L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Halston – Chi è il leggendario stilista interpretato da Ewan McGregor

Halston – Chi è il leggendario stilista interpretato da Ewan McGregor

Di Andrea Suatoni

Sarà disponibile da domani 14 Maggio la serie Halston, basata sulla vita dell’omonimo stilista che negli anni ’70 divenne un’icona di stile negli Stati uniti e nel mondo intero: Ewan McGregor interpreta l’estroverso protagonista, Halston appunto, in una miniserie in 5 episodi che, come da tradizione, arriverà sulla piattaforma in soluzione unica.
In Italia il personaggio di Halston è forse meno conosciuto che in patria, soprattutto dalle nuove generazioni: ecco chi era lo stilista che rivoluzionò completamente il mondo della moda fra i ’70 e gli ’80!

HALSTON

Roy Halston Frowick nasceva a Des Moines, capitale dello stato dell’Iowa, nel 1932. Figlio di un ragioniere di origini norvegesi e di una casalinga, fin da piccolo si mostrò molto appassionato all’arte del cucito e del ricamo, che la nonna materna gli insegnò notando in lui un talento latente: prima ancora di aver compiuto 10 anni, confezionava per la madre e la sorella degli originali capelli personalizzati.

Dopo aver frequentato per un breve periodo l’Università dell’Indiana, decise invece di volersi dedicare interamente alla sua passione e si iscrisse alla School ot the Art Insitute di Chicago; qui, nei primi anni ’50, iniziò una propria privata attività di progettazione e realizzazione di cappelli da donna.
L’attività divenne sempre più conosciuta e rinomata: Halston acquisì una enorme clientela, riuscendo a ricavare abbastanza da poter aprire un vero e proprio negozio (nel 1957, sul celebre Magnificent Mile di Chicago).
La sua fama crebbe sempre di più: venne notato prima dalla famosa modista Lilly Daché, che lo prese come suo dipendente per poi farne un suo socio, e divenne di lì a poco il capo modista del grande magazzino Bergdorf Goodman di New York. Divenne infine una vera e propria celebrità quando, nel 1961, confezionò il cappellino a tamburello indossato dalla first lady Jacqueline Kennedy durante la cerimonia di insediamento di John Kennedy, 35° Presidente degli Stati Uniti.

Grazie ai finanziamenti della milionaria Estelle Marsh, texana innamorata delle sue opere, Halston allargò la sua produzione anche ai vestiti, arrivando ad aprire una propria boutique nel 1968 sulla Madison Avenue di New York, avviando anche una linea di prêt-à-porter. Fra le celebrità che vestirono fieramente i suoi capi (e che si prestarono anche come modelli e modelle) si contano Pat Cleveland, Anjelica Huston, Heidi Goldberg, Karen Bjornson, Beverly Johnson, Nancy North, Chris Royer, Alva Chinn, Connie Cook e Pat Ast.

IL DECLINO

Halston non riuscì a gestire la celebrità e la ricchezza arrivate quasi all’improvviso: divenne famoso anche per il suo stile di vita festaiolo e per i suoi eccessi, primo fra tutti l’abuso di droghe.
Nel 1983, siglò un contratto con i magazzini J. C. Penny che segnò la sua rovina economica: la sua idea era quella di produrre una linea a bassa costo di vestiti, accessori, profumi e cosmetici da poter vendere a prezzi popolari. Una mossa che nessuno stilista di alto livello aveva mai tentato prima, e che fu vista con diffidenza e sospetto: il marchio Halston si ritrovò di colpo svalutato, fra i grandi negozi di alta moda che decidevano di eliminare dai loro scaffali le vecchie linee e la nuova linea “cheap” che di ritorno non riusciva a decollare.
In pochi mesi, l’azienda ed il marchio di Halston finirono in una spirale di acquisizioni, svendite e svalutazioni: Halston stesso arrivò a perdere il controllo del marchio che portava il suo nome, finchè nel 1984 ne fu definitivamente estromesso.

Continuò comunque a produrre capi per la sua famiglia e per i suoi amici, prime fra tutte Liza Minnelli e Martha Graham, mentre la Revlon, una società che si era aggiudicata il suo marchio, continuava la produzione “Halston” senza il minimo intervento dell’artista all’interno del processo produttivo.

Nel 1988, Halston scoprì di essere HIV positivo, e di lì a poco sviluppò l’AIDS; morì nel 1990 proprio per una complicazione dovuta alla malattia (il Sarcoma di Kaposi), all’età di soli 57 anni.

LA SERIE NETFLIX

La serie in arrivo domani su Netflix è una delle produzioni firmate Ryan Murphy per la piattaforma online. Accanto ad Ewan McGregor, che interpreterà il protagonista Halston, troveremo anche Rory Culkin (il fratello minore di Maculay Culkin di Mamma, Ho Perso l’Aereo, nel ruolo di Joel Schumacher), Mary Beth Peil (l’iconica “nonna di Jen” in Dawson’s Creek, nel ruolo di Martha Graham) e Krysta Rodriguez (vista in Daybreak, nel ruolo di Liza Minnelli).
La serie si concentrerà principalmente sul declino di Halston, sul difficile rapporto dell’artista con il mondo imprenditoriale e sulla sua lotta per cercare di conservare il possesso del proprio marchio.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Words Bubble Up Like Soda Pop dal 22 luglio su Netflix 24 Giugno 2021 - 18:21

Dal 22 luglio il lungometraggio animato originale Words Bubble Up Like Soda Pop sarà disponibile su Netflix e nei cinema giapponesi.

Smallville: in arrivo una serie animata, l’annuncio di Tom Welling 24 Giugno 2021 - 18:05

La storia di Smallville, la serie sulle avventure del giovane Clark Kent trasmessa dal 2001 al 2011, proseguirà con una nuova serie animata.

Serial Chiller: le coppie reali delle serie tv/Loki analisi e teorie 24 Giugno 2021 - 18:00

Nel nuovo episodio di Serial Chiller parliamo delle coppie reali delle serie tv. Nella seconda parte, in partnership con Disney Plus, parliamo di Loki.

Ewoks, (maledetti) Ewoks ovunque 22 Giugno 2021 - 9:56

La storia degli Ewoks di Star Wars, quei maledetti orsacchiotti tanto amati da George Lucas, che sono sbarcati in massa - con film e serie animata - su Disney+.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)