L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
What If…? – Le Citazioni e i Riferimenti nel Terzo Episodio

What If…? – Le Citazioni e i Riferimenti nel Terzo Episodio

Di Andrea Suatoni

la serie What If…? ci ha raccontato, grazie al narratore Uatu, una storia ambientata in un nuovo universo alternativo al Marvel Cinematic Universe. In E se… Il Mondo avesse perso i suoi eroi più potenti? il progetto Avengers così come lo abbiamo conosciuto non è mai decollato, a causa di un Hank Pym impazzito dal dolore : ecco di seguito tutte le easter egg, le citazioni ed i riferimenti che abbiamo scovato nell’episodio, legati al Marvel Cinematic Universe, ai fumetti Marvel… e non solo!

TIMELINE

Il particolare che diversifica questo universo dal Marvel Cinematic Universe e che crea poi a cascata degli enormi cambiamenti in futuro è l’arruolamento nello S.H.I.E.L.D. di Hope Van Dyne, che sul grande schermo abbiamo visto interpretata da Evangeline Lilly. La ragazza finisce per morire in missione, e questo scatena qualcosa in suo padre Hank Pym; l’uomo infatti, che aveva già perso la moglie Janet in passato, viene spezzato dalla nuova perdita e si accanisce contro Nick Fury e la sua Iniziativa Vendicatori, ancora in uno stato più che embrionale.
La morte di Hope è dovuta ad una particolare missione, nome in codice: Odessa. Si tratta di una missione di cui abbiamo sentito parlare in Captain America: The Winter Soldier, dove Natasha spiega a Steve Rogers il coinvolgimento del Soldato d’Inverno: che sia proprio Bucky l’assassino di Hope?

TUTTI I RITORNI

What If...?

Lo show ci ha ormai abituato ad una lunga e consueta serie di ritorni di personaggi sia dal grande che dal piccolo schermo, spesso accanto agli attori che li hanno interpretati in live-action e che qui tornano all’interno del cast vocale.
Fra i vari ritorni segnaliamo Nick Fury (Samuel L. Jackson, che avevamo già visto anche nel primo episodio), Occhio di Falco (Jeremy Renner, anche lui come sopra), Bruce Banner (Mark Ruffalo), l’agente Phil Coulson (Clark Gregg), Hank Pym (Michael Douglas), Loki (Tom Hiddleston), l’agente dell’HYDRA in incognito Brock Rumlow alias Crossbones (Frank Grillo) e Lady Sif (Jamie Alexander, che abbiamo visto anche in un cameo nella serie Loki).

Molti anche i personaggi “orfani” della loro voce originale: Natasha Romanoff (qui doppiata da Lake Bell), Tony Stark (Mike Wingert), Betty Ross (Stephanie Panisello), il generale Ross (Mike McGill) e Carol “Captain Marvel” Danvers (Alexandra Daniels).

ALEXANDER PIERCE

Quando Natasha viene arrestata da Brock Rumlow, afferma che “Pierce” la aspetta per interrogarla sul suo operato. Come sappiamo, Rumlow è uno dei diretti sottoposti di Alexander Pierce, uno dei più alti esponenti dello S.H.I.E.L.D. ma anche una spia dell’H.Y.D.R.A. sotto copertura. Per una frazione di secondo, un’immagine di Pierce su un file personale appare anche sullo schermo del PC hackerato da Natasha, dove notiamo anche un identico file di Janet Van Dyne (madre di Hope e moglie di Hank che al tempo sappiamo essere ancora dispersa nel Regno Quantico) accanto a quelli di Coulson, Fury e Maria Hill.

NATASHA COME STEVE

La scena all’interno del furgone in cui Natasha stende tutti gli agenti dello S.H.I.E.L.D. (dell’H.Y.D.R.A. forse?) ricalca quella vista in Captain America: The Winter Soldier, dove Steve all’interno di un ascensore ha ragione di un gruppo di agenti ribelli.

STANLEY’S PIZZA

Stan Lee ci ha purtroppo abbandonati, ed i suoi camei in persona sono ormai storia del MCU. Ma un omaggio al granitico creatore della Marvel è sempre all’ordine del giorno in ogni opera dei Marvel Studios: in questo caso, “L’Uomo” viene ricordato grazie ad una uniforme delle fittizie pizzerie Stanley’s.
I locali di Stanley’s Pizza (ed anche l’iconico cappellino rosso in testa a Edward Norton) avevano fatto il loro esordio già nel 2008, nel film The Incredible Hulk, dove Bruce Banner li usava come nascondiglio.

