L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Kingdom: in arrivo una terza (e ultima) stagione della serie di Lars von Trier

The Kingdom: in arrivo una terza (e ultima) stagione della serie di Lars von Trier

Di Filippo Magnifico

Se David Lynch è legato a Twin Peaks, Lars von Trier è legato a The Kingdom – Il regno, miniserie televisiva da lui diretta nel 1994 e diventata un vero e proprio mostro sacro del piccolo schermo.
La storia surreale ambientata all’interno di un enorme ospedale chiamato Il Regno, appunto, era proseguita nel 1997 con una seconda stagione di quattro episodi ed è ora pronta per tornare con un terzo (e ultimo) capitolo: The Kingdom: Exodus.
Sono già disponibili due brevi teaser.

Altri cinque episodi

The Kingdom: Exodus sarà composto da cinque episodi, scritti dallo stesso Lars von Trier in collaborazione con Niels Vørsel, che ha lavorato anche alle precedenti stagioni.
Pochi dettagli al momento, è stato rivelato che la serie porterà di nuovi in scena personaggi visti nei precedenti episodi, introducendone altri, e che concluderà la storia iniziata negli anni ’90 cercando al tempo stesso di esplorare nuovi territori.
In un comunicato il regista ha aggiunto:

I confini possono assumere forme diverse. Possono essere linee disegnate con la riga sulla carta (spesso invisibili a chi visita sul serio quei luoghi). Le linee dei confini possono essere illustrative, addirittura pretestuose o malvagie. Possono essere disegnate con un debole colore rosso, quasi invisibile, e possono anche essere linee tratteggiate, come se dovessero indicare una scusa, qualcosa di cui vergognarsi.
Eppure le linee sono presenti in grandissima quantità e insieme formano quei territori difesi dai loro abitanti. Entrare e uscire spesso comporta atti violenti, perché ci si aspetta sempre che ogni visitatore torni a casa una volta fatto quello che doveva fare.
Sulla terra “la Macchina che tutto muove (si intende la vita)” e strettamente collegata ai conflitti provocati da queste linee. “Esodo” può significare “entrare” o “lasciare” dipende dal punto di vista da cui si guarda il confine, ma la parola indica semplicemente un numero di individui che attraversano questa linea insieme. Perché? Perché c’è uno squilibrio tra bene e male! Il limite è stato raggiunto, almeno nel Regno. Ma non posso assicurare che sarà facile e che non comporterà spargimenti di sangue prendere i sette sigilli astrali con il sangue dei dottori.

The Kingdom: Exodus verrà distribuito in Scandinavia online, sulla piattaforma streaming Viaplay. Non ci sono al momento dettagli su un’eventuale distribuzione nel nostro territorio. Come sempre vi terremo aggiornati.

Fonte: Deadline


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Only Murders in the Building: nuovo trailer per la serie Star con Steven Martin e Martin Short 27 Luglio 2021 - 20:30

Insieme a Selena Gomez, interpreteranno tre podcaster che decidono di risolvere un delitto. dal 31 agosto su Disney+ Star

Nuove aggiunte al film autobiografico di Spielberg, tra cui Judd Hirsch 27 Luglio 2021 - 19:30

Il cast di The Fabelmans si arricchisce di quattro nuovi interpreti veterani

Batman Unburied: Winston Duke e Jason Isaacs saranno Bruce Wayne e Alfred nel podcast 27 Luglio 2021 - 18:45

Il podcast nasce da un'idea di David Goyer e vedrà Bruce Wayne nell'insolito ruolo di patologo forense. In arrivo su Spotify

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.