L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Serial Chiller: Intervista a Marco Mete, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista

Serial Chiller: Intervista a Marco Mete, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista

Di Luigi Toto

Nel nuovo episodio di Serial Chiller, intervistiamo Marco Mete, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista. Ha doppiato dei personaggi iconici, tra cui Scuttle de La Sirenetta, Roger Rabbit e Daffy Duck. È stato anche la voce italiana di Peter Capaldi in Doctor Who.

Nell’intervista abbiamo toccato vari argomenti, dai suoi inizi nel mondo del doppiaggio, a come si adatta un film o una serie tv, fino ad arrivare a parlare della sua esperienza come voce italiana del dottore in Doctor Who.

Sul doppiare personaggi iconici e sugli inizi come doppiatore, Marco ha detto:

“Avendo avuto tante esperienze estreme di teatro, con l’uso della maschera e quant’altro, mi trovavo particolarmente a mio agio con doppiaggi estremi.”

Infatti, Marco ha doppiato tantissimi cartoni, tra cui i popolari Roger Rabbit, Duffy Duck e Scuttle.

Marco ci ha spiegato anche cosa fa un direttore del doppiaggio e cosa fa un dialoghista.

“Il direttore è un po’ una sorta di regista del prodotto. Segue nell’insieme il prodotto che deve essere doppiato. Il direttore è quello che conosce il contesto, sa tutta la storia, la spiega all’attore”.

“L’adattatore è quello che prende la traduzione letterale di un film o di una serie e questa traduzione letterale la mette in un appoggio labiale sui movimenti labiali dell’attore sullo schermo.”

Sul lavoro in Doctor Who, ha detto:

“Ho fatto il mio provino, l’hanno ascoltato, gli è piaciuto. Mi ci sono accostato come ci si accosta con grande attenzione e modestia, perché questi attori sono attori giganteschi che si preparano per mesi, studiano tutto, dai costumi alla fisicità. Ci vuole veramente molta umiltà, cercare di captare il massimo di ciò che gli attori danno sullo schermo, cercare di capire come hanno impostato il personaggio e cercare di seguirli il più possibile.”

Poi ha aggiunto:

“Più un attore sullo schermo è bravo, più ha tutto sulla faccia… e meno tu devi fare.”

Ascolta l’intervista completa nel podcast

Marco ci ha anche spiegato come funzionano gli adattamenti (citiamo Interstellar, di cui si è occupato), ma anche serie tv come Star Trek: Discovery. Per ascoltare l’intervista completa, basta premere play sul player incorporato:

Nell’episodio troverete anche un segmento speciale sulle novità da seguire nell’ultimo periodo.

Trovate il podcast su varie piattaforme.

Se siete curiosi di saperne di più, vi aspettiamo alle 18:00

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Crudelia – Uno spot e una clip per il film con Emma Stone 16 Maggio 2021 - 18:00

Estella è in fuga con Horace e Jasper nella nuova clip di Crudelia, il live action Disney incentrato sulle origini di Crudelia De Mon.

Run: l’inquietante film con Sarah Paulson a giugno nelle sale italiane 16 Maggio 2021 - 17:00

Arriverà nelle nostre sale il prossimo giugno Run, l’inquietante thriller/horror con Sarah Paulson. Ecco il trailer.

Thor: Love and Thunder – Hemsworth e Waititi nel finto poster dal set 16 Maggio 2021 - 16:00

Chris Hemsworth e Taika Waititi posano per una simpatica foto dal set di Thor: Love and Thunder, la loro versione del poster ufficiale.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.