IL SIGNORE DEGLI ANELLI

Coulson è un nerd, ormai lo sappiamo. All’apparizione degli asgardiani, in una citazione a Il Signore degli Anelli, l’agente Coulson scherza sul fatto che forse i visitatori non vengono dalla Terra, ma… dalla “Terra di Mezzo”, iconica dimora di hobbit, orchi ed elfi creata da Tolkien.

ARMI ASGARDIANE

Loki, Sif, i 3 Guerrieri e l’esercito di Asgard appaiono sulla Terra per esigere vendetta per la morte di Thor. Vediamo Loki utilizzare lo Scrigno degli Antichi Inverni contro lo S.H.I.E.L.D. prima di venir convinto a ragionare da Fury e Sif: il dio dell’Inganno potrebbe averlo rubato dalla cripta di Odino come ricordiamo, ma tutto fa pensare in realtà che stavolta invece Odino abbia acconsentito all’azione armata del suo esercito.

LA PASSWORD DI COULSON

La “passione” di Phil Coulson per Steve Rogers torna a rivivere in una gag che ci svela la password che l’agente dello S.H.I.E.L.D. usa per collegarsi al database dell’organizzazione, ovvero #SteveSteveSteveIHeartSteve0704.
Il 704 al termine della password indica il 4 Luglio, data canonica del compleanno di Steve Rogers.

CAPTAIN MARVEL

Disperato per il fallimento dell’Iniziativa Vendicatori e incerto sul da farsi, Fury pensa molti anni prima dell’arrivo di Thanos a Captain Marvel, che, come abbiamo visto, negli anni ’80 ha consegnato all’amico un dispositivo simile ad un cercapersone galattico. Nell’epilogo, l’arrivo sulla Terra di Carol Danvers palesa il fatto che Fury abbia deciso anzitempo di utilizzare l’oggetto.

CALABRONE

Da notare che Hank Pym non indossa il suo canonico costume da Ant-Man, che utilizzava in missione in passato con sua moglie Janet, ma il costume da Calabrone che più avanti vestirà il villain Darren Cross. Il costume è leggermente diverso, ma sottointende una storia diversa da quella vista in Ant-Man, probabilmente ancora in seguito all morte prematura di Hope.

THERE WAS AN IDEA…

Avengers cast

La fine degli Avengers che conosciamo non coincide sicuramente con la fine in senso assoluto del supergruppo (qui non ancora nato). Un colto riferimento al denominatore comune che da tradizione porta alla nascita degli Avengers vede di nuovo Loki come la principale minaccia da sconfiggere e che necessita di un gruppo di eroi, mentre la nuova formazione futura vede sicuramente il ritorno di Steve Rogers, il reclutamento anticipato di Captain Marvel e forse anche la partecipazione di Betty Ross (che nei fumetti diventa She-Hulk Rossa).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Venom: La furia di Carnage – Il poster Dolby ci chiede da che parte stiamo 17 Settembre 2021 - 8:48

I due simbionti si fronteggiano sul poster di Venom: La furia di Carnage targato Dolby Cinema, a meno di un mese dall'uscita italiana.

Nightmare Alley: il teaser trailer del nuovo film di Guillermo del Toro 17 Settembre 2021 - 0:35

Come promesso, ecco il teaser trailer di Nightmare Alley, il nuovo film di Guillermo del Toro basato sul romanzo omonimo di William Lindsay Gresham.

Salvatore – Il Calzolaio dei Sogni, trailer del docufilm su Ferragamo di Luca Guadagnino 16 Settembre 2021 - 21:15

A ottobre arriverà nelle sale il film evento Salvatore – Il Calzolaio dei Sogni, il docufilm su Ferragamo diretto da Luca Guadagnino

He-Man and the Masters of the Universe, la recensione 16 Settembre 2021 - 9:30

Un godibilissimo remake della storia di He-Man e dei Masters, per ragazzini di ogni età (pure sopra i quaranta, sì).

Guida pratica al mondo di Dune 14 Settembre 2021 - 9:15

Dai film ai videogiochi, da Star Wars a Miyazaki, tutto quello che è nato dal romanzo di Dune (che nessuno voleva pubblicare).

Star Trek, i 55 anni del sogno di Gene Roddenberry 8 Settembre 2021 - 15:51

Cinquantacinque anni fa andava in onda il primo episodio di Star Trek, "la carovana del vecchio West lanciata nello spazio".