L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Nomadland – Uscita a rischio in Cina?

Nomadland – Uscita a rischio in Cina?

Di Marlen Vazzoler

LEGGI ANCHE: Nomadland di Chloé Zhao disponibile dal 30 aprile su Disney+ Star

A partire da venerdì in Cina c’è stata un’ondata di censura che ha colpito alcuni contenuti legati a Nomadland. Nelle prime ore del mattino sono spariti i poster promozionali da Douban, e su Weibo l’immagine del poster ufficiale.

Di conseguenza la locandina è scomparsa dal post della NAAC (National Alliance of Arthouse Cinemas) su Weibo, la versione cinese di Twitter, che celebrava la vittoria della regista:

Verso mezzanotte è stato cancellato.

Di seguito sono stati cancellati due articoli pubblicati da dei blog indipendenti: “This Film Industry Person Probably Knows Chloe Zhao Better Than Anyone in the World” e “Nomadland Sets a April 23 China Release; Chloe Zhao Becomes the First Asian to Win the Best Director Golden Globe”.

Un blogger ha pubblicato tramite Wechat gli screenshoot dei messaggi ricevuti dai censori in cui viene detto che il contenuto ha trasgredito il “Development and Management Rules for Public Information Services on Instant Messaging Platforms” e per questo motivo l’articolo è stato cancellato.

Nel corso della giornata sulla piattaforma Weibo sono state bloccate le chiavi di ricerca: #Nomadland e #Nomadland Release Date. ” Gli utenti hanno ricevuto il seguente messaggio:

“La pagina dell’argomento non può essere visualizzata a causa delle leggi, dei regolamenti e delle norme correlate”.

Hashtag come #Nomadland Movie, #ChloeZhao e Chloe Zhao Wins Golden Globe for Best Director (visualizzato circa 350 milioni di volte) sono ancora disponibili.

Potrebbe saltare le sale?

Le biglietterie online Maoyan e Tao Piaopiao hanno rimosso la data di uscita del film, il 23 aprile, dalle loro liste. Questo elemento è certamente il più preoccupante, un campanello d’allarme sul possibile salto delle sale della pellicola.

Secondo le fonti di Variety l’intenzione è di procedere con la distribuzione del film, mantenendo un basso profilo con la promozione. Ovvero quella che da noi viene definita un’uscita tecnica.

Dietro la censura

Ma cosa ha causato questa censura?

Giorni fa Chloe Zhao è stata al centro di un dibattito online in Cina, relativo alla sua cittadinanza e a una frase detta nel corso di un’intervista con una rivista americana, quasi dieci anni fa.

I media ufficiali hanno festeggiato la vittoria della filmaker ai Golden Globe come vanto d’orgoglio per la Cina, sebbene in molti hanno esultato e hanno considerato la Zhao una fonte d’ispirazione, migliaia di utenti hanno chiesto online la nazionalità della regista. Il motivo? Irritati dal pensiero di dover celebrare la sua vittoria nel caso in cui non sia una cittadina cinese. Ricordiamo che la Zhao è nata ed è cresciuta a Beijing.

Altre polemiche sono arrivate dall’intervista data nel 2013 a Filmmaker Magazine in cui ha spiegato di esser stata attratta nei suoi primi progetti dal cuore dell’America a causa della sua educazione in Cina che ha definito un posto dove era circondata dalle bugie. La rivista ha cancellato la sezione a metà febbraio, pochi giorni prima dell’annuncio della data di uscita di Nomadland in Cina.

Sulla piattaforma Douban, di stampo più liberale e popolare, gli utenti che hanno discusso della censura e si sono lamentati della politicizzazione di cui è stata vittima la regista. Ha scritto un utente:

“Hanno discusso del suo luogo di nascita, della sua famiglia, della sua nazionalità e delle cose che ha detto. L’unica cosa di cui non hanno discusso è il film”.

Su Weibo un altro utente ha pubblicato un’immagine in bianco e nero della Zhao con la barra della censura sugli occhi, accompagnata dal commento:

“In Cina non la considerano cinese e negli Stati Uniti non la considerano un’americana. È veramente nella terra dei nomadi”.

Fonte Variety

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Batman – La serie non sarà Gotham Central, ma uno spin-off su Gordon 18 Aprile 2021 - 19:00

Ed Brubaker rivela che l'annunciata serie per HBO Max, spin-off di The Batman, non sarà un adattamento di Gotham Central, ma avrà James Gordon come protagonista.

Zack Snyder’s Justice League – Ecco il concept art di Kilowog 18 Aprile 2021 - 18:00

Jerad S. Marantz ha svelato il suo concept art per Kilowog in Zack Snyder's Justice League, dove la Lanterna Verde appare in un cameo.

Shang-Chi – La pagina Twitter è stata aggiornata, i fan sperano nel trailer 18 Aprile 2021 - 17:00

Il profilo Twitter di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings è stata aggiornata, e i fan sperano che la Marvel sveli il primo trailer.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.