L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Oslo – Ruth Wilson e Andrew Scott nel film HBO prodotto da Spielberg

Oslo – Ruth Wilson e Andrew Scott nel film HBO prodotto da Spielberg

Di Marlen Vazzoler

Ruth Wilson e Andrew Scott saranno i due protagonisti di Oslo, il film HBO basato sullo spettacolo teatrale vincitore del Tony Awards nel 2017 scritto da J.T. Rogers.

L’opera racconta in forma drammatizzata, le negoziazioni segrete tenutesi negli anni ’90 per gli accordi di pace di Oslo tra Israele e l’Organizzazione per la liberazione della Palestina.

Rogers adatterà il dramma mentre alla regia troviamo Bartlett Sher (South Pacific) vincitore del premio Tony. Steven Spielberg è uno dei produttori esecutivi con la DreamWorks Pictures al fianco di Marc Platt, Kristie Macosko Krieger e David Litvak della Bold Films.

Il cast

Wilson (The Affair) interpreta Mona Juul, il ministro degli esteri norvegese. Scott (Fleabag) interpreta Terje Rød-Larsen, un sociologo e il marito di Mona. I due attori stanno inoltre recitando nella serie His Dark Materials.

Completano il cast: Salim Dau (Fauda), Waleed Zuaiter (Ramy), Jeff Wilbusch (Unorthodox), Igal Naor (Fauda), Dov Glickman (Stockholm), Rotem Kainan (Fauda), Itzik Cohen (Fauda), Tobias Zilliacus (Thicker Than Water) e Sasson Gabai (Stockholm).

Sher e Rogers sono i co-produttori esecutivi con Cambra Overend. Mark Taylor produce con Jared LeBoff e Adam Siegel della Marc Platt Productions, con Michel Litvak, Gary Michael Walters e Svetlana Metkina della Bold Films.

Una storia potente e necessaria

Tara Grace, senior vp HBO Programming and Films, ha dichiarato:

“In collaborazione con Steven, Kristie, Marc e Bold Films, siamo lieti di lavorare con J.T. e Bartlett per adattare per lo schermo la loro storia vincitrice del Tony Award.
Raccontando la straordinaria impresa di due parti diametralmente opposti che si uniscono per trovare un terreno comune, i temi di Oslo sono particolarmente pertinenti e non potremmo essere più contenti di avere così tanti venerati artigiani su entrambi i lati della telecamera che lavorano insieme per dargli vita.”

Krieger ha aggiunto:

“Il mio ricordo di aver visto Oslo per la prima volta sul palco è ancora così vivido. Allora ho sentito quello che sento adesso: questa è una storia potente e necessaria per i nostri tempi. Sono entusiasta di lavorare con Steven, Marc, HBO e Bold Films, insieme al nostro incredibile cast e ai creativi, per portare questa storia a un esteso pubblico globale”.

Fonte THR


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Women Talking: Rooney Mara e Claire Foy con Frances McDormand nel film di Sarah Polley 16 Giugno 2021 - 21:30

Ecco il cast dell'adattamento di Donne che parlano, il romanzo di Miriam Toews incentrato su una serie di violenze sessuali in una remota comunità religiosa

Dopo Loki, tutte le serie originali Disney+ usciranno il mercoledì 16 Giugno 2021 - 20:45

Il successo del primo episodio di Loki ha spinto la piattaforma a cambiare strategia per quanto riguarda il lancio delle sue serie originali

Too Hot To Handle: il trailer della stagione 2, dal 23 giugno su Netflix 16 Giugno 2021 - 20:44

Too Hot to Handle tornerà su Netflix il 23 giugno con la stagione 2. Ecco il trailer ufficiale!

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.