L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Spider-Man: No Way Home – La spiegazione delle scene dopo i titoli di coda

Spider-Man: No Way Home – La spiegazione delle scene dopo i titoli di coda

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: La recensione di Spider-Man: No Way Home

Nuovo film del Marvel Cinematic Universe, nuovo appuntamento con la nostra analisi delle scene dopo i titoli di coda: anche l’attesissimo Spider-Man: No Way Home ne ha due, ma stavolta c’è una variazione rispetto al solito. Se avete visto il film (o avete seguito i rumor), sapete a cosa mi riferisco. Comunque, proseguiamo dopo il salto perché ovviamente si tratta di spoiler

ATTENZIONE: SPOILER DA QUI IN POI

La prima scena

La prima scena, come al solito, è collocata al termine dei titoli grafici. Siamo in un bar messicano, e al bancone troviamo nientemeno che Eddie Brock (Tom Hardy), impegnato a parlare col barista di questo nuovo universo in cui è capitato. È il seguito della scena post-credits di Venom: La furia di Carnage, quando Eddie si è ritrovato nel Marvel Cinematic Universe a causa dell’incantesimo di Dottor Strange.

Eddie è stupito che esistano “supertizi” come Iron Man e Hulk in questo universo, e Venom scherza persino sul nome del Gigante Verde («E tu dicevi che Protettore Letale era un nome stupido!»). Mentre il simbionte suggerisce di fare un bagno nudi, Eddie decide che andrà a New York per parlare con Spider-Man… ma proprio in quel momento, un nuovo lampo di energia lo fa sparire, riportandolo nel suo universo. È un effetto del finale di Spider-Man: No Way Home, in cui Strange (Benedict Cumberbatch) lancia l’incantesimo per far dimenticare al mondo chi sia Peter Parker, ricacciando così tutti gli “invasori” nelle loro realtà.

E allora, questo viaggetto di Eddie nel MCU è stata solo una gag? No, perché un frammento del simbionte resta sul bancone del bar. In altre parole, significa che l’MCU potrà avere il suo Venom (magari anche più fedele ai fumetti), mentre i film con Tom Hardy proseguiranno per contro proprio. Le possibilità sono molte. Questo frammento di simbionte potrebbe attaccarsi a Peter Parker (Tom Holland) in un’eventuale prossima avventura, e poi all’Eddie Brock del MCU. Lo stesso Tom Hardy potrebbe interpretarlo, oppure un altro attore: tanto, sarebbe una “variante”.

Ovviamente queste sono solo ipotesi, non abbiamo idea di cosa faranno i Marvel Studios. Per quel che ne sappiamo, potrebbero anche usare il simbionte – e quindi il costume nero – in un adattamento delle Guerre segrete. Ma stiamo viaggiando troppo con la fantasia. I fatti per il momento sono questi: un simbionte è a piede libero nell’MCU, e potrebbe generare la celebre uniforme nera, legandosi a Peter. La nascita di Venom, poi, sarebbe una conseguenza naturale di questi eventi. Staremo a vedere.

La seconda… “scena”

Passiamo quindi al bonus finale, piazzato in coda ai titoli testuali (e persino dopo il logo di Sony Pictures). Parlo di “bonus”, e non di “scena”, poiché si tratta del teaser di Doctor Strange in the Multiverse of Madness. L’indiscrezione circolava da giorni, ed è stata confermata dai fatti. Per una volta, fa piacere vedere le prime immagini di un film direttamente sul grande schermo.

Per un’analisi dettagliata dovremo attendere l’uscita del video on-line (ammesso che venga distribuito in questa versione), ma per il momento possiamo ripercorrerlo sommariamente. È chiaro che Strange si trova a dover affrontare una minaccia dal multiverso, e lo vediamo far visita a Wanda (Elizabeth Olsen) dopo i fatti di Westview. Assistiamo ad alcune scene frammentarie ma molto suggestive, come quella in cui il tentacolare Gargantos lancia un autobus contro il Mago Supremo, e lui usa la magia per tagliarlo in due; cliccate qui per maggiori dettagli sul mostro. S’intravede anche America Chavez (Xochitl Gomez), ma solo di schiena o da lontano: evidentemente i Marvel Studios vogliono aspettare un po’ prima di svelarla nella sua interezza. L’eroina, comunque, ha il potere di saltare da una realtà all’altra, e proprio per questo potrebbe giocare un ruolo importante.

