L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Grey’s Anatomy: Jesse Williams lascia la serie dopo 12 stagioni

Grey’s Anatomy: Jesse Williams lascia la serie dopo 12 stagioni

Di Marco Triolo

Jesse Williams lascerà Grey’s Anatomy dopo 12 stagioni. L’attore era entrato nel cast, nel ruolo del dottor Jackson Avery, nel corso della stagione 6 ed era stato poi promosso a regolare nella stagione 7. Il suo contratto scadeva ora, al termine della stagione 17. Grey’s Anatomy non è stata ancora rinnovata, ma ci si aspetta che lo sia. Tutto dipende dalla definizione dei contratti delle star rimanenti, Ellen Pompeo, anche produttrice, James Pickens Jr. e Chandra Wilson.

Williams ha salutato così i colleghi:

Sarò per sempre grato per le innumerevoli opportunità che mi hanno regalato Shonda [Rhimes], la rete, lo studio, i colleghi del cast, la nostra incredibile troupe, Krista [Vernoff, produttrice esecutiva], Ellen e Debbie [Allen, produttrice esecutiva]. Come attore, regista e persona sono stato oscenamente fortunato a imparare così tanto da così tante persone, e ringrazio i nostri meravigliosi fa, che infondono così tanta energia e riconoscenza nei nostri mondi condivisi. L’esperienza e la perseveranza nate girando quasi 300 ore di televisione globale all’avanguardia sono un dono che porterà con me per sempre. Sono immensamente fiero del nostro lavoro, del nostro impatto e di poter andare avanti con così tanti strumenti, opportunità, alleati e cari amici.

A SEGUIRE SPOILER!

Ma come se ne è andato il dottor Avery? Presto detto: ricordate che si era parlato di un ritorno di Sarah Drew nei panni di April Kepner? Ecco, quel ritorno era stato orchestrato proprio per accompagnare l’uscita di scena di Jackson, che ha deciso di lasciare il Grey Sloan Memorial Hospital per guidare la fondazione di famiglia e favorire una maggiore inclusività etnica nella sanità americana. Riflessioni che sono state portate a galla in questa stagione segnata dal Covid, e dall’impatto che la pandemia ha avuto prevalentemente sulle comunità di colore.

Jackson ha chiesto a April e suo marito Matthew (Justin Bruening) di trasferirsi a Boston (da Seattle) insieme a lui, in modo da poter stare vicino alla figlia Harriet. Nel corso dell’ultima puntata trasmessa, Look Up Child, si è anche scoperto che April e Matthew si sono separati. Questo per dare ai fan una speranza che, alla fine, le cose tra April e Jackson si potranno sistemare.

L’ultima apparizione di Williams è prevista nel prossimo episodio, Tradition, che andrà su ABC il 20 maggio.

Guarda Grey’s Anatomy su Disney+.

Fonte: Deadline

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Assassin’s Creed: lo sceneggiatore di Die Hard per la serie Netflix 15 Giugno 2021 - 11:15

La serie live action tratta dai videogiochi Ubisoft sarà sviluppata da Jeb Stuart, sceneggiatore di Die Hard, Il fuggitivo e Vikings: Valhalla

Stargirl: la figlia di Lanterna Verde nel nuovo trailer 15 Giugno 2021 - 10:30

The CW ha diffuso il primo trailer della seconda stagione di Stargirl. Nel video troviamo Ysa Penarejo nel ruolo di Jade, figlia della Lanterna Verde Alan Scott.

The Boys – Ecco il concept art del costume di Soldier Boy 15 Giugno 2021 - 9:45

Diamo un'altra occhiata a Soldier Boy in The Boys 3 grazie al concept art di Greg Hopwood, pubblicato ufficialmente on-line.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.