L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Spider-Man: No Way Home, gli sceneggiatori raccontano i retroscena dell’incredibile finale

Spider-Man: No Way Home, gli sceneggiatori raccontano i retroscena dell’incredibile finale

Di Marco Triolo

ATTENZIONE: SPOILER!!!

Gli sceneggiatori di Spider-Man: No Way Home, Chris McKenna ed Erik Sommers, hanno fatto una lunga chiacchierata con The Hollywood Reporter, discutendo dei retroscena di quell’incredibile terzo atto in cui l’universo di Spider-Man si è espanso diventando allo stesso tempo mai così intimo e toccante.

Stiamo ovviamente parlando dell’entrata in scena di Tobey Maguire ed Andrew Garfield nei panni dei due precedenti Peter Parker, in un momento in cui il Peter di Tom Holland ha perso zia May per mano di Goblin. Il momento più cupo richiede l’intervento di due versioni di Peter che hanno una lunga esperienza, in fatto di lutto, perdita e sacrifici. Gli sceneggiatori spiegano che proprio la profonda conoscenza dei due attori, relativamente al personaggio, hanno permesso alla squadra di rielaborare le pagine della sceneggiatura sul set. Sommers racconta:

Avevano delle idee ed è stato molto interessante e d’aiuto starle a sentire. Nessuno conosce il personaggio – o ha riflettuto così tanto sul personaggio – come chi ha dovuto incarnarlo e venderlo. È sempre prezioso sentire cosa l’attore pensa. Ha decisamente dato forma a quello che abbiamo fatto.

McKenna aggiunge:

Si sono presentati e abbiamo rielaborato tutte le scene con gli attori, i produttori e il regista. Abbiamo rielaborato la scena del tetto della scuola e tutta quella roba, e i ragazzi si sono divertiti a improvvisare. Andrew si è identificato con il fratello di mezzo, quello solitario […]. Tobey è il fratello maggiore, quello saggio. Quello di mezzo pensa di non ricevere l’attenzione degli altri due […]. Questo lo fa ovviamente soffrire […]. La dinamica dei fratelli […] è l’esempio perfetto della loro unione, perché non sono solo dei doppi, sono diversi. Non sono la stessa persona. Partono da esperienze comuni e dallo stesso morso di ragno. Sono come fratelli.

Per questo gli sceneggiatori hanno deciso di differenziarli:

Ci siamo detti: “Dobbiamo rendere ciascuno di loro molto specifico”. Da sceneggiatori continuavamo a chiederci: “A che punto sono nelle loro vite quando entrano nel film?”. Dov’è Tobey? Non l’abbiamo ringiovanito, è un tizio di 43 anni quando entra nel film. E […] l’ultima volta che abbiamo visto Andrew Garfield, Gwen era appena morta e questo deve averlo spinto giù per una spirale oscura, forse non ne è mai uscito […]. Volevamo essere fedeli ai personaggi, riuscire a specificare chi sono senza rivelare troppo.

In particolare, Tobey Maguire voleva evitare di raccontare troppo dei trascorsi del suo Peter dopo Spider-Man 3:

Tobey voleva essere minimale in termini di informazioni. Molto, molto minimale. Andrew adorava l’idea di essere ancora torturato dagli avvenimenti di The Amazing Spider-Man 2 […]. Tobey in particolare è uscito da quell’oscurità. Per noi era bella l’idea che il Peter di Andrew fosse ancora nel mezzo di quell’oscurità. Non si presentano tipo “Siamo due fantastici cavalieri Jedi giunti per aiutarti a sconfiggere i cattivi”. Stanno affrontando i loro problemi.

La morte di zia May

McKenna approfondisce il discorso sulla morte di zia May e il parallelo con quella di zio Ben, e sul fatto che, per la prima volta nella nuova saga, sentiamo pronunciare la fatidica frase “Da un grande potere derivano grandi responsabilità”. Lo sceneggiatore spiega che lui e Sommers si sono sempre chiesti se zio Ben fosse morto come nei fumetti o meno (perché Captain America: Civil War, il film che ha introdotto il nuovo Spider-Man, non era scritto da loro, ma da Christopher Markus e Stephen McFeely):

Come funziona con il suo zio Ben? È morto come gli altri? È una scala uno a uno? È andata esattamente così? Abbiamo iniziato a pensare che forse non era così. Che forse il suo mentore era May e che aveva instillato in lui questa idea. In Civil War [Peter] non dice “Da un grande potere derivano grandi responsabilità”, ma dice qualcosa di simile: “Quando sai fare le cose che io so fare e non fai niente, allora sei responsabile”.

A proposito del finale

Nella scena finale, tutti si sono dimenticati di Peter, compresi MJ e Ned. Ora Peter è solo, del tutto orfano, ha un nuovo costume senza tecnologia Stark ed è pronto a diventare lo Spider-Man che tutti conosciamo. Spiega Sommers:

Sapevamo che saremmo andati a parare lì. Ma se ci chiedete se ci saranno altri film, possiamo dire solo che abbiamo cercato di servire la storia e raccontarne la versione migliore possibile. Finisce in un punto che potrebbe essere un finale soddisfacente per questo particolare Spider-Man, o potrebbe certamente andare avanti […]. Se ne dovessimo fare un altro, questo grande cambiamento alla fine sarebbe un enorme motore per la storia successiva.

Naturalmente, sia la produttrice Amy Pascal che il capo dei Marvel Studios Kevin Feige hanno confermato che, sì, ci saranno altri Spider-Man con Tom Holland.

Leggi anche:

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Moon Knight: il trailer spiegato a mia nonna 18 Gennaio 2022 - 8:26

Chi è Steven/Marc? E cosa c'entra l'antico egitto? Guida veloce a Moon Knight, il nuovo super-eroe Marvel in arrivo in TV.

Moon Knight – Trailer ufficiale per la serie Marvel con Oscar Isaac, dal 30 marzo su Disney+ 18 Gennaio 2022 - 7:08

In occasione della prima Luna piena del 2022 è stato svelato il trailer ufficiale di Moon Knight, che debutterà il 30 marzo su Disney+.

Boy Kills World: Andrew Koji nel film prodotto con Sam Raimi 17 Gennaio 2022 - 23:15

Andrew Koji (Snake Eyes) reciterà nell'action fantasy Boy Kills World prodotta da Sam Raimi

Moon Knight: il trailer spiegato a mia nonna 18 Gennaio 2022 - 8:26

Chi è Steven/Marc? E cosa c'entra l'antico egitto? Guida veloce a Moon Knight, il nuovo super-eroe Marvel in arrivo in TV.

The Book of Boba Fett: bestiole giganti senza Rancor(e) 13 Gennaio 2022 - 9:21

Storia breve dei Rancor, cucciolosi mostri carnivori di casa sotto la residenza di Jabba the Hutt.

Mother/Android, la recensione: apocalisse al discount 8 Gennaio 2022 - 10:06

La guerra contro le macchine di una ragazza col pancione, nel nuovo film di fantascienza con Chloë Grace Moretz appena sbarcato su Netflix.