L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Midnight Sky: arriva su Netflix il film post-apocalittico di George Clooney

The Midnight Sky: arriva su Netflix il film post-apocalittico di George Clooney

Di Andrea Suatoni

Tratto dal libro di Lily Brooks-Dalton La Distanza tra le Stelle (Good Morning, Midnight in originale), arriverà domani 23 Dicembre su Netflix il film The Midnight Sky, diretto ed interpretato da George Clooney. Il ritorno dell’artista 59enne dietro (e anche davanti) la macchina da presa racconta una storia dalle tinte fortemente apocalittiche ma che si concentra in realtà su aspetti più filosofico-esistenzialisti che catastrofici, finendo per legarsi (in maniera assolutamente casuale, visto che le riprese del film sono terminate lo scorso 7 Febbraio) in maniera inaspettata ai fatti di cronaca attuali.

THE MIDNIGHT SKY

George Clooney interpreta il protagonista del film, l’astronomo Augustine Lofthouse: nel 2049, la Terra è stata sconvolta da una serie di terribili e misteriosi cataclismi globali che ha costretto l’umanità intera a rifugiarsi in dei bunker sotterranei per sfuggire all’atmosfera ormai invivibile. Augustine ha invece scelto di isolarsi in una zona dell’Artide dove l’aria è rimasta respirabile; insieme a lui, una bambina, Iris, dal passato sconosciuto.

In vista del cataclisma, una missione spaziale era partita anni prima alla ricerca di un luogo abitabile: l’equipaggio della navetta Aether ha in effetti trovato in una luna del pianeta Giove un posto adatto alla vita umana, ed è in procinto di tornare sulla Terra ignaro degli ultimi eventi. Augustine tenterà quindi in tutti i modi di salvare l’equipaggio della navetta da un ritorno impossibile (poiché ormai tutte le stazioni spaziali terrestri sono state evacuate), cercando di comunicare con il capitano Sully (una donna che aspetta un bambino e che aveva lasciato suo marito ad attenderla) con l’obiettivo di rimandarli indietro per iniziare una nuova vita nell’orbita di Giove.

IL CAST

Augustine Lofthouse nel film come nel libro è un vecchio affetto da una malattia terminale: per interpretarlo, George Clooney perse al tempo dell’inizio delle riprese 12 chili in pochissimo tempo, finendo per contrarre una severa pancreatite e a dover essere ricoverato in ospedale.
Il capitano Sully è invece interpretato da Felicity Jones, che i fan di Star Wars conoscono bene in veste della protagonista di Rogue One: A Star Wars Story, Jyn Erso. La Jones scoprì di essere incinta subito dopo aver firmato il contratto per il ruolo nel film: lo script venne cambiato di conseguenza, introducendo una gravidanza per il suo personaggio. Il secondo di Sully, il comandante Tom Adewole, è invece interpretato da David Oyelowo, artista che abbiamo visto quest’anno nel film Come Away accanto ad Angelina Jolie e che ancora nel 2020 ha esordito con la pellicola The Water Man dietro la macchina da presa. Anche Oyelowo ha un “passato” in Star Wars: sua era infatti la voce di Kallus nella serie animata Star Wars: Rebels.
Completano il cast Kyle Chandler, protagonista della serie Bloodline (e “storico” protagonista della serie degli anni ’90 Ultime dal Cielo), Tiffany Boone (la Roxy Jones della serie Amazon Prime Video Hunters) e la piccola Caolinn Springall nel ruolo di Iris, qui al suo esordio.

UNA APOCALISSE PERSONALE

Pur raccontando una storia post-apocalittica, il film mantiene le premesse del romanzo da cui prende le mosse, incentrato principalmente sul processo di redenzione del protagonista, Augustine Lofthouse. I demoni che il personaggio si è lasciato indietro lo tormentano ancora, e salvare l’equipaggio della Aether è per lui l’ultima speranza di metterli a tacere, mentre la giovane Iris simboleggia i motivi per i quali, nonostante tutto, nonostante per lui non ci sia alcun futuro, sente di dover continuare ad andare avanti.

La storia di Augustine si lega a quella di Sully: anche lei è tormentata da scelte sbagliate compiute in passato, soprattutto in relazione a chi ha lasciato indietro nel momento in cui si è imbarcata sulla Aether. Fra lei e l’unica persona capace di rispondere ai suoi appelli sulla Terra si sviluppa pian piano un rapporto profondo, che potrebbe essere capace di salvare non solo fisicamente lei ed il suo equipaggio, che nessuna stazione spaziale è ormai capace di accogliere al rientro, ma anche la sua anima spezzata.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Only Murders in the Building: nuovo trailer per la serie Star con Steven Martin e Martin Short 27 Luglio 2021 - 20:30

Insieme a Selena Gomez, interpreteranno tre podcaster che decidono di risolvere un delitto. dal 31 agosto su Disney+ Star

Nuove aggiunte al film autobiografico di Spielberg, tra cui Judd Hirsch 27 Luglio 2021 - 19:30

Il cast di The Fabelmans si arricchisce di quattro nuovi interpreti veterani

Batman Unburied: Winston Duke e Jason Isaacs saranno Bruce Wayne e Alfred nel podcast 27 Luglio 2021 - 18:45

Il podcast nasce da un'idea di David Goyer e vedrà Bruce Wayne nell'insolito ruolo di patologo forense. In arrivo su Spotify

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.