L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Tarantino ha considerato di chiudere la carriera con un remake de Le Iene

Tarantino ha considerato di chiudere la carriera con un remake de Le Iene

Di Marco Triolo

Quentin Tarantino va avanti a dire che si ritirerà presto ormai da anni. Quentin Tarantino ne dice tante di cose, ma questa è una di quelle che ripete spesso e forse dice la verità. Lo ha ribadito durante un episodio di Real Time with Bill Maher, dove ha anche rivelato un dettaglio interessante: ha pensato di chiudere la sua carriera con un remake de Le Iene.

Una sorta di poetica chiusura del cerchio con una nuova versione del film con cui esordì quasi trent’anni fa, nel 1992 (ne aveva diretto un altro prima, My Best Friend’s Birthday, ma è andato quasi del tutto perduto in un incendio).

Bill Maher ha messo in discussione la decisione di Tarantino, obiettando che spesso l’esperienza può potenziare la creatività. E, come esempio, ha citato proprio Le Iene, dicendo che probabilmente adesso Tarantino ne potrebbe dirigere una versione superiore (e in un certo senso l’ha già fatta con The Hateful Eight). Il regista non si è detto d’accordo, ma ha ammesso di aver pensato alla possibilità di rifare Le Iene come suo film finale. “Non lo farò, internet. Ma l’ho considerato”.

Nei prossimi giorni uscirà (anche in Italia) C’era una volta a Hollywood, il primo romanzo di Quentin Tarantino che espande l’omonimo film. Il regista sembra dunque intenzionato ad avviarsi verso nuove imprese e ha reiterato la sua intenzione di ritirarsi:

Conosco la storia del cinema e, da questo punto in avanti, i registi non migliorano. Se Don Siegel avesse chiuso la sua carriera nel 1979, quando fece Fuga da Alcatraz, che film finale sarebbe stato! Che mic drop. E invece se ne va a singhiozzo con altri due film, senza passione.

La nuova vita di Tarantino in Israele

Tarantino attualmente vive in Israele con sua moglie e il figlio appena nato. Maher gli ha anche chiesto se avesse mai pensato di dirigere un film in Israele, “la capitale mondiale della vendetta”. Il regista ha negato, aggiungendo però: “Se fai un film a Gerusalemme, è impossibile puntare la macchina da presa senza trovare qualcosa di fantastico ovunque”.

Fonte: Deadline

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Minions 2 – Come Gru Diventa Cattivissimo: il poster esclusivo di Tommaso Ronda 12 Agosto 2022 - 11:00

Tommaso Ronda ha realizzato in esclusiva per noi questo suggestivo Variant Poster di Minions 2 - Come Gru Diventa Cattivissimo, dal 18 agosto al cinema.

Anne Heche in coma irreversibile, verrà staccata dal supporto vitale 12 Agosto 2022 - 10:30

L'attrice verrà tenuta in vita fino a che non sarà stato determinato se alcuni organi potranno essere donati

She-Hulk, Nikki e Titania nei nuovi poster della serie Marvel 12 Agosto 2022 - 9:52

Sono disponibili tre nuovi poster di She-Hulk, la nuova serie Marvel in arrivo su Disney+ il 18 agosto.

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.

MCU, perché è molto importante aver annunciato due nuovi film degli Avengers 25 Luglio 2022 - 10:06

Quello che mancava nell'MCU: una nuova pianificazione, per i prossimi tre anni, con due film degli Avengers in chiusura.