L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Killers of the Flower Moon – Le discussioni tra Eric Roth e DiCaprio hanno portato a un cambio della sceneggiatura

Killers of the Flower Moon – Le discussioni tra Eric Roth e DiCaprio hanno portato a un cambio della sceneggiatura

Di Marlen Vazzoler

LEGGI ANCHE: Killers of the Flower Moon: la nuova sceneggiatura avrebbe spinto Paramount a mollare

Dopo una serie di voci, lo scorso giugno abbiamo appreso tramite uno speciale di The Hollywood Reporter, di come i cambiamenti alla sceneggiatura di Killers of the Flower Moon richiesti da Leonardo DiCaprio avevano portato la Paramount Pictures a vendere il film ad Apple.

Nella versione di Eric Roth DiCaprio interpretava l’eroe, un agente federale della neocostituita FBI, che si reca a Osage Nation per risolvere una serie di omicidi. Le revisioni richieste dall’attore gli hanno permesso di interpretare il ruolo del nipote del malvagio assassino interpretato da Robert De Niro.

Nell’ultimo episodio del podcast Script Notes, Roth ha spiegato che sta continuando a riscrivere Killers of the Flower Moon. Inizialmente le riprese sarebbero dovute iniziare a marzo 2020 ma la pandemia ha portato a uno slittamento. Ad agosto è stato detto che la produzione inizierà a febbraio 2021, ma Roth ha detto che è molto probabile che le telecamere cominceranno a girare a marzo 2021.

Il lavoro di Roth

Inoltre ha confermato le voci, sulle discussioni con DiCaprio in merito alla riscrittura della bozza originale di Roth:

“Ho trascorso quattro o cinque anni su questo libro, Killers of the Flower Moon, che tutti dovrebbero leggere. È un libro meraviglioso. La mia sceneggiatura credo fosse fedele al libro. È la storia di Osage Indians, 1921, le persone più povere d’America che scoprirono il petrolio in questa terribile terra nell’Oklahoma dove sono stati abbandonati. Poi ogni assassino in America è andato a uccidere 184 di loro per i loro soldi, ma questo uomo davvero eroico arriva [ad aiutarli].”

Roth ha aggiunto:

“Le riprese dovrebbero iniziare a marzo una volta che il Covid se ne sarà andato, ed è Martin Scorsese. Ci saranno continue riscritture. Leonardo [DiCaprio] voleva cambiare alcune cose su cui abbiamo discusso. Ha vinto la metà delle [discussioni]. Ho vinto l’altra metà. Quindi questo è quello che sta succedendo”.

Secondo quanto detto da Roth nel corso del podcast, pare che la versione di Flower Moon che entrerà in produzione nel 2021 rappresenti solo il 50% della sua visione originale per il film.

Fonti Script Notes, Indiewire

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Crudelia – Uno spot e una clip per il film con Emma Stone 16 Maggio 2021 - 18:00

Estella è in fuga con Horace e Jasper nella nuova clip di Crudelia, il live action Disney incentrato sulle origini di Crudelia De Mon.

Run: l’inquietante film con Sarah Paulson a giugno nelle sale italiane 16 Maggio 2021 - 17:00

Arriverà nelle nostre sale il prossimo giugno Run, l’inquietante thriller/horror con Sarah Paulson. Ecco il trailer.

Thor: Love and Thunder – Hemsworth e Waititi nel finto poster dal set 16 Maggio 2021 - 16:00

Chris Hemsworth e Taika Waititi posano per una simpatica foto dal set di Thor: Love and Thunder, la loro versione del poster ufficiale.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.