L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Rust: ecco l’intervista integrale ad Alec Baldwin sul tragico incidente

Rust: ecco l’intervista integrale ad Alec Baldwin sul tragico incidente

Di Marco Triolo

ABC News ha postato su YouTube l’intervista di George Stephanopoulos ad Alec Baldwin, a proposito del tragico incidente che ha tolto la vita alla direttrice della fotografia Halyna Hutchins sul set del western Rust. La potete vedere, in tre parti, di seguito. Subito dopo, alcuni highlights.

Cos’è accaduto realmente?

Alec Baldwin ha detto di non aver premuto il grilletto, cosa che era già stata rivelata nel trailer uscito nei giorni scorsi. L’attore ha spiegato che la scena richiedeva che lui armasse il cane della pistola. La pistola consegnatagli dal primo assistente alla regia Dave Halls (come confermato dallo stesso Baldwin nell’intervista) avrebbe dovuto essere scarica, e questo gli era stato comunicato proprio da Halls (usando il termine tecnico “cold gun”). Baldwin ha raccontato di aver armato il cane e, su richiesta di Halyna Hutchins, che stava disponendo la macchina da presa, di aver puntato la pistola più in basso in modo che l’azione si vedesse in camera:

Ho armato la pistola e ho detto, “Si vede? Si vede?”. E poi ho lasciato andare il percussore e la pistola ha sparato.

Baldwin ha risposto ad alcuni commenti, tra cui quello di George Clooney, secondo cui l’attore avrebbe dovuto controllare la pistola di persona prima di maneggiarla:

Anni fa mi hanno insegnato che, se avessi preso in mano una pistola e avessi estratto il caricatore o manipolato la camera, me l’avrebbero sequestrata e l’avrebbero risistemata. Quando ero giovane, un attrezzista mi disse: “Non farlo”. Mi dissero anche: “Non vogliamo che l’attore sia l’ultima linea di difesa contro una catastrofica violazione di sicurezza con la pistola”.

Baldwin ha aggiunto:

Non ho premuto il grilletto. No, no, no, no, no. Non punterei mai una pistola contro qualcuno premendo il grilletto. Mai. Mi hanno insegnato così.

Complotti?

Alec Baldwin ha anche escluso l’ipotesi fatta dall’avvocato dell’armaiola Hannah Gutierrez-Reed (non assunta da lui, questo lo ha chiarito: la sua responsabilità come produttore concerneva cast e script), secondo cui la presenza di un proiettile nell’arma sarebbe riconducibile a un atto di sabotaggio. L’idea nasce dal fatto che alcuni membri della troupe avevano lasciato la produzione nelle ore precedenti l’incidente per protestare contro le condizioni di lavoro tutt’altro che ideali, in primo luogo la distanza eccessiva del loro hotel dal set. Baldwin ha detto di aver parlato con Lane Luper, primo assistente operatore, il giorno prima delle sue dimissioni, e di aver discusso con lui degli alloggi della troupe. Luper, però, non avrebbe assolutamente tirato in ballo problematiche di sicurezza, cosa da lui fatta invece nella lettera di dimissioni (in cui citava “due colpi d’arma da fuoco accidentali”).

Responsabilità e colpe

Baldwin ha ammesso che la sua carriera potrebbe essere finita dopo questo fatto. Ma ha dichiarato che non dovrebbero esserci conseguenze penali per lui:

Mi è stato detto da persone esperte, persino nell’amministrazione statale, che è altamente improbabile che io venga denunciato penalmente.

Eppure questo non basta a impedirgli di sognare costantemente quanto accaduto. Nonostante ciò, Baldwin non si sente in colpa:

No, no. So che qualcuno è responsabile di quanto è accaduto. Non posso dire chi sia, ma di certo non sono io. Onestamente, se mi fossi sentito responsabile avrei anche potuto uccidermi. E non lo dico tanto per dire.

Infine, Alec Baldwin ha anche risposto al commento fatto da Donald Trump, secondo cui l’attore avrebbe sparato volontariamente:

Ho pensato: proprio quando credi che le cose non possano diventare più surreali, ecco l’ex presidente degli Stati Uniti che se ne esce con un commento su questa situazione tragica.

Fonte: Deadline

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Moon Knight: il trailer spiegato a mia nonna 18 Gennaio 2022 - 8:26

Chi è Steven/Marc? E cosa c'entra l'antico egitto? Guida veloce a Moon Knight, il nuovo super-eroe Marvel in arrivo in TV.

Moon Knight – Trailer ufficiale per la serie Marvel con Oscar Isaac, dal 30 marzo su Disney+ 18 Gennaio 2022 - 7:08

In occasione della prima Luna piena del 2022 è stato svelato il trailer ufficiale di Moon Knight, che debutterà il 30 marzo su Disney+.

Boy Kills World: Andrew Koji nel film prodotto con Sam Raimi 17 Gennaio 2022 - 23:15

Andrew Koji (Snake Eyes) reciterà nell'action fantasy Boy Kills World prodotta da Sam Raimi

Moon Knight: il trailer spiegato a mia nonna 18 Gennaio 2022 - 8:26

Chi è Steven/Marc? E cosa c'entra l'antico egitto? Guida veloce a Moon Knight, il nuovo super-eroe Marvel in arrivo in TV.

The Book of Boba Fett: bestiole giganti senza Rancor(e) 13 Gennaio 2022 - 9:21

Storia breve dei Rancor, cucciolosi mostri carnivori di casa sotto la residenza di Jabba the Hutt.

Mother/Android, la recensione: apocalisse al discount 8 Gennaio 2022 - 10:06

La guerra contro le macchine di una ragazza col pancione, nel nuovo film di fantascienza con Chloë Grace Moretz appena sbarcato su Netflix.