L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La star di Pose Billy Porter confessa: “Sono sieropositivo da 14 anni”

La star di Pose Billy Porter confessa: “Sono sieropositivo da 14 anni”

Di Marco Triolo

Billy Porter, la star di Pose, ha confessato di essere sieropositivo da 14 anni. L’attore racconta a The Hollywood Reporter che la diagnosi arrivò come un fulmine a ciel sereno nel giugno del 2007, e che lui ha tenuto segreta la sua sieropositività per tutto questo tempo per paura di essere emarginato nella comunità di Hollywood.

Ma, ora che Pose, serie creata da Steven Canals, Brad Falchuk, Ryan Murphy e ambientata nella New York anni ’80 e ’90, all’alba dell’insorgere dell’AIDS, si avvia alla sua conclusione con la terza stagione, per Porter è arrivato il momento di guardarsi avanti. Presto pubblicherà un libro autobiografico, realizzerà un documentario sulla sua vita insieme a Ryan Murphy per Netflix, debutterà alla regia e interpreterà la Fata Madrina nel Cenerentola Sony.

Porter racconta di aver appreso della sua sieropositività nel “peggiore anno della mia vita”. La vergogna provata allora, “legata al rapporto con mia madre e all’ex rapporto con la chiesa”, lo spinse a reprimere tutto. “Per molto tempo, tutti quelli che dovevano sapere sapevano, eccetto mia madre. Stavo cercando di farmi una carriera, e non ero certo che ci sarei riuscito se le persone sbagliate avessero saputo”.

Cosa è cambiato?

Billy Porter spiega che “la quarantena mi ha insegnato molto”. Spiega che ora le cose sono cambiate per lui, perché è sposato e sta cercando di farsi una famiglia. “È arrivato il momento di crescere e guardarsi avanti, perché la vergogna può essere distruttiva”. Porter racconta anche di aver finalmente detto a sua madre di essere sieropositivo, una verità nascosta per così tanto tempo perché “mia madre aveva già passato tanto, tanta persecuzione da parte della sua comunità religiosa a causa del mio essere queer”. L’attore ammette che stava aspettando che morisse per poi rivelare al mondo la sua sieropositività. Ma alla fine ha ceduto. La madre lo ha redarguito: “Ti porti dentro questa cosa da 14 anni? Non farlo mai più. Sono tua madre, ti voglio bene in qualunque caso. E riconosco che non sapevo come farlo a quell’epoca, ma sono passati decenni”.

Il surrogato di Pray Tell

Billy Porter racconta anche di essere stato in terapia da quando aveva 25 anni, per affrontare i traumi dovuti agli abusi sessuali del suo patrigno, dai 7 ai 12 anni, e al suo coming out a 16 anni nel mezzo della crisi dell’AIDS. Il personaggio di Pray Tell in Pose è stato per lui un surrogato grazie al quale “ho potuto dire tutto quello che volevo dire”.

Ora, Porter afferma di essere nelle condizioni di salute migliori della sua vita. “Perciò è il momento di lasciarsi tutto questo alle spalle e raccontare una storia diversa”. “Sono molto più di una diagnosi. E se non vorrete lavorare con me a causa del mio stato, non mi meritate”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

La Ragazza Della Palude: nuova clip dal film di Olivia Newman 19 Agosto 2022 - 19:30

Sony Pictures ha rilasciato una nuova clip ufficiale tratta da La Ragazza Della Palude, il film di Olivia Newton in arrivo a ottobre nelle sale italiane.

Giornate degli Autori 2022: a lezione di cinema con Céline Sciamma, Alessandro Camon e Edgar Reitz 19 Agosto 2022 - 19:15

Le Giornate degli Autori si confermano luogo di confronto tra pubblico e professionisti, con tre incontri speciali a settembre.

House of Spoils: Ariana DeBose protagonista dell’horror Blumhouse/Prime Video 19 Agosto 2022 - 18:45

La star di West Side Story interpreterà una chef alle prese con il fantasma dell'ex proprietario del suo agriturismo

The Sandman: di cosa parla e perché è interessante l’episodio bonus (no spoiler) 19 Agosto 2022 - 15:45

Sogni di gatti e scrittori in cerca d'ispirazione nell'undicesimo episodio di The Sandman, arrivato oggi a sorpresa su Netflix.

House of the Dragon, la recensione: benvenuti al Dallas di Westeros 19 Agosto 2022 - 9:01

Le nostre impressioni (senza spoiler) sui primi sei episodi di House of the Dragon, il prequel di Game of Thrones.

She-Hulk e una quarta parete infranta da oltre trent’anni 18 Agosto 2022 - 11:20

Come She-Hulk, un'eroina a fumetti nata per paura, è stata trasformata in uno dei personaggi Marvel più ironici di sempre.