L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Things They Carried – Sheridan, Hardy, Stephan James, Bill Skarsgard, Pete Davidson & Ashton Sanders nel film sul Vietnam

The Things They Carried – Sheridan, Hardy, Stephan James, Bill Skarsgard, Pete Davidson & Ashton Sanders nel film sul Vietnam

Di Marlen Vazzoler

La prossima settimana MadRiver presenterà all’edizione virtuale dell’American Film Market (9-13 novembre), il film indipendente The Things They Carried ambientato durante la guerra in Vietnam. Nel cast troviamo Tye Sheridan (Mud), Tom Hardy (Mad Max: Fury Road), Stephan James (If Beale Street Could Talk), Bill Skarsgård (It Chapter One & Two), Pete Davidson (The King Of Staten Island), Ashton Sanders (Moonlight), Martin Sensmeier (The Magnificent Seven), Moises Arias (Monos) e Angus Cloud (Euphoria).

Alla regia Rupert Sanders (Snow White And The Huntsman) mentre l’adattamento dell’antologia di racconti Le cose che portiamo del premio Pulitzer Tim O’Brien è stato affidato allo sceneggiatore Scott B. Smith (A Simple Plan).

Il film è prodotto da Tom Hardy e Dean Baker per la Hardy Son & Baker (Taboo) e da David Zander (Spring Breakers). Produttore esecutivo Amy T. Hu di MJZ.

Il libro

O’Brien ha prestato servizio in Vietnam alla fine degli anni ’60 e le sue esperienze sono state raccontate tramite le sue opere. Le cose che portiamo, che viene spesso insegnato nelle scuole medie e superiori di tutta l’America, racconta la storia dei giovani dell’Alpha Company, un plotone di soldati inviati a combattere sul campo, durante la guerra.

Il libro è stato uno dei finalisti del premio Pulitzer e del National Book Critics Circle Award.

La sinossi del libro:

La guerra evocata in tutta la sua insostenibile concretezza, in tutto il suo peso, il suo orrore e la sua assurdità. Le cose che portiamo è tutto questo e molto di più. Attraverso le vicende di un immaginario plotone di soldati impegnato a combattere nella giungla vietnamita, Tim O’Brien consegna al lettore un’ispirata, appassionante riflessione in forma narrativa sui temi della memoria, della verità e del potere del narrare. Un atto d’accusa contro tutte le guerre, limpido e umanissimo; un libro-monumento, capace di incidersi a fondo nella tormentata coscienza americana e in quella del lettore. E di riaffermare il ruolo irrinunciabile della letteratura come strumento di comprensione profonda di noi stessi e della realtà.

L’inizio delle riprese è previsto per gli inizi del 2021 in Thailandia.

Fonte Deadline

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bayside School: i fan di Selena Gomez furiosi per il revival, arrivano le scuse 30 Novembre 2020 - 16:45

La serie Bayside School è tornata con un revival su Peacock ed è stata accolta da una valanga di polemiche, legate al nome di Selena Gomez.

The Flash: fermate le riprese della stagione 7 per un caso di Covid 30 Novembre 2020 - 16:00

Un "membro della squadra" della serie è positivo e asintomatico

Se succede qualcosa, vi voglio bene: il corto animato che ha conquistato Netflix 30 Novembre 2020 - 15:15

Se succede qualcosa, vi voglio bene il corto animato Michael Govier e Will McCormack è da poco sbarcato su Netflix. È ispirato ad una storia vera? Ecco tutto quello che dovete sapere, la trama e il trailer.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.