L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Qui rido io, maschera è vita: la recensione del film di Mario Martone da Venezia 78

Qui rido io, maschera è vita: la recensione del film di Mario Martone da Venezia 78

Di Lorenzo Pedrazzi

La commedia dell’arte è un retaggio di maschere, poi ereditato dal teatro popolare e dal varietà. All’inizio di Qui rido io, Eduardo Scarpetta si vanta di aver sostituito Pulcinella nel cuore dei napoletani con un personaggio di sua creazione, Felice Sciosciammocca: dopo anni passati a interpretare la celebre maschera partenopea, il grande attore sente di aver raggiunto la piena indipendenza (e la piena realizzazione personale) con qualcosa di autonomo, frutto del suo ingegno. La chiave del film di Mario Martone è proprio qui. Raccontando un passaggio cruciale nella vita di Scarpetta, il regista napoletano mette in scena una famiglia prigioniera del suo capocomico/patriarca, dove la vera libertà esiste solo sul palcoscenico.

Martone sposta quindi l’attenzione dai leggendari fratelli De Filippo (il suo film precedente era tratto da una pièce di Eduardo) al padre che non li riconobbe mai, in lotta con l’accusa di plagio per aver parodiato La figlia di Iorio di Gabriele D’Annunzio, pur avendo ricevuto il permesso verbale del Vate. Attorno a lui ruota una famiglia numerosa e caotica, con molti figli avuti da tre donne diverse. Le repliche di Miseria e nobiltà continuano ad avere un grande successo, ma Scarpetta lotta per ricevere un riconoscimento dalla cultura “alta”, mentre i figli – in primis Vincenzo, il maggiore – cercano di uscire dalla sua ombra.

Libertà sul palcoscenico, per l’appunto, ma solo attraverso progetti individuali: se Vincenzo cerca fortuna nel cinematografo o in altre compagnie teatrali, il piccolo Eduardo comincia a scrivere le sue commedie, che in futuro lo porteranno a diventare molto più famoso e acclamato del genitore. Martone mette in scena un mondo ricchissimo, vibrante di voci e corpi in movimento, affidandosi a una regia elegante – spesso invisibile – che valorizza le performance del cast. Il mattatore è ovviamente Toni Servillo, debordante nella sua interpretazione di un artista brillante ma egocentrico, generoso ma autoritario, che vede in Felice Sciosciammocca la sua eredità per i posteri.

Servillo è eccezionale nella sua gamma espressiva, ma questo lo sapevamo già. Il valore aggiunto sta nella sua repentina trasformazione in “maschera”, tanto sul palcoscenico quanto in tribunale. Sì, perché Scarpetta capisce di avere nella dialettica attoriale la sua più grande risorsa: quando si trasfigura in personaggio, in maschera, nessuno può resistergli. Qui rido io è proprio un film sulle maschere che Scarpetta indossa o rifiuta, compresa quella immortale di Pulcinella, nonostante i suoi tentativi di seppellirla. Martone è abile a evocarle in scene stranianti (l’incontro con D’Annunzio) o apertamente oniriche (la visione del “doppio”), impostando un dialogo continuo tra arte e vita, tra palcoscenico e retropalco. Senza mai dimenticare ciò che succede sulla soglia di quei due mondi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Super Mario Bros. – Chris Pratt la voce Mario, Anya Taylor-Joy sarà Peach 24 Settembre 2021 - 1:00

Chris Pratt doppierà Mario nel lungometraggio animato Super Mario Bros. della Illumination. Nel cast stellare anche Anya Taylor-Joy che presterà la voce a Peach

Acapulco: il trailer della colorata serie con Eugenio Derbez, dall’8 ottobre su Apple TV+ 23 Settembre 2021 - 20:15

Apple ha diffuso il trailer di Acapulco, una nuova serie comica in lingua spagnola e inglese con Eugenio Derbez, in arrivo su Apple TV+ il prossimo 8 ottobre.

È morto Roger Michell, regista di Notting Hill 23 Settembre 2021 - 19:38

Michell aveva 65 anni; la causa della morte non è stata rivelata

Michael Jordan e la storia di Space Jam: tutto era iniziato da Spike Lee (FantaDoc) 23 Settembre 2021 - 18:00

La commedia dell’arte è un retaggio di maschere, poi ereditato dal teatro popolare e dal varietà. All’inizio di Qui rido io, Eduardo Scarpetta si vanta di aver sostituito Pulcinella nel cuore dei napoletani con un personaggio di sua creazione, Felice Sciosciammocca: dopo anni passati a interpretare la celebre maschera partenopea, il grande attore sente di […]

Ms. Marvel – La serie è stata rinviata all’inizio del 2022 23 Settembre 2021 - 12:30

Era ovvio, ma ora la conferma giunge da Variety: Ms. Marvel, inizialmente prevista per la fine dell'anno su Disney+, uscirà all'inizio del 2022.

What If…?, E se Thor fosse stato John Belushi? 22 Settembre 2021 - 15:10

Il settimo episodio di What If...? è Animal House all'asgardiana. No, sul serio.