L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Too Hot To Handle – Su Netflix la seconda stagione del sexy-reality all’insegna del trash

Too Hot To Handle – Su Netflix la seconda stagione del sexy-reality all’insegna del trash

Di Andrea Suatoni

Torna oggi su Netflix Too Hot to Handle, reality volutamente trash la cui prima stagione lo scorso anno ha battuto svariati record di ascolti: arrivato al primo posto della classifica dei contenuti più visti di Netflix, figura ancora oggi uno dei programmi rimasti più a lungo nella Top 10 della piattaforma online.
I primi 4 episodi della seconda stagione di Too Hot to Handle 2 sono stati rilasciati oggi 23 Giugno, mentre gli episodi dal 5 al 10 arriveranno su Netflix fra una settimana, il 30 Giugno.

TOO HOT TO HANDLE

Il regolamento del reality è sicuramente “particolare”: gli autori hanno preso spunto da un episodio della serie comedy Seinfeild (la puntata 11 della quarta stagione, in onda nel 1992) che divenne un cult a causa del tema attorno a cui si sviluppava, ovvero una gara fra 4 dei protagonisti per determinare chi fra loro sarebbe potuto rimanere più a lungo senza sesso o masturbazione.

Nella prima stagione di Too Hot to Handle, 10 concorrenti (cui a discrezione della produzione se ne sono nel corso degli episodi aggiunti alcuni ed altri sono stati eliminati) vennero inseriti in una meravigliosa villa in riva al mare sapendo solamente di essere stati scelti per un generico reality estivo incentrato sui flirt e la sensualità. Solo a programma appena iniziato la produzione, nelle vesti della (fittizia) intelligenza artificiale LANA (letteralmente, un diffusore di aromi parlante che funge da presentatrice), ha rivelato il vero regolamento del reality: i concorrenti avevano la possibilità di vincere 100.000 dollari, ma il montepremi sarebbe sceso ogni qualvolta qualcuno si fosse lasciato andare ad un qualsiasi tipo di relazione sessuale, compresi baci o autoerotismo. Per ogni trasgressione, il montepremi iniziale sarebbe diminuito (di un ammontare pari alla “gravità” della violazione commessa).
Il programma si chiuse con la vittoria di 75.000 dollari  da parte dei concorrenti, dopo una serie di “violazioni” che, oltre ad abbassare il premio finale di quasi 60.000 dollari (poi in parte recuperati), causarono anche varie frizioni all’interno del gruppo.

La reale motivazione dietro l’obbligata castità sembrerebbe voler essere una presunta riscoperta del valore dei sentimenti, ma l’impostazione del programma tradisce continuamente (sia a livello di regia che di montaggio e soprattutto di scrittura delle varie “prove” da parte degli autori) un’anima profondamente trash che, esaltata all’eccesso con una certa dose di consapevolezza, regala alcune ore di divertimento spensierato e senza pretese (pur se volgare a volte anche oltre il tollerabile).

PARTIES IN PARADISE

La seconda stagione di Too Hot to Handle ricalca il regolamento della prima, ma il programma si aprirà con alcune differenze: il montepremi è stato fissato di nuovo a 100.000 dollari, ma i 5 ragazzi e le 5 ragazze protagonisti, ovviamente scelti in base alla loro avvenenza e alla loro tendenza alla disinibizione come da “tradizione”, scopriranno solo al termine del primo episodio il reale regolamento.
In seguito al successo della prima stagione infatti, la produzione ha dovuto modificare la sua struttura, per evitare che i concorrenti si rendessero subito conto dell’inganno: inizialmente infatti, tutti saranno convinti di partecipare ad un programma chiamato Parties in Paradise, fake reality la cui promozione procede ormai da mesi e che ha mascherato sul web la reale produzione di Too Hot to Handle 2.

SECONDA STAGIONE

La seconda stagione sembra volersi aprire ad una volgarità e a degli eccessi ancor più marcati della prima: i social ed i feedback degli utenti che hanno seguito il programma hanno probabilmente fatto virare l’attenzione degli autori verso le caratteristiche più “basic” del format, con risultati che potremo analizzare solamente fra qualche giorno.
La seconda stagione di Too Hot to Handle riuscirà a ripetere il successo della precedente? Molto dipenderà anche dal carisma dei concorrenti, il cui casting lo scorso anno si è rivelato perfetto per gli intenti del reality. Protagonisti dell’edizione di quest’anno sono:

Cam Holmes (qui il suo Instagram), modello e personal trainer 24enne di Newport, “segretamente” nerd
Carly Lawrence (qui il suo Instagram), modella 24enne di Toronto auto-proclamatasi “mangiauomini”
Nathan Webb (qui il suo Instagram), spogliarellista 27enne di origini inglesi ma residente in Texas
Chase Demoor (qui il suo Instagram), giocatore professionista di football dell’Arizona, 24enne
Emily Faye Miller (qui il suo Instagram), modella di Londra “vita e anima di ogni party”, 27enne
Kayla Jean (qui il suo Instagram), bartender e modella proveniente dalla Florida, 26enne
Larissa Townson (qui il suo Instagram), avvocatessa di Auckland (in Nuova Zelanda), nota anche come Tinkerbell (Campanellino), 28enne
Peter Vigilante (qui il suo Instagram) personal trainer e sedicente “Influencer su TikTok” di New York, 21enne
Marvin Anthony (qui il suo Instagram), modello, influencer ed ex giocatore di basket di Parigi, 26enne
Melinda Melrose (qui il suo Instagram), modella di New York 28enne cresciuta in una famiglia con 15 fratelli e sorelle


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office USA: Old apre con $16,8M, Black Widow in home video dal 10 agosto 26 Luglio 2021 - 22:14

Old apre con $16,8M al Box Office USA, Black Widow in digitale dal 10 agosto nelle principali piattaforme digitali. Disney non parteciperà in presenza al CinemaCon

Pokemon: In lavorazione una serie live action per Netflix 26 Luglio 2021 - 21:29

In lavorazione una nuova serie live action basata su una serie animata giapponese. Dopo Cowboy Bebop e One Piece, è la volta dei Pokémon

Videogame News: Aloy su Genshin Impact, Apple TV+ Gratis con PS5, Kingdom Hearts alle Olimpiadi 26 Luglio 2021 - 20:05

Puntuale ogni Lunedì ecco l'appuntamento settimanale di ScreenWeek con le ultime notizie dal mondo dei videogiochi!

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.