nel tentativo di far fuori Lalo Salamanca per conto di Gustavo Fring. Solo che Lalo è sopravvissuto al tutto, come un John Matrix addestrato da MacGyver, e ora le cose si fanno complicate per tanti. Il numero di cavoli amari, in buona sostanza, è misurabile solo nella serie infinita di “bing” del campanello dello zio Hector.

Il punto è che quelle pedine, in Better Call Saul, non stanno mai ferme. In una storia corale che ti spinge a interessarti della sorte di tutti, sullo sfondo sempre virato al giallo di Albuquerque, New Mexico, o del Messico vero e proprio oltre confine, la tensione monta sempre su più fronti. Un attimo prima ti chiedi se Nacho ne uscirà vivo, quello dopo a tenerti sulle spine è l’ennesimo numero alla Amici Miei messo in piedi da Jimmy, o la dote di Mike di fare il Signor Wolf e risolvere problemi. Quasi senza accorgertene, stringi le unghie contro il palmo delle mani e ti chiedi come farai ad aspettare un’intera settimana. Miseria ladra.

Better-Call-Saul Stagione 6

Di fondo, le domande che continuano a volteggiare sulla testa dei fan sono sempre le stesse. Che fine faranno alcuni di questi personaggi, segnatamente quelli che in Breaking Bad non abbiamo visto? Che ne sarà di Nacho? E di Kim Wexler? Proprio come Breaking Bad, Better Call Saul si diverte a giocare con i salti nel tempo: il prologo di ogni episodio ti mostra un altro pezzetto di quello che è successo dopo. Dopo Breaking Bad, dopo la fuga di Saul, dopo. Solo un pezzetto, però, in modo da fartene desiderare ancora.

È come un puzzle in cui pian piano ogni pezzo va al suo posto, colmando i buchi, sì, ma con una lentezza disarmante. Solo che se un tempo quel quadro da completare poteva essere una delle ragioni che inchiodava il pubblico allo schermo, ora non è più necessariamente così.

Better-Call-Saul Stagione 6

UN LESTOFANTE DAL CUORE BUONO

Certo, ci siamo affezionati così tanto a questa figura meravigliosa, a questo incredibile cialtrone dal cuore buono, per tutti gli sbagli che ha pagato in prima persona; ci importa davvero di questo personaggio ormai così sfaccettato da essere un lontano parente della macchietta gesticolante di Breaking Bad. E certo, vogliamo conoscere tutta la sua storia, il prima, il durante, il dopo. Ma non per quello che significano nel mondo di Breaking Bad, nel quadro generale creato da Vince Gilligan. Ma semplicemente perché Jimmy è un mascalzone a cui vogliamo ormai un gran bene.

Per la stessa ragione, l’annunciata comparsata del signor White e di Jesse Pinkman in questo finale di Better Call Saul mi ha lasciato piuttosto freddo. Sono stato ai tempi un grande fan di Breaking Bad, ma El Camino è stata una rimpatriata più che sufficiente. Il palcoscenico, per quanto mi riguarda, ora è tutto per Jimmy, Kim, Mike e gli altri.

Devo solo capire come far passare più in fretta le prossime settimane.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

La serie Netflix con Arnold Schwarzenegger ha trovato un regista 23 Maggio 2022 - 21:45

La serie sarà incentrata su un padre e una figlia che scoprono di lavorare entrambi per la CIA dopo molti anni

Giustizia privata: in arrivo un sequel del film con Gerard Butler 23 Maggio 2022 - 21:15

Il sequel sarà scritto dallo stesso sceneggiatore dell'originale, Kurt Wimmer, e prodotto da Gerard Butler

More than I remember: L’anteprima europea ad Annecy 2022 23 Maggio 2022 - 21:09

La storia di Mugeni porta attenzione alla negazione della cittadinanza e alla crisi umanitaria che si sta verificando nel sud-est del Congo

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.

She-Hulk, il trailer spiegato a mia nonna 18 Maggio 2022 - 8:43

Finalmente la She-Hulk di Tatiana Maslany in azione e... ma chi sono tutti quei tizi?

Bang Bang Baby, episodi 6-10: una chiusura col botto (no spoiler) 16 Maggio 2022 - 14:45

Sì, anche il secondo blocco di episodi di Bang Bang Baby, la serie di Prime Video, merita assolutamente la visione.