L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Book of Boba Fett: la recensione del secondo episodio

The Book of Boba Fett: la recensione del secondo episodio

Di Marco Triolo

Il secondo episodio di The Book of Boba Fett è la riprova di due cose. Primo, che a Jon Favreau interessa un set di cose molto specifiche in ambito Star Wars. Secondo, che non ha nessunissima fretta di raccontarle.

The Tribes of Tatooine è ancora più squilibrato del primo episodio, con l’ago della bilancia puntato decisamente verso i flashback. La trama crime avanza davvero pochissimo ed è confinata al primo quarto d’ora di un episodio da 53 minuti (lunghi titoli di coda inclusi, si intende). Poi Boba torna nella sua bella vasca e da lì ritorniamo all’accampamento dei Tusken per un’avventura iniziatica con forti echi di John Carter di Marte (a questo punto vogliamo un nuovo film diretto da Favreau!) e Balla coi lupi – il cinico uomo civilizzato che si fa strada tra i ranghi dei nativi fino a ottenerne il rispetto – che sfocia in un assalto al treno puramente western. In The Mandalorian avevamo visto un assalto alla diligenza, qui c’è l’assalto al treno, c’è John Carter… È chiaro, come dicevamo in apertura, che a Favreau interessano queste cose specifiche nel lore di Star Wars: le ascendenze western e pulp, l’immaginario da romanzo di appendice novecentesco. A un certo punto viene anche pronunciata la parola “spezia”, tanto per suggellare questo ritorno alle fonti di Star Wars tanto caro a Favreau e Dave Filoni. Roba da boomer, molto più di The Mandalorian, ma fatta bene e con lo spirito giusto, senza dimenticare che le nuove tecnologie possono dare una gran mano.

La differenza di passo rispetto a The Mandalorian comunque è evidente. Prima di tutto perché The Book of Boba Fett è una serie molto più orizzontale: sia la parte “odierna” che i flashback procedono a suon di cliffhanger e non si risolvono mai in un singolo episodio, come avviene invece nel verticale The Mandalorian, dove le sottotrame fanno da tessuto connettivo ma le trame principali si risolvono nell’arco di una puntata. E poi perché The Book of Boba Fett non è una serie interplanetaria come The Mandalorian, ma tiene i piedi fortemente ancorati al suolo sabbioso di Tatooine (di cui ci rivela un interessante dettaglio con chiari rimandi ecologisti).

In terzo luogo, lo spin-off di The Mandalorian si prende tutto il tempo che vuole. Non ha fretta Jon Favreau, forse perché non ha più la pressione che aveva con la prima serie, che oltretutto verso la fine della seconda stagione ha cominciato a connettersi in maniera più importante alla mitologia generale della caduta dell’Impero e dell’ascesa del Primo Ordine. Qui le uniche aspettative in gioco erano quelle dei fan di Boba Fett e, diciamocelo, si tratta di un gruppo abbastanza esiguo. Ok, il design di Boba piace a tutti, ma quanti di noi erano davvero curiosi di saperne di più su questo personaggio? Favreau lo sa e non si fa problemi a tradirne alcuni punti cardine da subito: nel secondo episodio Temuera Morrison è quasi sempre senza l’iconico elmo e indossa abiti diversi. Boba Fett era un non-personaggio e gli sforzi qui vanno tutti in direzione della creazione di un personaggio. Dato che di tizi silenziosi che non si tolgono mai l’elmo ne abbiamo già visti, Favreau e Filoni non si potevano ripetere e hanno preferito puntare su altro.

Detto questo, sì: l’impressione è che a Favreau interessi davvero poco raccontare quella trama à la Il padrino che tanto era stata sbandierata inizialmente, come se avesse dovuto per forza usarla per vendere il progetto alla dirigenza Lucasfilm per poi, segretamente, virare sul pulp puro a lui molto più congeniale. Alla lunga questo può rappresentare un problema, perché finora abbiamo visto poco del mondo criminale di Tatooine (per dire, quelle immagini delle riunioni con i boss locali mostrate nei trailer ancora non si sono viste), e quel poco che abbiamo visto non è entusiasmante quanto la storia della rinascita spirituale di Boba raccontata nei flashback. Ma siamo solo al secondo episodio e già Boba è vestito come quando lo abbiamo rivisto in The Mandalorian: non sembra esserci poi così tanto da raccontare ancora, e Favreau potrebbe presto dare un’accelerata al tutto. Anche se, in genere, le serie che partono con la doppia linea temporale proseguono così fino alla fine.

Piccola nota: il direttore della fotografia di questo episodio è Dean Cundey, che ha lavorato, tra gli altri, a Jurassic Park e Ritorno al futuro. Roba da boomer, massimo Generazione X. Ma fatta bene.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Moon Knight: un easter egg dei Fantastici Quattro nel trailer? 23 Gennaio 2022 - 19:00

Se venisse confermato, sarebbe un riferimento molto importante al futuro del Marvel Cinematic Universe

Da Fantasilandia a Fantasy Island, conosciamo la nuova serie in arrivo su Sky e NOW 23 Gennaio 2022 - 18:00

Con una serie sequel/reboot dell’iconica Fantasilandia, torna la magica isola in cui i sogni più nascosti diventano realtà. Conosciamo Fantasy Island.

Batgirl fugge dalle fiamme di Firefly nei nuovi video dal set 23 Gennaio 2022 - 16:00

Due nuovi video dal set di Batgirl mostrano una scena drammatica girata sulle strade di Glasgow, con Barbara Gordon e le fiamme di Firefly.

Hit-Monkey – la recensione senza spoiler: la serie TV Marvel più tarantiniana di sempre 21 Gennaio 2022 - 15:21

Arriva la nuova, esagerata serie animata Marvel: sangue, macachi, Giappone, complotti, katana e vendetta. E un migliaio di proiettili (almeno).

Young Rock: l’infanzia e la giovinezza del futuro presidente Dwayne Johnson, raccontate da The Rock 20 Gennaio 2022 - 15:05

Le nostre impressioni su Young Rock, la sitcom (ora su Sky) in cui Dwayne Johnson racconta la sua vita. E il suo futuro da presidente.

Moon Knight: il trailer spiegato a mia nonna 18 Gennaio 2022 - 8:26

Chi è Steven/Marc? E cosa c'entra l'antico Egitto? Guida veloce a Moon Knight, il nuovo super-eroe Marvel in arrivo in TV.