L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Star Wars The Mandalorian: Le Citazioni e i Riferimenti nell’episodio 2×07

Star Wars The Mandalorian: Le Citazioni e i Riferimenti nell’episodio 2×07

Di Andrea Suatoni

Un episodio che rimarrà nella storia di The Mandalorian quello rilasciato ieri da Disney+: il nostro Din Djarin si è tolto per la prima volta l’elmo contravvenendo al suo credo, finendo per comprendere appieno il discorso di Mayfield sui limiti delle proprie regole. Il volto di Pedro Pascal è la vera “bomba” dell’episodio, ma il Capitolo 15 di The Mandalorian, dal titolo Il Vendicatore, cela come di consueto moltissime citazioni ed easter egg legate alla saga di Star Wars: ecco tutte quelle che abbiamo trovato!

RAZZE ALIENE

Fra i detenuti della Nuova Repubblica possiamo notare un membro degli Hassk, razza dai tratti lupeschi vista principalmente in Star Wars Resistance. I pirati che invece attaccano Mando e Mayfield sono degli Ozrelanso, razza vista per la prima volta nel recente Star Wars Episodio IX: L’Ascesa di Skywalker.

IL CAMPO DI LAVORO DI KARTHON

Il luogo dove la Nuova Repubblica fa scontare la pena ai suoi detenuti è al suo esordio nel mondo di Star Wars: si tratta di un campo di lavoro dove vengono smaltiti rottami spaziali. Fra questi, notiamo chiaramente un TIE fighter e delle parti di podracer. Rivediamo anche (dopo “l’esordio” nel Capitolo 11 di The Mandalorian) un crane walker, ovvero un AT-AT riconvertito a gru.

L’IDENTITA’ DI BOBA FETT

“Potrebbero riconoscere la mia faccia”: potrebbe essere sfuggito anche ai super fan di Star Wars il sottile riferimento inserito nelle parole di Boba Fett, che si milita ad affermare di non potersi infiltrare nella base imperiale. La riconoscibilità di Boba Fett fra gli imperiali sarebbe in effetti stata immediata: al tempo del famoso “Attacco dei Cloni” che dà il titolo al secondo film della trilogia prequel, ogni clone aveva infatti il suo volto, poiché come lui tutti loro erano cloni di Jango Fett.

NON SOLO STORMTROOPER

La speciale divisione di soldati imperiali formata da “piloti d’assalto” su strada, i Tank Troopers, aveva già fatto il suo ingresso in Star Wars in Rogue One: A Star Wars Story. Nella stessa occasione avevamo visto anche i veicoli da trasporto Juggernaut, che qui ritroviamo pieni zeppi di Rhydonium. Ancora, da Rogue One ritroviamo anche i “rari” Shoretroopers, dei soldati imperiali dall’armatura marrone chiaro specificamente costruita per le operazioni… su spiaggia (ma mai adottata fra le sabbie del deserto).
Sul tetto della base su Morak, Fennec Shand e Cara Dune si occupano anche degli Imperial Weapons Technicians, soldati dalla caratteristica armatura nera con un casco allungato: li ritroviamo spesso dietro le più potenti armi dell’Impero ed infatti il loro esordio avviene in Star Wars Episodio IV: Una Nuova Speranza in riferimento ai laser della Morte Nera.

RHYDONIUM

Anche questa particolare sostanza, massicciamente usata in tempo di guerra, ha già fatto la sua comparsa in passato nel mondo di Star Wars: il suo debutto è avvenuto nella serie animata Star Wars: The Clone Wars, per poi tornare in Star Wars Rebels ed anche in Star Wars Episodio VII: Il Risveglio della Forza.
Il Rhydonium nasce originariamente come carburante, ma vista la sua estrema volatilità ha avuto largo uso come esplosivo in campo bellico.

OPERAZIONE CENERE

Palpatine

Il triste episodio che viene esaltato da Valin Hess, il vecchio capo di Mayfield al tempo in cui era un imperiale, è una delle citazioni più ricercate dell’episodio: citata brevemente al suo esordio nel fumetto L’Impero a Pezzi, ricompare poi in moltissime opere legate a Star Wars, venendo ampiamente trattata nel videogioco Battlefront II.
Si tratta di un’operazione attuata poche settimane dopo la celebre Battaglia di Endor vista in Episodio VI: Il Ritorno dello Jedi: secondo i piani dell’Imperatore Palpatine, in caso di sconfitta i pianeti sotto il dominio imperiale sarebbero dovuti essere distrutti a costo di non finire in mano ai nemici, direttiva che fu seguita dai maggiori ufficiali a costo delle vite non solo degli innocenti abitanti di tali mondi ma anche di migliaia di soldati imperiali.
Uno dei pianeti su cui venne attuata l’Operazione Cenere era Burnin Konn (pianeta citato a sua volta in varie opere), dove Mayfield era di stanza: i suoi ricordi del terribile evento hanno probabilmente portato al raptus di rabbia durante il quale egli uccide Hess.

LA BOMBA SISMICA

In fuga dalla base imperiale sulla Slave I, la nave di Boba Fett, i nostri vengono inseguiti da dei Tie Fighter: Boba se ne libera usando un’arma altamente scenografica che abbiamo già visto usare da Jango Fett in Star Wars Episodio II: L’Attacco dei Cloni, ovvero la Bomba Sismica.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Star Wars: Galactic Starcruiser, un’esperienza unica al mondo dal 2022 a Walt Disney World 4 Agosto 2021 - 21:30

Due giorni e due notti a bordo di un'astronave da crociera, un'esperienza immersiva come mai prima d'ora per i fan di Star Wars

Annette: il trailer del musical di Leos Carax con Adam Driver e Marion Cotillard 4 Agosto 2021 - 20:45

Il film uscirà in USA su Amazon Prime Video, mentre arriverà in Italia al cinema da I Wonder Pictures, Koch Media e Wise Pictures il 20 agosto

Wednesday: Eva Green sarà Morticia Addams nella serie Netflix di Tim Burton? 4 Agosto 2021 - 20:00

La serie su Mercoledì de La famiglia Addams sarà anche interpretata da Jenna Ortega

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.