L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Sacha Baron Cohen non tornerà più nei panni di Borat

Sacha Baron Cohen non tornerà più nei panni di Borat

Di Marco Triolo

Borat non tornerà mai più. Lo ha rivelato Sacha Baron Cohen nel corso di un’intervista tenuta subito dopo la vittoria ai Golden Globes 2021, dove ha ricevuto il premio al miglior attore in una commedia/musical, e Borat seguito di film cinema ha vinto come miglior film commedia/musical. Cohen ha parlato della realizzazione del film, definito “probabilmente il progetto più pericoloso a cui abbia mai lavorato”. E, a proposito di Borat, ha dichiarato:

Ci sono state situazioni a cui non potrei mai tornare. Il completo grigio è in naftalina e non tornerà mai più fuori.

Un’affermazione abbastanza definitiva, ma è comprensibile: girare un film nel mezzo di una pandemia e di un’America così divisa non deve essere stato per niente facile. Cohen ha rivelato di aver dovuto indossare un giubbotto antiproiettile durante alcune scene. Ma l’attore dice che ne è valsa la pena:

Abbiamo pensato che valesse la pena prendersi quei rischi. Trump e il trumpismo mi preoccupavano molto e l’elezione e la nostra democrazia erano a rischio.

Cohen è riuscito a girare il film in tempo per uscire prima della fine della presidenza Trump:

Se Trump avesse vinto il 3 novembre, e io non fossi riuscito a fare questo film, non sarei stato più capace di perdonarmelo.

I ringraziamenti di Sacha Baron Cohen

Sacha Baron Cohen non ha rinunciato al suo umorismo nemmeno nel discorso di accettazione del premio, nel quale ha ringraziato la “completamente bianca” Hollywood Foreign Press Association, che organizza i Golden Globes. Una polemica che ha investito l’associazione da un po’ di tempo. E non ha rinunciato nemmeno a una frecciatina a Donald Trump:

Un attimo, Donald Trump sta contestando il risultato. Dice che un sacco di gente morta ha votato, che è una cosa molto sgarbata da dire alla HFPA.

Infine, Cohen ha fatto un paio di importanti ringraziamenti. Il primo a Rudy Giuliani, ex sindaco di New York e avvocato di Trump, protagonista della scena più famosa di Borat seguito di film cinema. Senza di lui, ha detto l’attore, “questo film non sarebbe stato possibile”. Giuliani si è rivelato “un genio comico”.

Il secondo ringraziamento, decisamente più serio, è andato al suo bodyguard, che, durante la lavorazione, “ha impedito che mi facessi sparare due volte”:

Tu sai chi sei, e sai che non mi è permesso dire il tuo nome. Ma grazie.

Fonte: Deadline

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Renfield: Chris McKay dirigerà il film sul servo di Dracula 14 Aprile 2021 - 12:30

Il regista di The Tomorrow War ha sostituito Dexter Fletcher alla regia del film nato da un soggetto di Robert Kirkman

Oscar 2021: annunciati i primi presentatori, da Zendaya a Harrison Ford 14 Aprile 2021 - 11:45

Sono stati annunciati i primi 15 presentatori della prossima Notte degli Oscar, che si terrà domenica 25 aprile.

Morto Lee Aaker, star de Le avventure di Rin Tin Tin 14 Aprile 2021 - 11:00

Nel corso della sua breve carriera tra gli anni '50 e '60 era apparso anche in Mezzogiorno di fuoco e Il più grande spettacolo del mondo

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.