L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La vita davanti a sé: Laura Pausini e Diane Warren per la colonna sonora del film con Sophia Loren

La vita davanti a sé: Laura Pausini e Diane Warren per la colonna sonora del film con Sophia Loren

Di Filippo Magnifico

Laura Pausini parteciperà alla colonna sonora di La vita davanti a sé, il film con Sophia Loren tratto dall’omonimo romanzo di Romain Gary, arriverà su Netflix il 13 novembre.
L’artista italiana canterà “Io Sì” (Seen), brano composto per il film da Diane Warren. Come annunciato dalla Pausini sui suoi social:

Sono felice di annunciare che presto uscirà “Io sì”(Seen), il mio nuovo brano scritto per me da Diane Warren e che verrà presentato all’attenzione dell’Academy Awards per la candidatura agli Oscar come miglior canzone originale. Sono rimasta affascinata da questa canzone che Diane ha voluto cucirmi addosso e dal film di Edoardo Ponti con la meravigliosa Sofia Loren che torna finalmente sulle scene, sia per la trama che per il messaggio che porta. Lo vedrete presto anche voi. Sofia è una icona della cultura e della storia del cinema e sono orgogliosa di accompagnare questo progetto con la mia voce. Nelle prossime settimane vi racconterò qualcosa in più, ma non potevo tenere per me una notizia così emozionante.

“Sono felice di annunciare che presto uscirà "Io sì”(Seen), il mio nuovo brano scritto per me da Diane Warren e che…

Pubblicato da Laura Pausini su Mercoledì 7 ottobre 2020

Regia e sceneggiatura

La vita davanti a sé è diretto da Edoardo Ponti (Cuori estranei, Voce umana), che ha scritto la sceneggiatura insieme a Ugo Chiti (Gomorra, Dogman).
A proposito del film, Sophia Loren, che ha da poco compiuto 86 anni, ha detto:

Questa è la terza volta che lavoro con mio figlio Edoardo. È un vero dono lavorare con una persona che ti conosce così bene. Riesce a darmi forza e sicurezza e non si arrende mai finché non dò il massimo. Con lui dietro la macchina da presa sono stata libera di dare tutta me stessa. Questa è un’esperienza che conserverò per sempre sia come attrice che come madre.

Il film, in lingua italiana, è al momento in fase di post-produzione. Il regista sta supervisionando il doppiaggio in altre lingue come l’inglese e il francese, che saranno disponibili sulla piattaforma di streaming.
Sempre parlando con Deadline, Edoardo Ponti ha detto che, Covid permettendo, ci sono piani per una première romana verso la fine di ottobre.

La storia

Al centro del libro c’è il rapporto tra un’anziana prostituta, Madame Rosa, e il piccolo Momo, ragazzino arabo della banlieu di Belleville. Nel film, però, la storia sarà ambientata in Italia.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Love, Death + Robots – Volume 2: il nuovo red band trailer della serie Netflix 10 Maggio 2021 - 21:00

La serie antologica animata di David Fincher e Tim Miller tornerà con otto nuovi episodi il 14 maggio

Videogames News: Il Futuro di Google Stadia, I Problemi di Returnal, Xbox in Perdita 10 Maggio 2021 - 20:35

Ecco come ogni settimana la nostra rubrica riguardante tutte le più interessanti notizie in arrivo dal mondo dei videogiochi!

Solos: Dal 25 giugno su Prime Video la serie antologica Amazon Original 10 Maggio 2021 - 20:15

In Italia arriverà il 25 giugno su Prime Video: Solos la serie antologica Amazon Original creata da David Weil, con Anne Hathaway e Helen Mirren

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).