L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Loki – Parte da qui il futuro del Marvel Cinematic Universe?

Loki – Parte da qui il futuro del Marvel Cinematic Universe?

Di Andrea Suatoni

—–Attenzione: Il presente articolo contiene spoiler riguardo il secondo episodio di Loki—–

E’ entrata nel vivo la prima stagione di Loki, la terza delle serie tv di Disney+ che promettono di risultare legatissime all’universo unito cinematografico della Marvel: il finale dell’episodio La Variante potrebbe in effetti avere profonde ripercussioni sul Marvel Cinematic Universe.

LA VARIANTE

Abbiamo scoperto nel finale del primo episodio di Loki che il cattivo della storia è Loki stesso, o meglio una sua versione al femminile (interpretata da Sophia Di Martino, vista in Into the Badlands e Yesterday)… o almeno così pare (alcune teorie vedrebbero nel personaggio Sylvie Lushton, la seconda Incantatrice).
La “Variante”, dopo aver rubato svariati dispositivi di cancellazione della realtà, invia le “bombe” in altrettanti momenti della storia, generando un cataclisma mai registrato prima dai funzionari della Time Variance Authority: come intuiamo dai monitori della TVA, la Sacra Linea Temporale sembra essersi frammentata in una moltitudine di punti, generando incontrollate linee alternative e mettendo in discussione il futuro stesso dell’universo.

La mossa della “Variante Loki” potrebbe aver generato dei problemi difficilmente risolvibili per la TVA nella sola prima stagione di Loki (serie di cui in effetti è già stata prevista una seconda stagione): è quindi molto probabile che la storyline relativa alla rottura della Sacra Linea Temporale si estenda anche ad altri film e serie del Marvel Cinematic Universe… magari fino a diventare la base della appena iniziata Fase 4.

THE MULTIVERSE OF MADNESS

L’ideatore (e showrunner) della serie Loki è Michael Waldron, sceneggiatore alle prime armi (nel suo curriculum un singolo episodio di Rick & Morty) che sembra però già completamente a suo agio con le atmosfere del MCU; sua anche la sceneggiatura di Doctor Strange in the Multiverse of Madness, seconda pellicola con protagonista il Mago Supremo interpretato da Benedict Cumberbatch in arrivo il 23 Marzo 2022. Difficile non aspettarsi dei punti in comune o almeno dei rimandi fra Loki e Doctor Strange in the Multiverse of Madness vista la radice comune, soprattutto dopo gli eventi del secondo episodio di Loki.

Sembrerebbe infatti che quel “Multiverse of Madness” presente nel titolo di Doctor Strange 2 possa stare ad indicare l’attuale situazione della Sacra Linea Temporale: la Variante ha fatto precipitare il multiverso nel caos, un caos che in quanto protettore delle diverse realtà riguarda il Doctor Strange da vicino.
Il disastro combinato dalla Loki al femminile potrebbe quindi essere la base su cui verrà sviluppato il film in arrivo con protagonista Stephen Strange e che vedrà in veste di co-protagonista anche Wanda “Scarlet Witch” Maximoff. Varie teorie precedenti attribuivano a Wanda un ruolo quasi di villain in Doctor Strange 2: Scarlet Witch era vista come la possibile responsabile del “Multiverse of Madness” e dei problemi che Stephen Strange avrebbe dovuto affrontare; ora invece, alla luce degli eventi appena accaduti in Loki, sembra più probabile che Wanda possa essere un’alleata del Doctor Strange nella risoluzione dei problemi alla Sacra Linea Temporale (e magati anche del Loki protagonista della serie, che potrebbe anche lui comparire a sorpresa nel film).

SPIDER-VERSE

Ma non è finita qui: sappiamo per certo che in Spider-Man: No Way Home, terza pellicola dedicata allo Spider-Man di Tom Holland che arriverà nei cinema il 17 Dicembre 2021 (quindi prima di Doctor Strange in the Multiverse of Madness), compariranno dei villain già apparsi in saghe cinematografiche con protagonista Spider-Man ma che non sono (almeno per ora) parte del Marvel Cinematic Universe. Ad oggi abbiamo la sicurezza che Alfred Molina (nei panni del Doctor Octopus della saga di Sam Raimi) e Jamie Foxx (Electro nella saga di Marc Webb) saranno sicuramente parte del cast, ma non solo: lo stesso Benedict Cumberbatch interverrà sicuramente nella pellicola con il suo Doctor Strange.

L’idea che Spider-Man: No Way Home fosse legato al multiverso si è fatta largo fra i fan Marvel fin dai primi annunci (cui sono seguiti rumor che vedrebbero molti altri ritorni, addirittura quelli di Tobey Maguire e Andrew Garfield nel ruolo dei loro Spider-Man); dopo aver visto il secondo episodio della serie Loki, unire i puntini sembra sempre più semplice.

Le incursioni dei vari villain (e dei possibili eroi) da diversi universi narrativi (che verrebbero qui uniti alla continuity narrativa del MCU, di cui l’universo Raimi e l’universo Webb sarebbero realtà alternative) potrebbero trovare la loro cause proprio dalle azioni della Variante Loki, e dal disordine generato con i danni alla Sacra Linea Temporale. Forse quindi, d’ora in poi nel mondo Marvel saltare fra le dimensioni sarà molto più semplice che in passato, almeno finché gli eroi non risolveranno la situazione.

Morbius Spider-Man

FASE 4 E OLTRE

Le possibili conseguenze dei danni alla Sacra Linea Temporale potrebbero infine arrivare anche oltre. Siamo nel terreno delle pure speculazioni, ma in un’ottica di universi alternativi, potrebbe essere ora semplicissimo unire il Sony Universe of Marvel Characters di Venom e Morbius al Marvel Cinematic Universe. La misteriosa scena nel trailer di Morbius dove compare l’Avvoltoio di Michael Keaton (visto in Spider-Man: Homecoming) potrebbe trovare qui un suo significato, a testimonianza che i villain di (degli!) Spider-Man potrebbero aver imparato a sfruttare i danni alla Sacra Linea Temporale per viaggiare fra le dimensioni.
O ancora, le azioni della Variante Loki potrebbero essere il motore che porterà gli Eterni ad intervenire nelle questioni dell’umanità: se la minaccia “universale” di Thanos non era abbastanza, forse stavolta una minaccia di “livello multiverso” potrebbe far uscire dal guscio questo misterioso gruppo di superesseri, presenti da sempre sulla Terra.

Come sempre in relazione al Marvel Cinematic Universe le possibilità sono moltissime: non ci resta che attendere per scoprire come evolveranno le cose, e quanto reale impatto avrà la serie Loki sul futuro del MCU!


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Only Murders in the Building: nuovo trailer per la serie Star con Steven Martin e Martin Short 27 Luglio 2021 - 20:30

Insieme a Selena Gomez, interpreteranno tre podcaster che decidono di risolvere un delitto. dal 31 agosto su Disney+ Star

Nuove aggiunte al film autobiografico di Spielberg, tra cui Judd Hirsch 27 Luglio 2021 - 19:30

Il cast di The Fabelmans si arricchisce di quattro nuovi interpreti veterani

Batman Unburied: Winston Duke e Jason Isaacs saranno Bruce Wayne e Alfred nel podcast 27 Luglio 2021 - 18:45

Il podcast nasce da un'idea di David Goyer e vedrà Bruce Wayne nell'insolito ruolo di patologo forense. In arrivo su Spotify

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.