L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Tiziano Ferro: Perché dovreste vedere il docu-film su Amazon Prime Video (anche se non siete fan)

Tiziano Ferro: Perché dovreste vedere il docu-film su Amazon Prime Video (anche se non siete fan)

Di Andrea Suatoni

Ferro: preparate i fazzoletti se siete in procinto di iniziare il docu-film su Tiziano Ferro pubblicato su Amazon Prime Video lo scorso 6 Novembre (si tratta di una produzione originale) perché la storia del cantante di Latina è molto più commovente di quanto si potrebbe pensare.

Il documentario non racconta in realtà una “storia delle origini” di Tiziano Ferro come cantante, ma si focalizza su dei particolari momenti della sua vita per lanciare dei profondi messaggi indirizzati non solo ai suoi fan.
Un breve “antefatto”: Tiziano Ferro nasce a Latina il 21 Febbraio 1980 e inizia la sua carriera grazie al singolo Xdono (nell’album Rosso Relativo) nel 2001, per poi diventare pian piano sempre più famoso e amato dai fan.
Nel 2010, in occasione del suo trentesimo compleanno, pubblica il libro Trent’anni e una chiacchierata con papà, in cui dichiara pubblicamente la propria omosessualità e parla dei disordini alimentari di cui ha sofferto in passato.
Passati altri 10 anni, Ferro per i suoi 40 ha deciso di scavare ancora più a fondo con il docu-film in questione: ecco alcuni motivi per cui secondo noi dovreste tassativamente dare una chance a questa nuova produzione di Amazon Prime Video!

NON E’ UN FILM PER FAN

Ferro non è sicuramente un prodotto pensato al solo uso e consumo dei fan di Tiziano Ferro. Sicuramente accontenterà e commuoverà tutti coloro che già conoscono e amano il cantante di Latina, ma le tematiche che affronta, il modo in cui queste vengono affrontate ed i messaggi positivi che vengono indirizzati al pubblico sono omnicomprensivi: il docu-film è in grado di raggiungere tutti, affrontando non la storia di una celebrità ma i drammi e le battaglie di una persona.

UNA STORIA AUTENTICA

Dal piacere di fare la spesa senza venire riconosciuto, al rifiuto del cibo nella speranza di non essere rifiutato dalle case discografiche, fino all’esperienza di sponsor per gli appena entrati negli Alcolisti Anonimi, Ferro è ricco di aneddoti che, seppure evidenziano a più riprese il rapporto (spesso tossico) di Tiziano Ferro con la propria celebrità, lo fanno apparire come una persona estremamente semplice, le cui tragedie sono allo stesso tempo diverse ed uguali a quelle del suo pubblico.
L’autenticità della storia è testimoniata anche dai vari filmati amatoriali, inseriti spesso nel montaggio finale, che arrivano dagli “archivi” personali di Tiziano Ferro e della sua famiglia e si fondono in maniera assolutamente omogenea al “girato”; ed anche nel caso delle riprese effettuate appositamente per il progetto, la produzione ha deciso di non tagliare i momenti di commozione o la voce rotta del protagonista, che nel raccontarsi finisce spesso per cedere all’emotività (ed inevitabilmente, il pubblico con lui…).

COMUNICAZIONE CON LO SPETTATORE

Fra i principali temi toccati dal docu-film è possibile individuare il bullismo e l’alcolismo. Tiziano Ferro ha vissuto entrambi sulla propria pelle: il primo negli anni della scuola, quando arrivò a pesare anche 111 chili (da qui il nome di uno dei suoi album, 111 appunto), mentre il secondo in età adulta, principalmente a causa delle pressioni psicologiche esercitate su di lui dalle case discografiche.
Raccontandosi senza filtri, il cantante riesce ad arrivare in maniera estremamente naturale a chi, al di là dello schermo, ha vissuto e soprattutto vive ancora oggi tali problemi. Se da una parte tale tipo di comunicazione può essere quasi “terapeutica” per altri arriva addirittura ad essere educativa.

COMING OUT

Nel “lontano” 2010, Tiziano Ferro fu uno dei primissimi artisti a rivelare pubblicamente la propria omosessualità: in Ferro racconta le motivazioni che lo hanno portato prima ad essere costretto a nascondere il suo orientamento sessuale e poi a fare coming out con il suo pubblico.
Dal coming out quindi al matrimonio con l’attuale compagno e alla loro semplice vita a Los Angeles, Ferro affronta anche gli aspetti più personali e intimi della vita del cantante, ricordando anche un percorso che, nei primi anni di carriera lo ha logorato e che tristemente fornito una base su cui gli altri “problemi” hanno trovato terreno fertile. Non si tratta però di una visione morbosa all’interno della vita di una celebrità, bensì della testimonianza di un uomo che è riuscito a liberarsi dei suoi demoni e che invita anche gli altri a farlo: oggi Tiziano Ferro, a 40 anni, è finalmente felice, e in Ferro ci spiega come e perché tutti dovrebbero impegnarsi ad esserlo.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Castlevania – Prime immagini della stagione 4 28 Novembre 2020 - 19:38

Trevor Belmont e Sypha Benades raffigurati nelle prime immagini della quarta stagione della serie animata Castlevania, prossimamente su Netflix

Soul – La nuova featurette celebra l’idea di comunità 28 Novembre 2020 - 18:00

La nuova featurette di Soul - da Natale su Disney+ - contiene svariate scene inedite, e celebra l'importanza della comunità in cui Joe è cresciuto.

Hawkeye – Le riprese dalla prossima settimana a New York 28 Novembre 2020 - 17:00

A Brooklyn sono apparsi dei cartelli che annunciano l'inizio delle riprese in esterni di Hawkeye a partire da mercoledì 2 dicembre.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.