L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Star Trek: Lower Decks è disponibile su Prime Video, ed è una serie per veri fan

Star Trek: Lower Decks è disponibile su Prime Video, ed è una serie per veri fan

Di Marco Triolo

C’è un episodio bellissimo nella settima stagione di Star Trek: The Next Generation, che si intitola Lower Decks e racconta una normale giornata a bordo dell’Enterprise dal punto di vista dei sottufficiali. Il personale ai margini, quello che normalmente non è protagonista e che lavora sullo sfondo – e a volte ci lascia la pelle senza conseguenze – mentre Picard, Ryker e compagnia bella affrontano la minaccia della settimana. Un episodio davvero geniale, che ribalta le dinamiche della serie e mostra una maturità pazzesca all’interno di una serie altrimenti molto classica nell’impianto, tipica della TV di quei tempi.

Un’idea del genere non poteva essere lasciata in naftalina per sempre. Mike McMahan, sceneggiatore di Rick and Morty e creatore, sempre insieme a Justin Roiland, di Solar Opposites, l’ha appunto ripresa in una serie che non poteva che intitolarsi Star Trek: Lower Decks, da oggi disponibile su Amazon Prime Video.

Star Trek + Rick and Morty

Non è la prima volta che l’universo di Star Trek viene declinato in animazione: Star Trek: The Animated Series, andata in onda dal 1973 al 1975, ha quel primato. Ma era una serie in tono con quella classica, mentre Lower Decks prende una strada decisamente inedita nell’altrimenti serioso universo creato da Gene Roddenberry: è una serie comedy. La lezione di Rick and Morty è evidente, quanto è evidente l’amore di McMahan per The Next Generation, nella cui era è ambientata anche questa serie.

Bisogna ammettere che le due anime non si mescolano sempre alla perfezione. E, soprattutto, che alla formula serve del tempo per prendere confidenza. I primi episodi, per dirla in parole povere, non sono riuscitissimi. È chiaro che McMahan vorrebbe osare molto di più ma si ritrova con le mani legate: il marchio di Star Trek ha un certo peso e un suo stile che non prevede l’umorismo iconoclasta e cattivissimo delle serie di Justin Roiland. Lentamente, però, McMahan e la sua squadra trovano una giusta via di mezzo, e la serie migliora a ogni episodio. Il finale apre scenari che sicuramente faranno felici i trekkers più sfegatati.

La formula classica di Star Trek

La cosa migliore, forse, è che Lower Decks, pur ribaltando in molti sensi la formula classica di Star Trek – con il suo umorismo e con il fatto che gli alti ufficiali non sono i protagonisti – recupera invece in maniera perfetta la struttura verticale delle vecchie serie. Ogni episodio è incentrato su una missione in puro stile Roddenberry, tra pianeti da visitare, società da incontrare (anche se la Cerritos, la nave su cui si svolge la serie, è specializzata nei “secondi contatti”, anziché nei primi) e minacce da sventare. Rispetto alle altre serie del nuovo corso CBS All Access, ovvero Picard e Discovery, è quella che più incarna i valori classici della saga, come la necessità di collaborare per risolvere i problemi, filtrati naturalmente dallo humour.

Il cast vocale, oltre agli ottimi Jack Quaid (The Boys), Tawny Newsome, Noël Wells, Eugene Cordero e Jerry O’Connell, include guest star provenienti dalle vecchie serie di Star Trek. Riprova del fatto che Lower Decks è una serie per veri fan, che sono il reale target e se la godranno sicuramente più di uno spettatore casuale. Ma c’è spazio per crescere.

Guarda il trailer di Star Trek: Lower Decks.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

WandaVision: la storia del Darkhold nel Marvel Cinematic Universe 7 Marzo 2021 - 20:00

Il Darkhold comparso in WandaVision non è affatto alla sua prima apparizione nel Marvel Cinematic Universe: ecco la sua storia all'interno dell'universo unito!

Nomadland – Uscita a rischio in Cina? 7 Marzo 2021 - 19:24

Chloe Zhao è stata al centro di una polemica di stampo nazionalista in Cina che ha portato a una censura legata al film Nomadland. La pellicola potrebbe rischiare l'uscita nelle sale cinesi

The Falcon and the Winter Soldier – Sam e Bucky sono “colleghi” nel nuovo spot 7 Marzo 2021 - 19:00

La strana coppia di The Falcon and the Winter Soldier cerca una definizione del proprio rapporto nel nuovo spot, ricco di scene inedite.t

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.