L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Missione su Marte: nove film e una serie TV per esplorare il Pianeta Rosso

Missione su Marte: nove film e una serie TV per esplorare il Pianeta Rosso

Di Marco Triolo

Prima del nostro arrivo Marte era deserto. Ciò non significa che non fosse accaduto nulla: il pianeta si era accresciuto, fuso e raffreddato, la sua superficie era stata sfregiata da enormi cicatrici geologiche: crateri, valloni, vulcani… e tutto in uno stato di inconsapevolezza minerale, senza testimoni. Tranne noi, i vicini del pianeta accanto, ma solo nell’ultimo istante della sua lunga storia. Siamo l’unica coscienza che Marte abbia mai posseduto […].

E in fondo Marte non ha mai smesso di rappresentare quello che è sempre stato per noi, dalla notte dei tempi: un segno portentoso, un simbolo, un grande potere.
Poi siamo venuti quassù. E quello che era stato un simbolo adesso era un posto reale.

Da Il rosso di Marte – Kim Stanley Robinson (Fanucci Editore)

C’è ben poco da aggiungere a quanto scritto da Kim Stanley Robinson nell’incipit del primo romanzo di una trilogia che gli appassionati di Marte hanno molto a cuore. Da sempre il Pianeta Rosso è visto dalla fantascienza come l’ignoto che attrae, un pianeta simile eppure sinistramente diverso, a volte minaccia, a volte unica speranza dell’umanità. Ma sempre affascinante.

Oggi, alle 20.15 italiane, il rover della NASA Perseverance atterrerà sulla superficie marziana (qui sotto la diretta). La sua missione: esplorare il cratere Jezero, che forse un tempo ospitava un lago, in cerca di resti di vita fossile. Sarà il culmine di un viaggio durato quasi sei mesi e mezzo e l’inizio, si spera, di una nuova serie di importanti scoperte. Perseverance aiuterà anche a pianificare future missioni con equipaggio umano, dato che vaglierà la possibilità di produrre ossigeno dall’atmosfera marziana.

Al cinema, naturalmente, su Marte ci siamo già andati molte volte (anche nella realtà, sia chiaro, ma al cinema con gli umani!). A volte invece Marte è venuto da noi. Per celebrare l’ammartaggio di Perseverance, andiamo a riscoprire alcuni dei migliori film (e una serie) su Marte.

La guerra dei mondi (1953)

I marziani, i rossi! In piena guerra fredda, questo storico adattamento del romanzo di H.G. Wells sposta l’azione dall’Inghilterra di fine Ottocento agli Stati Uniti degli anni ’50. I tripodi, così come immaginati nel film di Byron Haskin, diventano delle navicelle dal design iconico. I marziani, “esseri dall’intelletto vasto e spietato” che “esaminavano la nostra Terra con occhi vogliosi, tracciando con fredda determinazione i loro piani contro di noi” non possono non rappresentare il terrore per il diverso, l’altra parte della barricata. Si parla anche della paura dell’atomica e delle conseguenze che quest’arma, usata contro i marziani, potrebbe avere sull’umanità. La storia è molto diversa rispetto al romanzo, ma resta intatto il finale di Wells: gli invasori vengono spazzati via non dalle armi dell’Uomo, ma da semplici microorganismi per loro letali.

Capricorn One (1977)

Questo capolavoro della paranoia anni ’70 diretto da Peter Hyams nasce sulla scia delle leggende metropolitane sul finto allunaggio, quello che Stanley Kubrick avrebbe girato in studio. Tre astronauti (James Brolin, Sam Waterston e O.J. Simpson), ignari che la tanto sbandierata missione su Marte è in realtà irrealizzabile, vengono prelevati letteralmente dalla cabina del razzo poco prima del decollo, e trasportati in una base militare abbandonata in mezzo al deserto, dove dovranno mettere in scena la missione su un set. Ma, al rientro, la loro capsula esplode e i tre capiscono di dover per forza scappare per non essere eliminati. Un thriller straordinario, metafora di una nazione all’apice della sfiducia nelle istituzioni post-Watergate.

Atto di forza (1990)

Da un racconto di Philip K. Dick, uno dei classici assoluti di Arnold Schwarzenegger. Paul Verhoeven dirige un film volutamente esagerato e violentissimo, la storia di un uomo qualunque (sì, è Schwarzenegger, e allora?) che si scopre super-spia (o forse no) e vive un’avventura sul Pianeta Rosso. Marte è dominato da un tiranno e Douglas Quaid aiuterà i ribelli a rovesciarne il regime, trasformando anche il pianeta in un mondo abitabile. Ma potrebbe essere tutto un sogno dovuto a un impianto di memoria fallace. Scritto dagli sceneggiatori originali di Alien, Ronald Shusett e Dan O’Bannon, Atto di forza è un action claustrofobico e divertentissimo, benedetto dagli effetti speciali di Rob Bottin.

Mars Attacks! (1996)

Ancora marziani invasori, ma visti dalla prospettiva unica di Tim Burton. Ispirato alle card di culto prodotte dalla Topps, Mars Attacks! è una commedia surreale e sopra le righe, combinata con un film catastrofico e una struttura corale ricca di personaggi e attori indimenticabili. Ci sono Jack Nicholson (in più ruoli), Tom Jones, Michael J. Fox, Glenn Close, Lisa Marie, Danny DeVito, Pierce Brosnan e Natalie Portman. L’arma finale contro i marziani è ancora più random dei batteri di H.G. Wells.

