L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Shang-Chi, le origini a fumetti dei villain del film

Shang-Chi, le origini a fumetti dei villain del film

Di DocManhattan

Come e perché nei comics Marvel sia nato negli anni 70 un emulo di Bruce Lee, grazie a due autori in fissa con una serie TV con David Carradine, lo abbiamo spiegato qualche mese fa in questo articolo sulla storia a fumetti di Shang-Chi. Ma se avete già visto il film Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli, ecco anche il background cartaceo degli antagonisti dell’eroe nel film. Il Mandarino, e non solo. Se invece non lo avete ancora fatto, beh, seguono ovviamente SPOILER, occhio.

Shang-Chi nemici mandarino storia

DON’T CALL ME COME UN AGRUME

C’è da capire Wenwu. Se non vuole essere chiamato il Mandarino, perché quell’alcolizzato di Trevor Slattery gli ha bruciato il nomignolo, per conto di Guy Pearce, Iron Man 3. Il disprezzo per quel nome da battaglia che il nuovo, genuino Mandarino interpretato da Tony Leung manifesta nel film di Shang-Chi? Comprensibile, alla luce di quanto successo. Il punto, però, è che il Mandarino dell’MCU continua ad essere molto diverso dalla sua controparte a fumetti. A cominciare proprio dal nome.

Come si chiami davvero il Mandarino Marvel, nemico storico di Iron Man, nessuno lo sa. Anche se nelle trasposizioni televisive e cinematografiche lo abbiamo visto adottare vari alter ego – come l’archeologo Arnold Broke nel cartoon di Iron Man degli anni 90, o, appunto, Wenwu ora nell’MCU – da sempre per i lettori Marvel è semplicemente il Mandarino. Come racconta lui stesso a Iron Man su Tales of Suspense 62 (febbraio ’65), è il figlio di un ricco uomo cinese discendente di Gengis Khan e di una nobildonna inglese, nato prima della rivoluzione cinese del 1911.

Shang-Chi nemici mandarino storia

La sua prima apparizione nel Marvel Universe è in una delle prime avventure di Iron Man, su Tales of Suspense 50, a inizio ’64, dove peraltro si spaccia anche come il più grande maestro di karate del mondo. Così, perché gli va.

Shang-Chi nemici mandarino storia

IL SIGNORE DEI TANTI ANELLI

Rimasto orfano molto presto, il ragazzo scopre in una valle proibita l’astronave di una creatura aliena dall’aspetto di un drago. Nella nave ci sono dieci anelli (anelli veri, non bracciali), la cui tecnologia viene impiegata dal giovane per appagare la sua seta di conquista e di vendetta nei confronti del governo cinese. Gli anelli che indossa, uno per dito, hanno nei fumetti tutti poteri diversi. Si va dai raggi congelanti alle scariche elettriche, dalle fiamme a una luce nera in grado di assorbire le altre emissioni luminose, e così via.

Naturalmente, come ogni personaggio Marvel che si rispetti, il Mandarino – il cui look tradizionale, nei fumetti, lo vede con lunghi capelli neri e pizzetto – ha avuto la sua dose di morti e resurrezioni. Ad esempio è passato a miglior vita in una storia del 1998, ucciso dall’esplosione di una fortezza volante tamarrissima, chiamata Dragon of Heaven e con la foggia di un gigantesco drago verde (Iron Man vol. 3 numero 10, novembre 1998). Ma poi è tornato, chiaro, poco dopo.

Shang-Chi nemici mandarino storia

E come per tanti altri character della Casa delle Idee, buoni e cattivi, anche il Mandarino ha subìto vari aggiornamenti delle sue origini. In una storia pubblicata su The Invincible Iron Man Annual (di Matt Fraction e Carmine Di Giandomenico), nel 2010, ad esempio, viene suggerito che buona parte di quello che sappiamo del Mandarino, attraverso i racconti di quest’ultimo, è falso. E le sue origini sono molto più umili di quanto è andato dicendo per decenni.

Shang-Chi nemici Razor Fist

QUA LA MAN… FA NIENTE

I due scagnozzi di Wenwu nel film, l’energumeno con una lama al posto della mano e la spietata killer/personal trailer con il volto dipinto, vengono entrambi dai fumetti di Shang-Chi. Razor Fist da una storia degli anni 70, pubblicata su Master of Kung Fu 29 (giugno ’75). In realtà, a quel primo Razor Fist avevano soppiantato ENTRAMBE le mani con delle lame d’acciaio. Solo che gli sparano, e crepa.

Subentrano allora anni dopo altri due Razor Fist, i fratelli William e Douglas Scott, che si fanno impiantare una lama a testa. È più pratico per tante cose, pure se ti devi fare una doccia. A uno dei due sparano, e crepa (si porta), mentre l’altro, Douglas, è stato in giro a lungo. Solo che poi Deadpool gli grattugia la faccia sull’asfalto, e crepa pure lui (Deadpool Asssassin 2, 2018). Di lame questo Razor Fist ne usava due, come il primo mercenario con questo nome: ironicamente, nessuno dei due era davvero in grado di usare un pugno… Nel film di Shang-Chi, Razor Fist è interpretato dall’ex peso massimo di pugilato (e già figlio di Ivan Drago) Florian Munteanu.

La tipa silenziosa è invece Death Dealer. Apparsa per la prima volta sul numero 115 di Master of Kung Fu, nell’estate dell’82, e schiattata una manciata di numeri dopo, la Death Dealer a fumetti era un’agente segreta doppiogiochista, che muore male quando Shang-Chi le scaglia addosso un braciere. Il cosplayer de la Torcia Umana dei Fantastici Quattro, diremo, non le viene benissimo…

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

What If…? – Marvel condivide il volantino del Gran Maestro per il party di Thor 26 Settembre 2021 - 20:00

Il Gran Maestro ci invita all'epocale party di Thor nel volantino tratto dal settimo episodio di What If...?, uscito questa settimana su Disney+.

Dalla mia finestra: il teaser trailer della serie teen spagnola Netflix 26 Settembre 2021 - 18:00

La serie, tratta dai romanzi di Ariana Godoy, arriverà su Netflix il 4 febbraio 2022

Eternals potrebbe essere uno dei film più lunghi del MCU 26 Settembre 2021 - 17:00

Pare che Eternals durerà 156 minuti, e in tal caso sarebbe il terzo film più lungo del Marvel Cinematic Universe, dopo Endgame e Infinity War.

Michael Jordan e la storia di Space Jam: tutto era iniziato da Spike Lee (FantaDoc) 23 Settembre 2021 - 18:00

Come e perché nei comics Marvel sia nato negli anni 70 un emulo di Bruce Lee, grazie a due autori in fissa con una serie TV con David Carradine, lo abbiamo spiegato qualche mese fa in questo articolo sulla storia a fumetti di Shang-Chi. Ma se avete già visto il film Shang-Chi e la leggenda […]

Ms. Marvel – La serie è stata rinviata all’inizio del 2022 23 Settembre 2021 - 12:30

Era ovvio, ma ora la conferma giunge da Variety: Ms. Marvel, inizialmente prevista per la fine dell'anno su Disney+, uscirà all'inizio del 2022.

What If…?, E se Thor fosse stato John Belushi? 22 Settembre 2021 - 15:10

Il settimo episodio di What If...? è Animal House all'asgardiana. No, sul serio.