L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
James Gunn parla ancora del suo licenziamento: “Pensavo che fosse tutto finito”

James Gunn parla ancora del suo licenziamento: “Pensavo che fosse tutto finito”

Di Marco Triolo

Nel corso di un’intervista rilasciata a The New York Times, James Gunn ha parlato ancora una volta del giorno in cui la Marvel lo licenziò per una serie di vecchi tweet controversi. Il regista confessa in maniera molto franca la paura provata, e racconta anche come, all’epoca, fosse già impegnato in un percorso di crescita iniziato ben prima che i tweet tornassero a galla.

Gunn ha inoltre confermato che, prima di accettare di scrivere e dirigere The Suicide Squad – Missione suicida, aveva ricevuto da Warner Bros. l’offerta di dirigere un film di Superman.

Superman

Gunn ha spiegato di aver ricevuto l’offerta di dirigere un film di Superman subito dopo il licenziamento:

Me lo proposero. Toby Emmerich [presidente di Warner Bros. Pictures Group] frequenta la stessa palestra del mio manager, e ogni mattina gli diceva “James Gunn, Superman. James Gunn, Superman”. All’epoca dissi che non me la sentivo di impegnarmi subito con qualcosa di nuovo. Ero traumatizzato. Dovevo occuparmi di me stesso. Avevo bisogno di fare un passo indietro. Perciò presi tutti i diversi potenziali progetti a cui avrei potuto lavorare e, per un mese, ogni giorno lavorai a uno diverso. Volevo assicurarmi che qualunque cosa avessi scritto sarebbe stata una grande storia, e che, se avesse funzionato e me la fossi sentita di dirigerla, avrei potuto farlo. Suicide Squad fu l’unica a funzionare immediatamente.

Il licenziamento

James Gunn si è anche aperto sul suo celebre licenziamento da parte della Disney a causa di alcuni tweet riportati a galla da una testata di estrema destra, pieni di un umorismo scorretto e offensivo:

Mi fu comunicato da Kevin Feige. Chiamai Kevin la mattina in cui accadde e dissi: “È un grosso problema?”. E lui: “Non lo so”. Ne fui colpito. Dissi: “Non lo sai?”. Ero sorpreso. Più avanti mi chiamò – lui stesso era sconvolto – e mi disse che i piani alti avevano deciso. Non ci potevo credere. Per un giorno sembrò che tutto fosse finito. Tutto quanto. Avrei dovuto vendere la casa. Non sarei più riuscito a lavorare. Ecco come mi sentivo.

Gunn spiega però che la persona responsabile di quei tweet non esisteva già più in quel momento:

Oggi sono più rispettoso dei sentimenti delle persone. Ne avevo già parlato molto prima che quei tweet [riemergessero]. Sono cose orribili, quello era il mio senso dell’umorismo all’epoca. Ma prima che tutto questo accadesse, avevo capito di essermi precluso cose che ritenevo sdolcinate perché non volevo essere vulnerabile. Questa attitudine – posso scherzare su tutto, guarda quanto sono grande – mi impediva di essere pienamente me stesso. E lo avevo imparato ben prima di essere messo in riga per quei tweet.

Alla fine, James Gunn è stato riassunto alla Marvel e dirigerà Guardiani della Galassia Vol. 3, la cui uscita è prevista per il 2023.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

TNT rinnova la serie Snowpiercer per una quarta stagione 29 Luglio 2021 - 21:30

La star Daveed Diggs ha annunciato il rinnovo dal set della stagione 3, le cui riprese si sono appena concluse

Brooklyn Nine-Nine: il trailer della stagione finale, in USA dal 12 agosto 29 Luglio 2021 - 21:00

"One last ride" per i poliziotti del 99° distretto di Brooklyn, che tornano con gli ultimi dieci episodi della serie

Breaking News a Yuba County, dal 9 agosto su Sky Cinema il film di Tate Taylor 29 Luglio 2021 - 20:30

Dal 9 agosto su Sky Cinema la black-comedy diretta da Tate Taylor Breaking News a Yuba County, con Allison Janney, Mila Kunis, Awkwafina e Regina Hall

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.