L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Christopher Nolan, Barbara Broccoli e Ridley Scott tra i firmatari di una lettera per salvare i cinema britannici

Christopher Nolan, Barbara Broccoli e Ridley Scott tra i firmatari di una lettera per salvare i cinema britannici

Di Marco Triolo

Oltre quaranta importanti figure dell’industria cinematografica britannica, tra cui i registi Christopher Nolan, Steve McQueen e Ridley Scott, e la produttrice della saga di Bond Barbara Broccoli, hanno firmato una lettera indirizzata al cancelliere (ministro delle finanze) britannico Rishi Sunak, chiedendo nuove misure per salvaguardare i cinema.

La lettera, pubblicata dal Sunday Times, riconosce gli sforzi già fatti dal governo, ma chiede che si faccia di più. Soprattutto, chiede che vengano adottate misure ad hoc per le grandi catene di sale, come Cineworld, Odeon e Vue, fortemente a rischio. Nel testo si legge:

Non c’è dubbio che, se aiutato a sopravvivere, il settore si riprenderà e prospererà ancora una volta. Ma il bisogno di supporto finanziario diretto è pressante. Riconosciamo il supporto che il governo è già riuscito a provvedere. Ma temiamo che questo non sarà sufficiente, dato che i problemi sono più gravi per quegli operatori cinematografici più grandi, che non hanno potuto accedere a fondi su misura.

Queste compagnie rappresentano l’80% del mercato, costituiscono in molti sensi la sua “massa critica” e contribuiscono al successo di settori collegati come la distribuzione e la produzione cinematografica. Senza di essi, il futuro dell’intera industria cinematografica britannica sarebbe estremamente precario.

Conclude la lettera:

I cinema britannici si affacciano sull’orlo di un abisso. Abbiamo urgentemente bisogno di fondi mirati per far sì che le generazioni future possano godere della magia del cinema.

I firmatari

Oltre ai già citati Christopher Nolan, Steve McQueen, Ridley Scott e Barbara Broccoli, a firmare la lettera troviamo anche Andrea Arnold, Amma Asante, Simon Beaufoy, Tim Bevan, Danny Boyle, Graham Broadbent. E ancora Iain Canning, Gurinder Chadha, Noel Clarke, Richard Curtis, Stephen Daldry, Gareth Edwards, Eric Fellner, Stephen Frears, Stephen Fry e Sarah Gavron. Jane Goldman, Paul Greengrass, David Heyman, Armando Iannucci, Asif Kapadia, Elizabeth Karlsen, Duncan Kenworthy, Paul King e Jude Law. Philippa Lowthorpe, Andrew Macdonald, Kevin Macdonald, Sam Mendes, Peter Morgan e Nira Park. E infine David Puttnam, Lynne Ramsay, Guy Ritchie, Emma Thomas, Matthew Vaughn, Ben Wheatley, Michael G. Wilson, Stephen Woolley, Edgar Wright, Joe Wright e David Yates.

Fonte: Deadline

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Gomorra: ecco le prime immagini della stagione 5 28 Febbraio 2021 - 19:00

Salvatore Esposito ci offre un assaggio della quinta stagione di Gomorra, che come sappiamo sarà anche l’ultima.

Superman & Lois – Una featurette dedicata al ritorno a Smallville 28 Febbraio 2021 - 18:00

La nuova featurette di Superman & Lois è dedicata a Smallville, la città in cui Clark è cresciuto, dove lui e famiglia si trasferiscono all'inizio della serie.

Doctor Strange 2 – Bruce Campbell “conferma” il suo cameo nel film 28 Febbraio 2021 - 17:00

Un tweet sibillino di Bruce Campbell conferma il suo cameo in Doctor Strange in the Multiverse of Madness dell'amico Sam Raimi.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.