L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La spiegazione del finale di L’Estate in cui Imparammo a Volare

La spiegazione del finale di L’Estate in cui Imparammo a Volare

Di Andrea Suatoni

L’Estate in cui Imparammo a Volare si è guadagnata il primo posto nella classifica dei contenuti più visti di Netflix: la serie con protagoniste Sarah Chalke (la Elliot Reed di Scrubs) e Katherine Heigl (Izzie di Grey’s Anatomy) ha conquistato il pubblico raccontando la storia, piena di personaggi caratterizzati da ampie zone grigie, di un’amicizia apparentemente indistruttibile.

In effetti, i 10 episodi della serie non fanno altro che mostrare agli spettatori quanto forte sia il legame fra le due protagoniste, Tully (la Heigl) e Kate (la Chalke), la cui amicizia resiste al tempo, all’intervento di genitori disfunzionali, ad un triangolo amoroso e ad una lunga serie di bugie e tradimenti. Per poi però ribaltare completamente la situazione: un salto di due anni nel futuro ci mostra infatti una situazione completamente diversa, senza fornire alcuna spiegazione rimandando ad una per ora solo ipotetica seconda stagione. Cosa è accaduto?

IL FINALE DI L’ESTATE IN CUI IMPARAMMO A VOLARE

Il finale di L’Estate in cui imparammo a volare ci mostra, in una serie di flashforward che si susseguono nell’epilogo degli ultimi episodi, un futuro avanti di due anni rispetto alla storyline raccontata, in cui vediamo inizialmente Kate e sua figlia Marah recarsi ad un funerale. In principio sembra che il funerale in questione sia proprio quello di Tully, ma poi scopriamo che è invece Bud, il padre di Kate, ad essere morto.

Tully, da anni amica di famiglia dei Mularkey, si presenta al funerale per salutare il padre della sua migliore amica, ma scopriamo che le due non si parlano da tempo, e che la loro amicizia è finita. Non solo: Kate è talmente arrabbiata con Tully che non le permette neanche di entrare a rendere omaggio a Bud, cacciandola e affermando di non volerla rivedere mai più. Cosa è accaduto fra le due nei due anni precedenti?

Alcuni hanno notato anche la “pesante” mancanza di Johnny accanto a Kate e Marah: potrebbe essere lui la causa della lite? Oppure, come viene lasciato intuire, l’uomo potrebbe essere morto in Iraq? Ad alcune di queste domande potrebbe rispondere il libro omonimo di Kristin Hannah, da cui la serie è tratta: non sappiamo se la serie, in una eventuale seconda stagione (non ancora confermata, anche se gli ottimi ascolti fanno presagire un probabilissimo rinnovo) prenderà le stesse strade del romanzo, ma se volete evitare spoiler vi invitiamo a terminare qui la lettura.

—–ATTENZIONE: DI SEGUITO, POSSIBILI SPOILER SUL FUTURO DELLA SERIE—–

LA LITE FRA KATE E TULLY

Innanzi tutto, è bene evidenziare il fatto che il romanzo di Kristin Hannah e la serie si differenziano molto in alcuni punti. Nel libro ad esempio, Kate e Johnny non arrivano mai a parlare di divorzio, mentre la tensione riguardante il triangolo con Tully è molto più presente e viene trattata come un serio problema per Kate. Inoltre, nel romanzo i rapporti fra Marah e Kate sono molto più tesi di quanto non siano nello show: le due sono unite solamente dall’affetto che provano per Tully.

Nel libro, per cercare di appianare le divergenze fra madre e figlia, Tully le invita come ospiti per una puntata in diretta del suo talk show, The Girlfriend Hour, ma subito l’episodio prende una strana piega. Il segmento con protagoniste le due è infatti intitolato “Madri iperprotettive e figlie adolescenti che le odiano”, ed anche uno psicologo è presente in studio; l’uomo afferma in diretta tv che “Madri maniache del controllo e iperprotettive” come Kate sono responsabili per “Il danneggiamento della fragile psiche dei loro figli“.

Le intenzioni di Tully non sono in realtà maliziose, ma per Kate il momento è vissuto come un immenso tradimento, un attacco personale imperdonabile, mentre si convince che in diretta sulla tv nazionale chiunque la stia guardando crede che lei sia una cattiva madre. In seguito, deciderà di interrompere completamente i contatti con l’amica.

Solo molti anni dopo fra le due tornerà la pace, ma di nuovo vi invitiamo a non continuare con la lettura se volete evitare potenziali spoiler.

Alcuni anni dopo la lite, nel romanzo Tully e Kate si riconciliano quando alla seconda viene diagnosticato un male incurabile. Le due amiche rimarranno vicine fino alla fine negli ultimi mesi di vita di Kate.
Kristin Hannah ha pubblicato anche un sequel del romanzo, Vola Via, uscito nel 2013, che racconta le vicende di Tully e Marah successive alla morte di Kate.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Harry Potter: Jason Killar accenna al futuro del franchise 4 Marzo 2021 - 17:11

Il CEO di WarnerMedia parla del potenziale del franchise di Harry Potter senza sbilanciarsi sui nuovi progetti

Bullet Train – Brad Pitt e Joey King nelle nuove foto dal set 4 Marzo 2021 - 17:00

I personaggi di Brad Pitt e Joey King non se la passano bene nelle foto dal set di Bullet Train, l'action di David Leitch tratto dal romanzo di Kotaro Isaka.

WandaVision – Il making of da venerdì 12 marzo su Disney+: ecco il poster 4 Marzo 2021 - 16:15

Il making of di WandaVision, facente parte della serie Marvel Studios: Assembled, uscirà venerdì 12 marzo su Disney+: ecco il poster.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.