L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
A Johnny Depp è stato negato l’appello contro il Sun

A Johnny Depp è stato negato l’appello contro il Sun

Di Marlen Vazzoler

Nella sentenza che è stata resa pubblica mercoledì, il giudice Nicol ha rifiutato a Johnny Depp il permesso di appellarsi contro il suo giudizio in merito alla causa di diffamazione dell’attore contro il Sun per aver usato la frase ‘marito violento’ in un articolo del 2018.

A inizio il mese il giudice Nicol ha sentenziato che il New Group Newspapers (NGN), l’editore del Sun, ha dimostrato che quello che aveva scritto nell’articolo era “sostanzialmente vero”. Dopo la sentenza l’attore aveva espresso il desiderio di procedere con l’appello, che come dicevamo gli è stato negato. Nicol ha spiegato:

“Non ritengo che i motivi di ricorso proposti abbiano una ragionevole prospettiva di successo”.

Nicol ha concesso a Depp fino al 7 dicembre per rivolgersi direttamente alla corte d’appello per ribaltare la sua sentenza. E ha ordinato all’attore di effettuare un pagamento iniziale a NGN, di £628.000 in spese legali.

Il caso

Respingendo il caso per diffamazione di Depp, Nicol ha scoperto che 12 dei 14 presunti episodi di violenza domestica citati da NGN si sono verificati. Il giudice ha detto che l’attore ha fatto temere ad Amber Heard di essere in pericolo per la sua vita in quella che definisce una ‘situazione d’ostaggio di 3 giorni’ nel marzo del 2015 in Australia. Altri due incidenti in cui l’attrice ha temuto per la sua vita si sono verificati sull’Eastern e l’Oriental Express nel sud-est asiatico nell’agosto 2015 e a Los Angeles nel dicembre dello stesso anno.

Depp ha negato di essere stato violento con la Heard e ha affermato che l’articolo includeva citazioni di presunte vittime del produttore cinematografico Harvey Weinstein con l’obiettivo di mettere: “Fine alla sua carriera” collegando le accuse contro di lui ai movimenti #MeToo e Time’s Up.

NGN ha difeso l’articolo e ha detto che Depp era:

“Controllante e verbalmente e fisicamente violento nei confronti della Heard, in particolare quando era sotto l’influenza di alcol e/o droghe”

tra l’inizio del 2013 e il maggio 2016, quando la coppia si è separata.

Reclami per lo spot di Dior

Quando questa settimana uno spot di Dior con Depp, per il profumo Sauvage, è andato in onda durante la finale di The Great British Bake Off il portavoce dell’Advertising Standards Authority ha rivelato a The Guardian di aver ricevuto dei reclami in merito alla sua messa in onda:

“Abbiamo ricevuto un totale di 11 reclami per questo annuncio, secondo i denuncianti Johnny Depp non dovrebbe essere nell’annuncio a causa dei dettagli riguardanti il suo recente caso in tribunale”.

Dalla messa in onda dello spot i fan di Depp hanno cominciato a usare l’hashtag #Justiceforjohnnydepp sui social e a pubblicare messaggi di supporto per l’attore e la sua continua associazione lavorativa con Dior.

Potrebbe ripetersi una situazione simile a quella del 2005, quando la modella Kate Moss è stata abbandonata da Burberry e Chanel dopo lo scandalo sulla cocaina, diventata poi la beniamina dei marchi a cui non importava nulla dello scandalo? In un periodo pre-social media la risposta sarebbe stata immediata, ha spiegato Lauren Sherman, la principale corrispondente per il Business of Fashion:

“In passato, pre-social media, ci avrei scommesso. Adesso c’è di più da perdere. È possibile, ma è più rischioso.”

Secondo Cosmetify da quando è stata emessa la sentenza, le ricerche su internet per Sauvage sono aumentate del 23%. Il profumo è la fragranza maschile più venduta di The Fragrance Shop ed è nell’elenco dei bestseller di The Perfume Shop.

Petizione contro la Heard

Un considerevole aumento di firme è stato registrato nella petizione che richiede il licenziamento di Amber Heard da Aquaman 2, quando è stato diffuso l’annuncio che Mads Mikkelsen sostituirà ufficialmente Johnny Depp in Animali Fantastici 3.

Creata da Jeanne Larson su Change.org la petizione, indirizzata agli executive di DC Entertainment e Warner Bros, ha ricevuto più di 1.5 milioni di firme. Scrive la donna:

“Gli uomini sono vittime di abusi domestici, proprio come le donne. Questo deve essere riconosciuto e occorre agire per impedire che una nota molestatrice venga celebrata nell’industria dell’intrattenimento. Fate la cosa giusta. Rimuovete Amber Heard da Aquaman 2.”

Aquaman 2 diretto da James Wan dovrebbe uscire nelle sale nel 2022.

Fonti The Times, Deadline, Deadline, The Guardian

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Corey Hawkins sfiderà Dracula in The Last Voyage Of The Demeter 27 Gennaio 2021 - 20:45

Il film sarà diretto da André Øvredal, autore di Scary Stories to Tell in the Dark

Fear the Walking Dead: la seconda parte della stagione 6 arriverà il prossimo aprile 27 Gennaio 2021 - 20:37

Fear the Walking Dead tornerà su AMC l’11 aprile, con la seconda parte della stagione 6.

Marvel Cinematic Universe: Quali mutanti potrebbero far parte degli X-Men? 27 Gennaio 2021 - 20:30

Quali X-Men vedremo nel Marvel Cinematic Universe, al momento del loro esordio nell'universo unito dei Marvel Studios? Ecco cosa ne pensiamo!

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.