Mission to Mars (2000)

Brian De Palma abbandona le sue solite atmosfere hitchcockiane per questo strano film di fantascienza che tenta di combinare sensibilità d’autore, teorie di complotto (la famosa “Faccia di Marte” è il MacGuffin del film) ed estetica da blockbuster. Ne esce un film estremamente sentimentale, a tratti molto sincero, con degli ottimi attori (Gary Sinise, Tim Robbins, Don Cheadle, Connie Nielsen) e degli effetti invecchiati un po’ male. Un oggetto affascinante.

Fantasmi da Marte (2001)

Cosa può esserci di più fico dei marziani? Fantasmi di marziani! Quanto ci manca John Carpenter da 10 a 11? Solo lui poteva uscirsene con un concetto così assurdo e farlo funzionare. Carpenter ha sempre detto di aver realizzato solo western nella sua carriera. È di certo un’affermazione un po’ spaccona, ma in questo caso è perfettamente vera: Fantasmi da Marte è un western ambientato sul Pianeta Rosso nel 22° secolo. Vi basta, o dobbiamo anche dire che nel cast ci sono Natasha Henstridge, Jason Statham e Pam Grier, e che Ice Cube fa un personaggio che si chiama Desolation Williams?

John Carter (2012)

Uno dei flop più ingiusti di tutti i tempi, John Carter è un ottimo adattamento (ammodernato quanto basta) dei romanzi di Edgar Rice Burroughs su un cowboy della Virginia che si ritrova trasportato su Marte e ne diventa il più grande eroe. Tra alieni verdi a quattro braccia (tra cui anche un Willem Dafoe in motion capture), principesse marziane e santoni con secondi fini (tra cui Mark Strong, lo ritroveremo sotto), John Carter è un film d’avventure vecchio stampo realizzato con una tecnologia modernissima. La rappresentazione di Marte si rifà alle convinzioni dell’epoca di Burroughs (cento anni fa), quando ancora si pensava che il pianeta fosse abitato. Ma Andrew Stanton (regista di Alla ricerca di Nemo) dipinge Marte come una civiltà in rovina, un pianeta un tempo rigoglioso ridotto allo spettro di ciò che fu. Il film è divertentissimo: peccato che i sequel non si faranno mai. Lo trovate su Disney+.

Sopravvissuto – The Martian (2015)

Ridley Scott ritrova la retta via con questo adattamento del best-seller di Andy Weir su un astronauta “dimenticato” dal suo equipaggio dopo una rocambolesca fuga da Marte. Matt Damon si carica tutto sulle spalle e ci trasporta per mano in un mondo silenzioso e pericolosissimo e in un’avventura che ridefinisce il termine “solitudine”. Scott sceglie il deserto Wadi Rum, in Giordania, come ambientazione, e l’evidente calore dei luoghi stona un po’ con quella che dovrebbe essere la freddezza del vero Marte. Ma è la storia di un uomo solo, costretto a raccogliere tutte le sue forze e affidarsi alla scienza e alla ragione per sopravvivere, a rendere The Martian enormemente coinvolgente.

Approaching the Unknown (2016)

Abbiamo esplorato la superficie di Marte e parlato di invasori marziani, ma non abbiamo ancora affrontato il viaggio verso il Pianeta Rosso. Se ne parla un po’ in Mission to Mars, in una scena iconica. Ma Approaching the Unknown è esclusivamente un film sul viaggio verso Marte. Mark Strong interpreta un astronauta solitario che sta affrontando la traversata ed è costretto a risolvere ogni genere di problema prima del traguardo. In questo è simile a The Martian, perché anche qui la scienza diventa l’unica risposta possibile a ogni problema. Una space opera minimalista di hard sci-fi che farà impazzire i veri nerd dello spazio.

Marte (2016-2018)

Uno strano esperimento: una serie televisiva (prodotta da National Geographic) che fonde finzione e realtà, fantascienza e documentario. Da una parte si raccontano le vicende dei primi astronauti giunti su Marte nel 2033, con tutti i problemi del caso e la ricerca dell’acqua, fondamentale per mantenere una presenza sul pianeta nel lungo periodo. Dall’altra vengono intervistate personalità che hanno fatto della sfida marziana la loro ragione di vita, come Elon Musk e Robert Zubrin (fondatore di Mars Society), ma anche Andy Weir e Neil deGrasse Tyson. La serie è ispirata a How We’ll Live on Mars di Stephen Petranek, e dunque molto attenta al realismo. Fantasticate come potrebbe svolgersi una reale missione umana su Marte? Allora questa serie è per voi.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il San Diego Comic-Con@Home si terrà dal 23 al 25 luglio 1 Marzo 2021 - 22:28

Questa estate tornerà il San Diego Comic-Con@Home, l'organizzazione sta progettando un mini evento in presenza per novembre, svelate le date del 2022.

La città incantata sbarcherà a teatro, lo spettacolo sarà diretto da John Caird di Les Mis 1 Marzo 2021 - 21:39

Il regista premio Tony e Olivier John Caird dirigerà il primo spettacolo teatrale ispirato a La città incantata di Hayao Miyazaki. Debutterà nel 2022 in Giappone e potrebbe arrivare all'estero

Spike Lee racconterà New York, tra 11 settembre e Covid, in una docuserie HBO 1 Marzo 2021 - 21:30

NYC Epicenters 9/11-2021½ racconterà vent'anni di vita e battaglie nella Grande Mela

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.