I fan noteranno il ritorno di Christine Palmer (Rachel McAdams), che appare in abito da sposa nella navata di una chiesa. Wanda indossa lo splendido costume di WandaVision, che l’ha trasformata definitivamente in Scarlet. Ritorna inoltre il Barone Mordo di Chiwetel Ejiofor, il quale rivela al protagonista che la più grande minaccia del multiverso è proprio lui, Strange stesso. Il teaser si chiude con l’inquadratura di Strange Supreme, visto in versione animata nella prima stagione di What If…?.

Per chi non lo sapesse, si tratta del Dottor Strange di una realtà alternativa in cui Christine ha perso la vita per un incidente d’auto (lo stesso incidente che, nella realtà principale, ha danneggiato le mani di Strange). Questa versione di Stephen diventa il Mago Supremo nel tentativo di cambiare il passato, ma l’impossibilità di salvare Christine lo spinge su un sentiero oscuro: comincia ad assorbire l’energia di molte creature interdimensionali, diventando spietato e inarrestabile. Sarà lui l’antagonista principale del film? È ancora presto per dirlo, ma potrebbe essere. Staremo a vedere.

Benedict Cumberbatch

LEGGI ANCHE:

Roberto Recchioni recensisce Spider-Man: No Way Home

Spider-Man lascerà l’MCU? Kevin Feige crede di no

Nel multiverso

Il film riporta in scena diversi volti noti. Ci sono Electro (Jamie Foxx), il Dottor Octopus (Alfred Molina), Goblin (Willem Dafoe), l’Uomo Sabbia (Thomas Haden Church) e Lizard (Rhys Ifans) e gli Spider-Man di Tobey Maguire e Andrew Garfield. C’è inoltre il Dottor Strange (Benedict Cumberbatch), mentre Matt Murdock (Charlie Cox) fa un cameo. Nel cast anche Arian Moayed.

La produzione

Disney e Sony Pictures hanno ritrovato l’accordo per la condivisione di Spider-Man, quindi il film è ambientato nel Marvel Cinematic Universe, come le precedenti avventure con Tom Holland. La produzione è curata dai Marvel Studios.

Il cast

Nel cast ritroviamo Tom Holland (Peter Parker / Spider-Man), Marisa Tomei (Zia May), Zendaya (MJ), Jacob Batalon (Ned Leeds), Tony Revolori (Flash Thompson) e presumibilmente anche Angourie Rice (Betty). Benedict Cumberbatch sarà Doctor Strange.

Regia

Dopo Spider-Man: Homecoming e Far From Home, la regia è nuovamente di Jon Watts.

Fonte: ComicBookMovie

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

The Book of Boba Fett – Un poster anche per Thundercat 25 Gennaio 2022 - 12:30

Il nuovo character poster di The Book of Boba Fett è dedicato al "chirurgo" transumanista interpretato da Thundercat.

The Legend of Vox Machina: che cos’è e com’è nata la nuova serie animata fantasy di Amazon 25 Gennaio 2022 - 12:23

Da Critical Role a The Legend of Vox Machina, la storia di una campagna GdR famosissima e del fenomeno che ha generato.

Netflix acquista il nuovo film di Lee Daniels, un thriller su un caso di esorcismo con Octavia Spencer e Glenn Close 25 Gennaio 2022 - 11:30

Il film sarà basato sul caso di Latoya Ammons, madre di tre figli vittime di possessioni demoniache

The Legend of Vox Machina: che cos’è e com’è nata la nuova serie animata fantasy di Amazon 25 Gennaio 2022 - 12:23

Da Critical Role a The Legend of Vox Machina, la storia di una campagna GdR famosissima e del fenomeno che ha generato.

Hit-Monkey – la recensione senza spoiler: la serie TV Marvel più tarantiniana di sempre 21 Gennaio 2022 - 15:21

Arriva la nuova, esagerata serie animata Marvel: sangue, macachi, Giappone, complotti, katana e vendetta. E un migliaio di proiettili (almeno).

Young Rock: l’infanzia e la giovinezza del futuro presidente Dwayne Johnson, raccontate da The Rock 20 Gennaio 2022 - 15:05

Le nostre impressioni su Young Rock, la sitcom (ora su Sky) in cui Dwayne Johnson racconta la sua vita. E il suo futuro da presidente.