L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Megan is Missing: come un horror del 2011 è diventato virale su TikTok

Megan is Missing: come un horror del 2011 è diventato virale su TikTok

Di Marco Triolo

Il caso di Megan is Missing, diventato recentemente virale su TikTok, dimostra ancora una volta il potere del passaparola sui social. Una cassa di risonanza fenomenale, che si autoalimenta ed è in grado di rendere popolare persino un film del 2011, che alla sua uscita non è che fosse stato proprio accolto a braccia aperte.

Per la verità, Megan is Missing, un horror found footage diretto da Michael Goi (American Horror Story, Le terrificanti avventure di Sabrina), fu girato addirittura nel 2006, ma gli ci vollero cinque anni per ottenere uno straccio di distribuzione. All’epoca, venne persino bandito in Nuova Zelanda, dove l’Office of Film and Literature Classification lo definì “sgradevole” e “nocivo al bene pubblico” a causa dell’eccesso di violenza e contenuti sessuali con protagonisti adolescenti.

Insomma, Megan is Missing non è certo considerato un classico. Per quanto sia un bene che un horror sappia scioccare il pubblico, il film di Goi ha più che altro scatenato reazioni di disgusto ed è stato giudicato eccessivo e gratuito. Questo nonostante il regista abbia sottolineato come la violenza snervante del suo film fosse voluta, per mostrare ai più giovani il pericolo dei predatori online.

La trama

Megan is Missing è incentrato su due amiche di 14 anni, Megan Stewart (Rachel Quinn) e Amy Herman (Amber Perkins). La prima è una ragazza popolare ma con un passato di abusi da parte del patrigno. La seconda è invece tormentata dai bulli. Un giorno, dopo aver conosciuto un ragazzo online, Megan sparisce, e Amber inizia a cercarla. Il finale è cupissimo e molto violento, e include una scena di violenza sessuale che è stata parecchio criticata all’epoca.

Perché è diventato virale

Alcuni utenti di TikTok hanno visto oggi il film e hanno iniziato a sconsigliare la visione ai più sensibili, o per lo meno a prepararsi allo shock. Ovviamente, questo tipo di commenti funziona all’opposto, come una calamita per i curiosi. Ciò ha spinto Michael Goi a intervenire di persona, con un video in cui ha dato qualche consiglio ai potenziali spettatori:

Non guardate il film in piena notte. Non guardate il film da soli. E se vedete le parole “foto numero uno” comparire sullo schermo, avete circa quattro secondi per spegnere il film se già vi siete presi male, prima di iniziare a vedere cose che magari non vorreste vedere.

@michaelgoi##meganismissing♬ original sound – Michael Goi


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Women Talking: Rooney Mara e Claire Foy con Frances McDormand nel film di Sarah Polley 16 Giugno 2021 - 21:30

Ecco il cast dell'adattamento di Donne che parlano, il romanzo di Miriam Toews incentrato su una serie di violenze sessuali in una remota comunità religiosa

Dopo Loki, tutte le serie originali Disney+ usciranno il mercoledì 16 Giugno 2021 - 20:45

Il successo del primo episodio di Loki ha spinto la piattaforma a cambiare strategia per quanto riguarda il lancio delle sue serie originali

Too Hot To Handle: il trailer della stagione 2, dal 23 giugno su Netflix 16 Giugno 2021 - 20:44

Too Hot to Handle tornerà su Netflix il 23 giugno con la stagione 2. Ecco il trailer ufficiale!

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.