L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
ThunderCats: Adam Wingard, regista di Godzilla vs. Kong, dirigerà il film Warner

ThunderCats: Adam Wingard, regista di Godzilla vs. Kong, dirigerà il film Warner

Di Marco Triolo

Adam Wingard, reduce dal successo di Godzilla vs. Kong, proseguirà la sua collaborazione con Warner Bros. dirigendo il film dei ThunderCats. Il progetto è in ballo da anni, ma da tempo non se ne sapeva più nulla. Wingard ha un forte legame personale con la serie animata anni ’80 e una grande passione per il progetto.

Esiste già una sceneggiatura scritta da David Coggeshall (Scream: La serie), ma Wingard la riscriverà insieme all’abituale collaboratore Simon Barrett. Il film sarà realizzato in CGI fotorealistica, a quanto pare, e prodotto da Dan Lin per Rideback e Roy Lee per Vertigo. Si tratta degli stessi produttori che hanno lavorato con Wingard a Death Note.

Il film partirà dalle premesse della serie animata, ma poi virerà verso una direzione originale a cui Wingard sta pensando da anni.

La serie originale

La serie dei ThunderCats, andata in onda tra il 1985 e il 1989, fu un enorme successo in America, dove è rappresentativa degli anni ’80 quanto i Masters of the Universe e i Transformers. Creata da Ted “Tobin” Wolf e scritta da Leonard Starr per Rankin/Bass Animated Entertainment, la serie animata era incentrata su un gruppo di felini umanoidi provenienti dal pianeta morente Thundera e naufragati sulla Terza Terra, un pianeta che in realtà era la nostra Terra. I ThunderCats combattevano contro i Mutanti di Plun-Darr, in cerca della Spada della Veggenza, contenente l’Occhio di Thundera, fonte dei poteri dei ThunderCats. La serie ha ispirato merchandise, fumetti e remake animati.

Un sogno diventato realtà

Intervistato da Deadline, Wingard ha parlato della sua passione per il progetto, confessando di aver scritto la sua prima versione della sceneggiatura quando era al liceo. Il regista ricorda di aver “completamente buttato” il secondo anno:

Non prestavo attenzione in classe, prendevo voti pessimi. E la ragione? Stavo scrivendo la mia sceneggiatura di ThunderCats nel corso dell’intero secondo anno. La scrivevo a mano. La sceneggiatura finì per essere lunga 272 pagine. La conservo ancora. Portavo sempre con me i quaderni e ne parlavo. Non mi rendevo nemmeno conto che i miei compagni di classe mi prendevano in giro quando mi facevano domande sulla mia sceneggiatura di ThunderCats […]. Pensavo, sono matto ad avere questa ossessione, a pensare che questa sia una cosa che posso fare? In effetti, quando sei un ragazzino in Alabama senza risorse o conoscenze nel mondo del cinema, è impossibile fare un film dei ThunderCats. Ma flash forward a 20 anni dopo, ed eccoci qua.

Wingard spiega poi come sia incappato nel progetto:

Avevo sentito che c’era una sceneggiatura di ThunderCats in giro, e guarda caso era in mano ad alcuni dei miei produttori di Death Note. Ho detto loro che la volevo riscrivere con il mio amico Simon Barrett. Che questo progetto era una mia passione. Che nessuno al mondo sapeva o aveva pensato tanto ai ThunderCats quanto me. Mi hanno dato le redini. Ho visto questa come un’opportunità per fare un nuovo tipo di spettacolo fantasy sci-fi che nessuno aveva mai visto.

Il regista rivela di non voler aggiornare l’estetica della serie:

Voglio fare un flm dei ThunderCats che riconduca all’estetica anni ’80. Non voglio reinventare il loro look; voglio che abbiano l’aspetto dei ThunderCats. Non voglio nemmeno farlo in live action. Non voglio che sembri Cats, non voglio quel tipo di problemi – non per mancare di rispetto al regista di quel film, su cui non voglio puntare il dito più di quanto hanno già fatto gli altri. Voglio fare un film come non ne avete mai visti prima. Un ibrido CGI che abbia un look iper-realistico e getti in un certo senso un ponte tra cartoni animati e CGI.

Il successo di Godzilla vs. Kong

Adam Wingard è il primo regista a firmare un contratto con Warner Bros. dopo l’annuncio che tutti i film distribuiti dallo studio nel 2021 sarebbero finiti in contemporanea nelle sale e su HBO Max. Godzilla vs. Kong è uscito in 38 paesi e ha registrato il miglior debutto per un film hollywoodiano da inizio pandemia. Il film uscirà in USA il 31 marzo e, anche lì, si prevede un debutto migliore di quello di Tenet. Wingard sta sviluppando anche un sequel di Face/Off.

Fonte: Deadline


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il produttore Scott Rudin lascia tutti i suoi progetti dopo le accuse di abusi ai dipendenti 20 Aprile 2021 - 21:30

Il mega-produttore, premio Oscar per Non è un paese per vecchi, ha fatto un passo indietro dopo una serie di pesanti accuse

Ted Lasso: la seconda stagione dal 23 luglio su Apple TV+, ecco il trailer! 20 Aprile 2021 - 20:53

Apple TV+ ha diffuso il trailer della seconda stagione di Ted Lasso, la serie sportiva interpretata e creata da Jason Sudeikis.

Cannes 2021: confermati The French Dispatch e Benedetta di Paul Verhoeven 20 Aprile 2021 - 20:45

I nuovi film di Wes Anderson e Paul Verhoeven, già selezionati l'anno scorso, verranno presentati sulla Croisette

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.