L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Chi è M.O.D.O.K. e da dove salta fuori con quel suo capoccione

Chi è M.O.D.O.K. e da dove salta fuori con quel suo capoccione

Di DocManhattan

Giusto ieri, Disney+ ha rilanciato sui social l’appuntamento anche per l’Italia per il mese prossimo: il 21 maggio, in contemporanea con gli USA, debutterà sulla piattaforma Disney la serie M.O.D.O.K. Si tratta di una serie animata per un pubblico adulto, realizzata in stop motion e sviluppata per Hulu. Nei paesi in cui è presente il canale Star di Disney+, lo show verrà ospitato lì, al ritmo di un episodio a settimana (per un totale di 10). In origine M.O.D.O.K. avrebbe dovuto far parte del cosiddetto filone “The Offenders”, insieme a Howard the Duck e altre. È l’unica serie rimasta in piedi di quell’idea, insieme a un progetto altrettanto bizzarro, Hit Monkey.

Modok Hulu

Prodotta dai Marvel Studios e animata da Stoopid Buddy Stoodios, M.O.D.O.K. racconterà le vicende, uh, professionali e familiari di questo supervillain, criminale con sogni di dominio, ma anche marito e padre alle prese con un divorzio e con i problemi di chi vive in periferia. I creatori della serie sono Jordan Blum e Patton Oswalt, che dà la voce al protagonista, ha alle spalle anni e anni di doppiaggio per le serie animate (anche di eroi Marvel e DC), e ha dei trascorsi nell’MCU, visto che ha interpretato “gli agenti Koenig” in Agents of S.H.I.E.L.D. L’umorismo sembra quello tipico di cartoon di successo come Rick and Morty, e saranno della partita tanti personaggi Marvel: Iron Man e Wonder Man, doppiati rispettivamente da John Hamm e Nathan Fillion (vedi sotto), il Super Adattoide, Monica Rappaccini, il drago alieno Fin Fang Foom…

E ok. Ma chi è questo capoccione di M.O.D.O.K.? E perché il nuovo poster lo definisce “Villain di classe mondiale. Incubo suburbano”?

ACRONIMO ASSASSINO

M.O.D.O.K. viene creato da Stan Lee e Jack Kirby su Tales of Suspense #93, nel settembre del 1967. George Tarleton lavora per l’A.I.M., le Avanzate Idee Meccaniche, organizzazione criminale specializzata nel trafficare in armi supertecnologiche e nel far andare in giro i suoi impiegati vestiti da apicoltori. Sottoposto dall’A.I.M. a un esperimento che lo fa mutare a livello genetico, Tarleton diventa M.O.D.O.C., un essere super-intelligente, il cui acronimo sta per Mental Organism Designed Only for Computing. Ma la creatura si ribella ai suoi padroni, li uccide e s’impadronisce dell’A.I.M. Cambiando la lettera finale del suo nome nel processo, perché decide di ribattezzarsi M.O.D.O.K., ovvero Mental Organism Designed Only for Killing.

Modok Hulu

M.O.D.O.K. diventa così una nemesi di Capitan America, di Hulk e di altri eroi Marvel. Viene buttato fuori dall’A.I.M. perché la sua leadership non produce alcun risultato di rilievo, ma a intervalli regolari torna alla guida dell’organizzazione. A un certo punto ne salta fuori una versione frutto di un cervello clonato, M.O.D.O.K. Superior, e forma anche un team di mercenari chiamato Agents of M.O.D.O.K. (Mercenary Organization Dedicated Only to Killing).

Modok Hulu

C’è stata anche una Ms. Modok, una collega di Bruce Banner, la dottoressa Katherine Waynesboro, trasformata in una controparte femminile di M.O.D.O.K. Il personaggio è apparso in numerose serie animate Marvel, a cominciare dal cartoon di Iron Man del 1994, oltre che in vari videogiochi (Marvel Ultimate Alliance, Marvel vs. Capcom 3, Marvel’s Avengers…).

NATHAN FILLION E L’UOMO MERAVIGLIA

L’ultimo trailer di M.O.D.O.K. svela anche la relazione amorosa esistente tra la futura ex moglie di Tarleton e un vecchio eroe Marvel, molto amato dai fan degli Avengers: Wonder Man. Simon Williams appare per la prima volta su The Avengers #9 (nell’ottobre del 1964). È anche lui una creazione di Stan Lee e Jack Kirby (affiancato dal disegnatore Don Heck) e alla sua prima apparizione… ci lascia le penne. Pedina del barone (Heinrich) Zemo e dell’Incantatrice, partecipa a una trappola ordita per gli Avengers, ma decide di aiutarli e paga con la vita il suo gesto. Williams viene riportato in vita anni dopo e diventa un membro classico degli Avengers prima e dei Vendicatori della Costa Ovest (West Coast Avengers) poi.

Vive anche uno strano triangolo con Wanda e Visione, perché il robot Ultron usa le onde cerebrali di Williams per creare il sintezoide. Così quando Visione perde sentimenti ed emozioni (e colore, come visto anche in WandaVision), Scarlet Witch si lega al modello originale, Wonder Man.

Nathan Fillion Simon Williams

La cosa buffa è che da anni Nathan Fillion, che doppierà Wonder Man in M.O.D.O.K., è associato al personaggio. Questo grazie a una foto di Guardiani della Galassia 2, che lo ritraeva nei panni di un… barbaro dello spazio. Come confermato poi da James Gunn, Fillion avrebbe dovuto interpretare Simon Williams in una serie di poster presenti nel film. Dice: e che c’entra con l’eroe con la W rossa sul petto? C’entra.

Nei fumetti Marvel, Wonder Man ha fatto per tanti anni l’attore nella vita di tutti i giorni, e tra gli altri ruoli ha interpretato quello di un barbaro di un’altra dimensione, vagamente simile a Conan, chiamato appunto Arkon (che per la cronaca non ha preso la cosa bene e ha cercato di dargliele). Lo stesso James Gunn ha poi pubblicato sul suo profilo FB i poster dei film “interpretati da Simon Williams” e purtroppo tagliati in Guardiani 2. Tra gli altri, oltre a Arkon/Conan e a “Toxic Janitor 2” (una parodia di The Toxic Avenger II. Ricordiamo che Gunn ha mosso i suoi primi passi alla Troma…), c’era anche un biopic su Tony Stark!

Poi però è saltato tutto, e Fillion ha dovuto aspettare altri quattro anni per diventare davvero Wonder Man. Qui l’eroe si definisce “pending Avenger, underwear model and lover to your wife”: aspirante Avenger, modello di biancheria intima e amante della moglie di Tarleton.

Sembra divertente, incrociamo le dita.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

France: Léa Seydoux nel poster e nella prima foto del film di Bruno Dumont 7 Maggio 2021 - 16:49

Léa Seydoux nel poster e nella prima foto di France, il nuovo film diretto da Bruno Dumont

Fast & Furious 9: in attesa del film un nuovo video pieno di macchine che esplodono 7 Maggio 2021 - 16:45

Fast & Furious 9 – The Fast Saga arriverà nelle nostre sale il prossimo agosto. Nell’attesa possiamo dare un’occhiata a questo nuovo video, intitolato “Car-Nage” (Car-Neficina), che ci offre un assaggio degli spericolati stunt presenti nel film.

Jupiter’s Legacy – La recensione della serie tratta dal fumetto di Mark Millar 7 Maggio 2021 - 16:00

Jupiter's Legacy racconta il peso dell'eredità della Golden Age sul nostro presente, mettendo in relazione due piani temporali. Purtroppo, però, l'impostazione è quella di un lungo prologo.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.