L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Mosquito Coast: la serie targata Apple TV+ rinnovata per una seconda stagione

The Mosquito Coast: la serie targata Apple TV+ rinnovata per una seconda stagione

Di Filippo Magnifico

Apple TV+ ha rinnovato The Mosquito Coast, la serie tratta dal romanzo omonimo di Paul Theroux e interpretata da suo nipote Justin Theroux, per una seconda stagione. La notizia arriva quasi in concomitanza con l’arrivo dell’episodio finale della prima stagione sulla piattaforma di streaming, previsto per venerdì prossimo.

Le dichiarazioni di Matt Cherniss di Apple

The Mosquito Coast ha catturato l’immaginazione degli spettatore di tutto il mondo, non solo per l’azione e l’avventura, ma anche per la coinvolgente storia familiare e le grandi interpretazioni. Non vediamo l’ora di scoprire cosa succederà in futuro per la famiglia Fox e non vediamo l’ora che il pubblico possa provare questo brivido.

LEGGI ANCHE: The Mosquito Coast è una storia di famiglia, in tutti i sensi

Da The Mosquito Coast, Peter Weir ha già tratto un celebre film interpretato da Harrison Ford. Ma la serie Apple TV+, sviluppata da Neil Cross (Luther), si prende qualche libertà rispetto al testo originale. Nel romanzo, uscito quarant’anni fa, l’inventore Allie Fox, indignato dal consumismo e dal capitalismo, lascia gli Stati Uniti per trasferirsi con la famiglia nella Mosquito Coast dell’Honduras. Lì acquista un villaggio e progetta di costruire una società utopica. Nella serie troveremo invece Allie in fuga dal governo e costretto a scappare con la famiglia in Messico.

La sinossi ufficiale

Un brillante ribelle (Justin Theroux) e sua moglie (Melissa George) fuggono con la loro famiglia per proteggerla, ma finiscono per esporla a un pericolo ancora più grande. In ogni momento, durante la loro avventura, incontreranno minacce sempre peggiori e scelte morali sempre più forti, da cui non ci sarà ritorno.

I produttori e il cast

Rupert Wyatt (L’alba del pianeta delle scimmie) ha diretto i primi due episodi ed è produttore esecutivo insieme a Neil Cross, Paul Theroux, Justin Theroux, Edward L. McDonnell, Bob Bookman, Alan Gasmer e Peter Jaysen. Fremantle produce la serie con Veritas Entertainment Group. Accanto a Justin Theroux troviamo Melissa George, Gabriel Bateman, Logan Polish, Kimberly Elise e Scotty Tovar.

Fonte: The Wrap

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Spider-Man: No Way Home – Un indizio sul multiverso nel nuovo title card? 15 Giugno 2021 - 8:45

Un video che svela il titolo di Spider-Man: No Way Home per il mercato sudamericano di lingua spagnola contiene un glitch che sembra rimandare a Spider-Man: Un nuovo universo.

Star Trek: Prodigy – Il cast e le prime immagini della nuova serie animata 14 Giugno 2021 - 20:46

Paramount+ e Nickelodeon hanno diffuso le prime immagini dei protagonisti di Star Trek: Prodigy, la nuova serie animata creata dagli sceneggiatori di Trollhunters.

The Holdovers: Paul Giamatti e Alexander Payne di nuovo insieme dopo Sideways 14 Giugno 2021 - 20:45

Attore e regista lavoreranno a una commedia ambientata in una scuola secondaria privata del New England durante le Feste natalizie del 1970

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.