L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Netflix si prepara a entrare nel mondo dei videogame?

Netflix si prepara a entrare nel mondo dei videogame?

Di Marco Triolo

Nelle scorse ore si è svolta la consueta chiamata agli azionisti Netflix di fine trimestre (ne abbiamo parlato QUI), durante la quale i dirigenti della compagnia hanno fatto alcune dichiarazioni che lasciano aperta la porta a un’espansione di Netflix nel mondo dei videogame.

Reed Hastings, fondatore e co-CEO della compagnia, ha detto che “in un certo senso, siamo già entrati nel mondo gaming con Bandersnatch e abbiamo alcune basilari cose interattive”.

Il Chief Operating Officer e Chief Product Officer Greg Peters ha aggiunto:

Il nostro mestiere è creare questi straordinari, profondi universi e personaggi appassionanti, e il pubblico ha imparato ad amare quegli universi e vuole immergersi ancora più profondamente e conoscere quei personaggi meglio. Stiamo cercando di capire tutti i modi diversi in cui potremo rafforzare quei punti di connessione e quel fandom e certamente i giochi sono una componente molto interessante. Abbiamo reso più simile ai giochi parte del nostro storytelling lineare, come nel caso del Bandersnatch interattivo, e continueremo a farlo. Abbiamo anche lanciato giochi veri e propri come parte del nostro licensing e merchandising, e siamo soddisfatti di quello che abbiamo visto. Non c’è dubbio che i giochi saranno un’importante forma di intrattenimento e un’importante modalità per rendere più profonda l’esperienza dei fan, perciò continueremo in questo senso.

Il Chief Financial Officer Spencer Neumann ha detto che la compagnia si è già “cimentata” con i giochi:

Siamo un business che continua a imparare e finora abbiamo imparato bene, siamo contenti di come le cose si siano sviluppate, e speriamo di continuare a imparare.

Nessun “secondo atto” per Netflix

Insomma, è possible che gli sforzi di Netflix nei confronti dell’industria videoludica aumentino, ma Hastings ci ha tenuto a sottolineare che la compagnia non si aspetta di espandersi in una nuova area di affari – o “secondo atto”, come lo ha definito il CEO riferendosi a quanto fatto da Amazon. “Abbiamo intenzione di espanderci”, ha detto. “Abbiamo molto da fare in diverse aree di intrattenimento”. Ma:

Non credo che ci sarà un secondo atto, come quello di Amazon Web Services e Amazon Shopping. Penso che ci limiteremo a una sola area di profitto, preferibilmente gigantesca e molto difendibile, e che continueremo a migliorare il servizio ai nostri membri, espandendoci nella stessa categoria.

Fonte: Deadline

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Green Knight – Trailer ufficiale per il fantasy di David Lowery 11 Maggio 2021 - 15:16

A24 ha pubblicato il nuovo trailer di The Green Knight, l'attesissimo fantasy di David Lowery basato sul romanzo cavalleresco Sir Gawain e il Cavaliere Verde.

Mads Mikkelsen parla di Indiana Jones 5: “È un onore” 11 Maggio 2021 - 14:45

Nel futuro di Mads Mikkelsen c'è il quinto capitolo della saga di Indiana Jones. Ecco cosa pensa l'attore di questo progetto.

Jurassic World: Dominion – Nuova foto, Colin Trevorrow parla delle difficoltà produttive durante la pandemia 11 Maggio 2021 - 14:00

Il regista Colin Trevorrow rivela a Empire quali sono stati i momenti più difficili della lavorazione di Jurassic World: Dominion, che svela una nuova immagine.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).